Rimini - L'Otto contro ForzaNuova

Le giornate di iniziativa contro il convegno di FN e Fiore si inseriscono come tappe territoriali di avvicinamento allo sciopero europeo del 14 novembre

3 / 11 / 2012

Dopo l'azione di oggi pomeriggio è stata lanciata la mobilitazione territoriale per l'8 novembre, sempre che il convegno non venga annullato a seguito dell'iniziativa di oggi e delle azioni di boicottaggio mediatico della struttura alberghiera.

Comunicato #FuckFascism #FuckAusterity

Per un’Europa di diritti contro Forza Nuova e austerità!

In tutta Europa si osserva un’ascesa dei movimenti e delle ideologie razziste propagandate da realtà post fasciste molto variegate. In Italia Forza Nuova fatica a trovare una sua collocazione e rappresentanza se non cavalcando i leitmotiv dei fascisti europei, ovvero mostrarsi come il difensore più puro dell'identità nazionale e come realtà antisistema. Ma come ci restituisce la storia del secolo scorso sappiamo bene qual'è sempre stato il loro ruolo, “l’ultima linea di difesa, la più estrema, del sistema economico capitalistico in crisi.

Dall'altro lato in tutta Europa movimenti, cittadini e sindacati si stanno preparando ad una grande giornata di iniziativa e di lotta europea anticapitalista e quindi antifascista per il 14 novembre. Un general strike europeo contro le politiche di austerità imposte dal Fmi, dalla Bce e dalla Troika che stanno impoverendo migliaia di persone oltre che privarle dei diritti più elementari. È infatti proprio in fasi di crisi come questa, dove le infrastrutture pubbliche e il welfare vengono distrutti, che i movimenti di estrema destra provano a fare proselitismi. Intrecciando la loro bieca ideologia negazionista, iper razzista e xenofoba, ad analisi socioeconomiche semplificate sulla fase e sulla necessità di ritornare a regimi protezionisti e nazionalisti contro il nemico, “l'altro” che a volte ha il volto del migrante, oppure del rom, oppure ancora dell'omosessuale. Un nemico, insomma, che cambia a seconda della loro propaganda goffa e semplificata e del loro tornaconto politico e pseudo aggregativo.

In questo quadro si colloca il convegno organizzato da Forza Nuova per giovedì 8 novembre presso l'Hotel Vannucci di Rimini dal titolo “Crisi economica e crisi della nazione. Quale futuro?” e che vedrà come “gran ospite” della serata Roberto Fiore.

Per queste ragioni siamo qui oggi ad occupare simbolicamente l'hotel Vannucci di Rimini e a presentare un dossier su Forza Nuova e sul suo segretario Roberto Fiore. È inaccettabile che una struttura recettiva del territorio, come l'Hotel Vannucci, che usufruisce come tutti gli altri hotel riminesi della promozione turistica offerta dall'APTe sostenuta con fondi pubblici e quindi anche nostri, accetti di ospitare questa organizzazione neofascista dando, pertanto, legittimità a chi cavalca la crisi e la postdemocrazia facendo dell'odio verso i diversi e le pratiche di violenza fisica e attacchi alle persone (come testimoniano i molti episodi accaduti anche in questo territorio) la propria ragione di essere.

Chiediamo pertanto al proprietario dell'hotel Vannucci di annullare la sua disponibilità ad ospitare presso la propria struttura questa organizzazione. Se così non fosse il proprietario dell'hotel Vannucci accetterà di barattare il rispetto della dignità umana e della storia passata per un proprio tornaconto economico.

Noi da parte nostra faremo il possibile nei prossimi giorni, attraverso azioni di sensibilizzazione sulla cittadinanza e le attività commerciali della zona, perché questo convegno non trovi spazi nella nostra città, così come metteremo in campo azioni di boicottaggio intensive sui portali turistici contro questa struttura alberghiera.

Invitiamo inoltre i cittadini di Rimini a partecipare alla manifestazione di giovedì 8 novembre alle ore 18.30 “L'otto contro Forza Nuova” che partirà da piazzale Marvelli (ex piazza Tripoli) e che attraverserà Marina centro fino all'hotel Vannucci, per gridare con forza che Rimini è una città aperta, solidale e antifascista e non accetta chi fa leva sulla crisi e sulla paura per infondere odio, intolleranza e violenza come ultima difesa del capitalismo al collasso.

CAMPAGNA NO NAZI IN MY TOWN - campagna.nonazinmytown@gmail.com

Bookmark and Share