Milano - Contestata la ministra Fedeli

22 / 11 / 2017

La Ministra Fedeli contestata all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Bicocca di Milano. Articolo tratto da Milano in Movimento.

Le parole d’ordine contro l’alternanza scuola-lavoro continuano a risuonare forti nelle scuole milanesi.
Dopo il corteo del del 13 Ottobre e le azioni di venerdì scorso che hanno coinvolto alcune aziende come ZARA e McDonald’s, accusate da studenti e studentesse di utilizzare in maniera massiccia l’alternanza oggi il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca della Repubblica Italiana Valeria Fedeli è stata contestata durante l’inaugurazione dell’Anno Accademico 2017/2018 nell’Aula Magna dell’Università Bicocca.

Il mondo studentesco milanese, tra cui Rete Studenti Milano e Casc Lambrate e alcuni precari e lavoratori della scuola, hanno giocato d’astuzia riuscendo, nonostante un tentativo di carica, ad aggirare il dispositivo poliziesco ed entrare all’interno dell’ateneo.
Non è la prima volta che l’Università Bicocca è palcoscenico di contestazioni al mondo della politica. Nel Maggio 2015 era toccato al Ministro Giannini, quella della “Buona Scuola” essere contestata e per quei fatti ricordiamo che 8 studenti e studentesse sono sotto processo.

Milano

Entrati in Bicocca i ragazzi e le ragazze si sono mossi in corteo per i corridoi dell’università riuscendo a raggiungere l’Aula Magna dove era in corso la cerimonia. Tanti gli slogan contro l’alternanza scuola-lavoro tra cui un potente e ritmato: “A lavorare gratis non ci sto!!”. E’ evidente che la prospettiva di una vita di precarietà che inizia a palesarsi già dalle scuole superiori non piace a nessuno.

L’Aula Magna era blindata e a questo punto è iniziato un vero e proprio “assedio” che alla fine è risultato vittorioso.

Gli studenti sono riusciti ad entrare nell’aula gremita e un ragazzo della Rete Studenti Milano ha preso la parola dal palco spiegando le ragioni della contestazione.

Bookmark and Share