Rimini - Report video iniziative FuckFascism & Austerity verso il #14Nov

Rimini - L'Otto contro ForzaNuova. Cronaca della giornata dell'8 novembre

Dopo le tante azioni di boicottaggio mediatico di questi giorni denominate #occupyHotelVannucci l'hotel annualla la disponibilità di ospitare il convegno. Nonostante i divieti e le prescrizioni, i manifestanti riescono a riprendersi le strade della città.

8 / 11 / 2012

Aggiornamenti
ore 20.30 Il corteo ritorna in piazza Marvelli, l'incrocio verso il lungomare, importante snodo stradale,viene bloccato per alcuni minuti, gli attivisti rilanciano verso lo sciopero generale del #14N #occupyeurope
ore 20.10
Il corteo, dopo il blocco, si muove sul lungomare per transitare davanti al Rose & Crown, pub in cui nell'estate del 2011 è stato aggredito e picchiato da naziskin legati a FN, Abdel giovane ragazzo tunisino. Qui diversi interventi hanno ricordato Abdel e la gravità di questo episodio. Noi non dimentichiamo!
ore 19:40
Il corteo arriva in Piazza Pascoli e qui un ingente dispiegamento di poliza blocca la prosecuzione dle corteo verso il Club Shibuy. I manifestanti decidono di mantenere il blocco del piazzale, provocando un grosso ingorgo
ore 19:10
Il corteo prosegue sul lungomare tanti gli interventi e gli slogan
ore 18:50
Gli studenti medi durante il corteo hanno fatto alcune azioni di attacchinaggio sui negozi chiusi e colpiti dalla crisi. I manifesti recitavano "Fuck austeriy Fuck Fascism #occupyEurope"
ore 18:45
Il corteo si muove nonostante le prescrizioni della Questura, dopo diverse trattative alla presenza del Consigliere comunale Fabio Pazzaglia
ore 18:00
Al concentramento di piazza Marvelli tanti i cittadini e le cittadine che hanno risposto all'appello "L'Otto contro ForzaNuova", ci riprenderemo le strade che sia il centro storico o le periferie, non esistono zone morte nella città, dicono dal sound.
ore 17:00:
ForzaNuova ha dovuto ripiegare all'ultimo minuto su una delle loro tane, ovvero il "Club Shibuy" di viale Manotova, gestito da Ludovico Ciccarelli, affiliato a ForzaNuova e "istruttore" dei campi di addestramento che ForzaNuova organizza periodicamente a Predappio.
ore 16:00 
grazie all'azione #occupyHotelVannucci, la struttura ha disdetto l'ospitalità per il convegno con Fiore, che non è stato annulato ma spostato presso una delle loro tane.Siamo sicuri che nessun altro albergo del territorio ospiterà questo convegno, questo grazie all'azione di massa e collettiva con il mailbombing. Una prima grande vittoria. Fra poco il corteo...

Comunicato No alle zone rosse

Manca poco al corteo cittadino "L’Otto contro Forza Nuova" promosso dalla Campagna No nazi in my town in occasione del convegno organizzato da Forza Nuova a cui sarà presente anche Roberto Fiore.
Non dimentichiamo quello che Forza Nuova ha prodotto nel nostro territorio dal 2004 ad oggi in termini di aggressioni, attacchi violenti a soggettività politiche che si battono quotidianamente per costruire una città aperta e solidale e nei confronti di migranti, scritte e gesti intimidatori, etc.. come bene abbiamo riportato nel Dossier consegnato lo scorso sabato durante l'azione #occupyHotelVannucci al Direttore della struttura e ai giornalisti presenti alla conferenza stampa. Allo stesso tempo stiamo vedendo concretizzarsi in Grecia quello che da tanto ormai diciamo, di come cioè la crisi che sta attraversando alcuni stati europei in particolare, in questi anni, funga da terreno assai fertile per la nascita e l’ascesa di movimenti xenofobi, razzisti e violenti caratterizzati tutti dall’individuare nell’altro, nel soggetto debole e vulnerabile, la causa di tutti i mali.
E’ questo quello che andranno a divulgare giovedì sera all’interno della sala congressi dell’Hotel Vannucci Roberto Fiore e gli altri neonazifascisti. Di proposte di fuoriuscita dalla crisi che, nascondendosi dietro il paravento della “rivoluzione”, del contrasto alle banche e alle politiche europee, tracciano in realtà un quadro ben preciso che parla di riduzione degli spazi di democrazia e libertà, di odio verso l’altro, di istanze e pratiche razziste e discriminatorie, insomma l'ultima difesa del capitalismo in crisi.
Il 14 novembre in molti Paesi europei, tra cui anche il nostro, movimenti, cittadini, sindacati proveranno a costruire un’altra Europa, reclamando nuovi diritti, nuove forme di welfare e reddito, centralità dei cittadini nelle scelte che interessano i territori in cui vivono, nuovi saperi di qualità ed accessibili a tutti e tutte. E’ con questo spirito, e con la gioia e la determinazione che ci contraddistinguono, che giovedì 8 novembre daremo vita, insieme a tutte le soggettività che decideranno di esserci e non delegare, ad una giornata di mobilitazione contro ForzaNuova e verso lo sciopero generale del 14 novembre. Riscontriamo, tuttavia, ancora una volta nel nostro territorio, a differenza di quanto sta accadendo nella città di Modena che vede una mobilitazione comune di tutti e tutte gli/le antifasciste contro la presenza di Fiore il giorno 9 novembre, una latitanza vergognosa di certi apparati partitici e associativi, incapaci di cogliere la centralità della pratica antifascista nella costruzione di un'alternativa a questo cupo presente.
E’ di poco fa, infine, la notizia che la questura ha posto delle prescrizioni limitative al percorso richiesto. Sarà istituita una zona rossa intorno a piazza Marvelli, luogo di ritrovo della manifestazione e luogo in cui la scorsa estate Abdel, giovane ragazzo tunisino, è stato aggredito da un gruppo di nazi legati a ForzaNuova. Inoltre la città nella zona mare sarà completamente militarizzata con un ingente dispiegamento di forze dell'ordine. Noi non accettiamo altre zone rosse, oltre quelle che ci vengono imposte tutti i giorni sulle nostre vite. Così come non accettiamo di restare fermi in una piazza ma vogliamo riprenderci le strade e manifestare il nostro dissenso nelle forme che da sempre hanno contraddistinto questa campagna: pubbliche, comuni e condivise.
CAMPAGNA NO NAZI IN MY TOWN
campagna.nonazinmytown@gmail.com

Bookmark and Share