Le cariche "tecniche" della polizia

Alla protesta si risponde con i manganelli

6 / 10 / 2012

L''intervento della polizia ieri in diverse piazze italiane contro giovani studenti che manifestano è inacettabile.

Poliziotti con manganelli, girati peraltro al contrario in modo da poter fare più male come denunciano i manifestanti, che picchiano, trascinano, si accaniscono contro dei ragazzi, che protestano per i tagli alla scuola e alla formazione inserendoli nell'insieme delle scelte operate dal governo di attacco ai diritti sociali complessivi.

I tentativi di giustificare le cariche sono ancora più inacettabili: andare a protestare sotto una Regione come quella lombarda, voler protestare sotto un Ministero o tirare uova ed ortaggi è il minimo che possa accadere in questo momento.

Le immagini di ieri fanno il paio con le cariche degli operai Alcoa sotto il Ministero del Lavoro alcune settimane fa, si collegano con un costante tentativo di azione repressiva contro chi protesta. Si arriva adirittura al punto di vietare le manifestazioni preventivamente come all'Aquila ieri in occasione della visita della Fornero.

Come si può pensare che in una situazione resa sempre più grave socialmente dalle scelte fatte dal governo tecnico di Monti ed impresentabile dal punto di vista dell'azione della casta non cresca la protesta sociale?

Le vicende di ieri dimostrano come il governo Monti pensi di trasformare "tecnicamente" ogni protesta in materia di ordine pubblico.

Questo non può passare!

Bookmark and Share