22 aprile 2018. Il movimento No Pfas unito accerchia la Miteni

Difendiamo "Madre Terra". Giornata contro i "crimini ambientali".

18 / 4 / 2018

Il 22 aprile 2018 a Trissino (VI) sarà una grande giornata di incontro, relazioni, mobilitazione – per la prima volta centrata sul concetto di crimine ambientale – nell'Earth Day. Davanti alla fabbrica Miteni - principale responsabile dell'inquinamento da Pfas della falda acquifera che fornisce di acqua più di 300 mila persone tra le province di Vicenza, Verona e Padova – sono attesi ospiti, associazioni, gruppi, comitati, movimenti da tutta il Veneto, da varie parti d’Italia, e non solo. Di seguito l’appello della giornata.

«La Corte penale internazionale dell’Aia ha annunciato che perseguirà i crimini ambientali come crimini contro l’umanità».

Domenica 22 aprile 2018, nella giornata Mondiale della Terra, il movimento No Pfas unito presenta:

Difendiamo “Madre Terra”. Prima giornata nazionale contro i crimini ambientali

Nella terra simbolo del disastro ambientale si riuniscono tutte le forze, le associazioni, i comitati, i gruppi, i movimenti che stanno lottando per la difesa dei territori. Una giornata intera dedicata al confronto, al dialogo, allo scambio, all’accerchiamento simbolico della fabbrica ritenuta dagli inquirenti la responsabile numero uno del più grande inquinamento dell’acqua mai avvenuto nella storia d’Europa: l’inquinamento da PFAS. Musica, concerti, giochi di strada, banchetti informativi, mostre, buone pratiche, momenti di riflessione e di raccoglimento, laboratori, conferenze, testimonianze dalle terre martoriate di tutta Italia: tutti insieme per iniziare un nuovo percorso dove il crimine ambientale* non sarà più tollerato. Offrendo nuovi percorsi di civiltà che affermino senza riserve che la Terra madre, l’ambiente, l’attenzione sui cambiamenti climatici, sui danni alla salute, su tutte le specie viventi, “le nostre sorelle e i nostri fratelli”, saranno sempre al primo posto delle nostre valutazioni. Prima del lavoro. Prima dell’economia. Prima di ogni nostra azione egoistica.

Una grande assemblea popolare “sulla strada”, in difesa dei diritti primari; un esercito di cittadinanza attiva contro il crimine ambientale.

22 aprile: Dalle Terre di Palestina e Israele, dai territori dove l’acqua è sacra, rara, e soprattutto ostaggio delle guerre, arriva come ospite speciale, Yael Deckelbaum, cantante e attivista, autrice della Preghiera delle Madri, divenuta simbolo mondiale della lotta per la pace delle madri e del movimento internazionale delle donne e per i diritti umani. Interverranno artisti locali e nazionali, tra cui il gruppo Valincantà e altri ospiti della cultura d’impegno, in via di definizione. Durante la giornata testimonianze da tutta la Regione Veneto e da altre zone d’Italia soggette a crimini ambientali. Ampi parcheggi in zona e una strada interamente dedicata ai gazebo dei gruppi/comitati/associazioni/movimenti. Anche in caso di pioggia, su terreni coperti! Presso la Zona Industriale fronte Miteni, Trissino.
Mappa > https://goo.gl/maps/rok86QZsK3M2

Gruppi organizzatori: Mamme No Pfas e Genitori Attivi Zone Contaminate, Acqua Bene Comune Libera dai Pfas, Rete Gas Vicentina, Cillsa, Climate Defense Units, Medici ISDE, Medicina Democratica, Legambiente, Greenpeace e tutti i comitati/gruppi delle province contaminate del Veneto riunitisi nell’assemblea di Bonavigo del 21 febbraio 2018.

Evento Facebook: Difendiamo MADRE TERRA. Giornata contro i Crimini Ambientali

- Leggi la call for action delle Climate Defense Units.

- Leggi tutti gli articoli sulla Miteni e sul Pfas

Bookmark and Share