Piacenza - La polizia carica i lavoratori che bloccano l'ingresso dell'area IKEA

2 / 11 / 2012

Caricati violentemente dalla polizia i lavoratori, in gran parte migranti, della CGS, consorzio che raggruppa cooperative che lavorano a movimentare le merci della multinazionale svedese, che bloccavano l'ingresso del centro smistamento Ikea.

E' una vertenza che dura da tempo. Come in molti altre situazioni lavorative collegate alla logistica le condizioni lavorative sono di assoluta precarietà. A questo va aggiunto la persecuzioni nei confronti dei lavoratori più impegnati nella difesa dei propri diritti.

Scatole cinesi fatte da cooperative che impongono condizioni di lavoro sempre più dure e che lasciano il commitente, in questo caso l'Ika, formalmente libera da ogni responsabilità.

Per questo stamattina era stato deciso un blocco all'entrata. La polizia ha caricato diverse volte il presidio per garantire l'ingresso, colpendo violentemente i lavoratori e chi era andato a portare solidarietà alla mobilitazione.

Ancora una volta una vertenza sociale viene trasformata in problema di ordine pubblico.


Cronaca tratta da Il Piacenza.

Aggiornamento ore 18: Prime indiscrezioni dal tavolo in corso dalle 15 a Palazzo Farnese. Si è deciso per la sospensione della protesta davanti all'Ikea a Le Mose in attesa dei prossimi incontri tra le parti previsti per la prossima settimana, così dicono i rappresentanti sindacali dei Cobas.

Aggiornamento ore 16: E' in corso a Palazzo Farnese un incontro tra il sindaco Paolo Dosi, l'assessore Luigi Rabuffi, i rappresentanti sindacali, e il consorzio che gestisce i facchini e i lavoratori all'Ikea di Piacenza

Aggiornamento delle 12,47: La situazione è tornata alla calma. Le cariche della polizia sono terminate. Ci sono stati alcuni contusi che sono stati portati in ospedale dal 118, ma nessuno si trova in pericolo. Sul posto, durante gli scontri, c'erano il sindaco Paolo Dosi, il questore Calogero Germanà e il comandante provinciale dei carabinieri Paolo Rota Gelpi. Da poco è arrivato sul posto anche un funzionario del consolato egiziano per un colloquio.

Aggiornamento delle 11,27: La polizia e i carabinieri hanno caricato i manifestanti e li stanno disperdendo. Sono stati lanciati anche i lacrimogeni, mentre il battaglione e il reparto mobile hanno respinto i manifestanti verso via Torre della Razza. Qui il video degli scontri. Ci sono stati anche lanci di oggetti.

Aggiornamento delle 10,15 E' arrivato il sindaco Paolo Dosi che ha parlato con i lavoratori: «Sono a conoscenza della situazione e mi faccio garante per un incontro che avverrà oggi stesso».

Momenti di alta tensione da questa mattina presto davanti ai cancelli dell'Ikea al polo logistico. Un centinaio tra facchini delle cooperative, simpatizzanti e giovani della sinistra locale hanno bloccato uno degli ingressi sdraiandosi davanti al cancello per impedire l'ingresso di tre pullman di lavoratori che invece avrebbero voluto entrare per lavorare regolarmente. Sul posto anche l'assessore Luigi Rabuffi e il sindaco Paolo Dosi insieme al questore Calogero Germanà. I pullman sono poi entrati da un ingresso secondario.

Bookmark and Share