BNL / BNP PARIBAS – MAFIA in conto CAPITALE

Utente: Radisol
24 / 10 / 2015


mafia-tangenti-pizzo-corbis-672x351.jpg

Dunque riepiloghiamo ….

Nella “Note for the Whistle-Blowing Procedure” del 5 Maggio 2012 redatta dal DR. Rolle vengono menzionate le seguenti operazioni : 

Termo Energia Calabria ( TEC ), esposizione per 28 milioni di euro 

Termo Energia Versilia ( TEV ), esposizione per circa 6,5 milioni di euro 

Acqua Mare ( Porto di Imperia, gruppo Bellavista Caltagirone), esposizione per oltre 26 milioni di euro 

Marina di Archimede, esposizione per 20 milioni di euro 

Interporto Romano, esposizione per circa 18 milioni di euro 

Dirpa/Quadrilatero, esposizione per circa 50 milioni di euro 

Sorgenia Puglia (Gruppo De Benedetti), anche menzionata Modugno, esposizione per circa 35 milioni di euro 

Tutto finito a "sofferenze" ... e poi a "credito inesigibile" .... 

---------------------------------------------------------------------------------

Non solo le puntuali segnalazioni del Dr. Carlo Emilio Rolle vengono sostanzialmente ignorate dalla Banca ma addirittura circa un anno dopo le stesse segnalazioni il Dr. Rolle viene proditoriamente licenziato.

Ironia, della sorte (?), improbabile “par condicio (?), questo avviene solo dopo poche ore che è stato licenziato l’ineffabile Nucara, cioè il principale responsabile di tutta la vicenda.

Ma già a settembre 2012, precisamente il giorno 13, il Dr.Rolle viene convocato nell’ufficio del Dr. Fabrizio Mambretti per una audizione da parte dell’Organismo di Vigilanza ( Avv. Maurizio Bernardi, Avv. Mauro Tosello e lo stesso Mambretti).

Ed in quella sede scopre che il Dr. Mambretti non ha informato minimamente gli arti due componenti dell’O.d.V. delle sue precedenti relazioni sull’argomento.

Ma poi dovrà rendersi conto che nemmeno tutto quanto da lui detto in quella audizione sarà verbalizzato.

Nel corso dell’audizione infatti il Dr. Rolle riferisce anche di un derivato (Interest Rate Swap) che la banca aveva chiuso con la società Dirpa, dell’imprenditore Fusi ( poi condannato per altre vicende), società sulla quale la BNL si era esposta in modo colossale, erogando da sola un finanziamento per 200 milioni di euro, che avrebbe dovuto invece essere originariamente “sindacato” insieme ad altre banche.

Per diminuire questa esposizione poi c’era stata una cessione dei crediti di Dirpa , migliorando incredibilmente il rating di credito in forma a dir poco discubile ed impugnabile dal Commissario Straordinario di una impresa in pre-insolvenza come quella. Di questa ulteriore segnalazione, nessuna traccia nel verbale dell’Organismo di Vigilanza.

Lo stesso 13 Settembre 2012 il Dr. Rolle ha un altro incontro, non precedentemente concordato, col Dr. Mambretti, sempre nell’ufficio di questi . dove gli viene detto che il resoconto della sua audizione non verrà inserito nel registro relativo alle Legge 231, bensì in un registro creato ad hoc, che sarebbe stato chiuso in cassaforte e custodito separatamente (?!?).

Due giorni dopo, il Dr.Rolle viene inspiegabilmente convocato dal Vicedirettore di CIB Italia, Olivier Perrain, dove questi gli prospettava di trasferirsi a Roma a lavorare per la BNL propriamente detta, dando la netta impressione che la “proposta” del Perrain puntasse all’allontanamento di un testimone di una situazione che si voleva occultare.

Una nuova convocazione del Dr. Rolle da parte del Perrain avverrà nuovamente nel dicembre 2012, proprio nei giorni della alquanto tardiva ( e, come dicevamo, incompleta) verbalizzazione dell’audizione del 13 Settembre. In quel frangente, in modo assai più sbrigativo e perentorio, il Perrain torna a sollecitare il trasferimento del Dr. Rolle ( che nel frattempo ha il padre in gravi condizioni di salute) presso la BNL di Roma.

Nel frattempo, in novembre, erano del tutto precipitate due delle situazioni denunciate dal Dr. Rolle, quelle di Acqua Mare ( cioè il Porto di Imperia) e quella di Marina di Archimede, determinando un  elemento di rischio di circa 160 milioni di euro solo per Acqua Mare.

E nessuno aveva fatto niente, anzi al Dr. Nucara, gestore di queste situazioni, era stato riconosciuto dal Dr. Assemann, nuovo responsabile, un ruolo ancora più rilevante nel Dipartimento Project Finance sia tramite la sua identificazione come “punto unico” di contatto con BNL, SIA TRAMITE LA PRONTA DISPONIBILITA’ DI RISORSE PER POTER ANCORA GESTIRE, MANTENENDO PER SE UN RUOLO DI LEADERSHIP, LE SITUAZIONI DISASTROSE CHE LUI STESSO AVEVA ORIGINATO O CONTRIBUITO IN MODO DETERMINANTE A CREARE.

E comunque, tanto per mandare un altro “segnale” chiaro, al Dr. Rolle viene anche data, sempre da Assemann, la valutazione professionale più bassa dell’intero team.

Intanto si persiste nel non censire gli Incidenti Storici in BNL, eventualmente confidando che, con il licenziamento imminente di Rolle, un velo di silenzio e di paura scenda su tutta la vicenda.

Nel frattempo ormai Acqua Mare, Marina di Archimede, TEC, TEV, Interporto Romano sono già stati tutti classificati come “sofferenze”. Ed inoltre altri finanziamenti di importo ingentissimo, di cui Rolle aveva segnalato il rischio un anno prima, la Sorgenia Puglia e la Dirpa del famoso derivato ( non verbalizzato dall’ OdV) sono avviati al disastro, anche se BNL, nell’ Aprile 2013, non li ha ancora formalmente portati a “sofferenze”.

E alle Autorità di Vigilanza ( nella fattispecie, soprattutto Bankitalia) sono stati inviati dati vecchi, non aggiornati da anni. Quanto è successo sul portafoglio BNL non è stato quindi minimamente comunicato a chi di dovere. Ad un anno dal Whistle-Blowing sugli Incidenti Operativi redatto da Rolle, la banca ha trasmesso alle Autorità di Vigilanza ( e Bankitalia era proprio allora impegnata in una ispezione su BNL !) DATI CHE IGNORANO COMPLETAMENTE LE SEGNALAZIONI.

Ma nel 2013 tutto quello che Rolle aveva previsto si è purtroppo ormai avverato : i finanziamenti che aveva segnalato come altamente problematici sono ormai quasi tutti classificati come “sofferenze” e gli accantonamenti decisi da BNL sono saliti quasi sempre fino al 90% del finanziamento concesso.

Ma se ora l’impatto di questi Incidenti Storici viene rapportato a quanto la banca pensa di perdere, nel 2013 esso appare colossale. Non censendo gli Incidenti Storici di Rischio Operativo di importi così ingenti, e nemmeno anni dopo che essi sono avvenuti, una banca sovrastima l’adeguatezza reale del proprio capitale, sia nei confronti delle Autorità di Vigilanza, sia nei confronti dei propri investitori !

Il 2 Maggio 2013 il Dr. Rolle viene nuovamente convocato dal Dr. Perrain nel suo ufficio ed anche alla presenza del Dr. Mambretti, ormai ad un anno dal suo Allarme Etico. In quella occasione Perrain e Mambretti consegnano a Rolle finalmente una comunicazione che recita testualmente “ La missione ( dell’Ispezione) non ha identificato situazioni, azioni o comportamenti che possano aver segnalato conflitti di interesse”. Tutto qui ?

Rolle aveva segnalato nel suo Allarme Etico ben 8 possibili gravi incidenti operativi, più un altro ( la Dirpa) nell’audizione all’OdV, tutti risoltisi con gravi perdite per la banca.

E cosa ha detto l’Ispezione su tutto questo ? Non si sa.

Rolle aveva segnalato le pesanti condizioni lavorative nel Dipartimento, gli insulti, le dimissioni collettive, le velate minacce, cose riferite agli Ispettori anche da altri colleghi.

E cosa ha detto l’Ispezione su tutto questo ? Non si sa.

Nella vicenda specifica del Porto di Imperia sono  poi nel frattempo uscite fuori, da parte della Magistratura,  gravissime notizie di reato che in qualche modo confermano, addirittura per eccesso, le preoccupazioni rilevate un anno prima da Rolle.

E cosa ha detto l’Ispezione su tutto questo ? Non si sa.

E intanto era pure esploso, anche sui giornali, il default della Sorgenia Puglia ( Gruppo De Benedetti), sul cui rischio Rolle aveva segnalato un anno prima nell’ Allarme Etico.

E cosa ha detto l’Ispezione su tutto questo ? Non si sa.

Lo stesso 2 Maggio 2013 Rolle invia a Perrain, e per conoscenza a Mambretti, il calcolo che mostra la estrema gravità della situazione di Sorgenia Puglia e dove si chiede l’esibizione della mail di un anno prima, 2 Maggio 2012, trasmessa alle ore 12,52 a Mambretti e Perrain.

Riceve una risposta evasiva e pochi giorni dopo viene licenziato, con la motivazione generica e palesemente falsa secondo cui  questo avverrebbe“per una riorganizzazione che non rende più disponibile la posizione ricoperta dal Dr.Rolle”

Con la assai magra consolazione di essere contemporaneamente informato del licenziamento, formalizzato qualche ora prima, del Dr. Nucara, cioè del principale responsabile dello sfacelo che lui aveva segnalato.

Entro un paio di giorni dal licenziamento di Rolle, il Perrain viene promosso Responsabile nel CIB Italia di tutte le linee di business ricadenti nell’area Structured Finance, tra le quali rientra anche Project Finance.

E proprio negli stessi giorni il default della Sorgenia Puglia trascina l’intero Gruppo Sorgenia verso l’insolvenza, col blocco di tutti i pagamenti dovuti sia a BNL che ad altre banche.

Come definire tutto questo ?

Noi semplicemente lo definiamo MAFIA, senza virgolette.

MAFIA che ha finanziato, creando gravi danni ai conti aziendali ed alle tasche del lavoratori della BNL e del Gruppo, con anni di conseguenti tagli sul VAP, situazioni in larga parte altrettanto MAFIOSE.

E un MAFIOSO conclamato era senz’altro NUCARA.

Ma non meno MAFIOSI sono stati tutti quelli che l’hanno portato a quegli assurdi livelli decisionali, lo hanno protetto, promosso e coccolato, in primis quindi i vertici aziendali e del Gruppo.

Così come è MAFIA tutta l’operazione che ha portato al licenziamento di Carlo Emilio ROLLE, a tutti i livelli, compresi gli esecutori “tecnici” materiali, dirigenti risorse umane, avvocati e consulenti vari.

E, per concludere, è oggettivamente MAFIA anche l’assoluto  ed OMERTOSO silenzio sindacale sulla vicenda.

E ADESSO DENUNCIATECI TUTTI !!!!!!!

Ma non lo avete mai fatto né lo farete, non volete fare arrivare queste notizie in posti dove poi dovreste difendervi e giustificarvi. 

M A F I O S I !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

E ovviamente NON FINISCE QUI’ !

24 Ottobre 2015

InfoAut BNL

V_cucina.jpg

Bookmark and Share