Sandrigo (VI)- ADL Cobas blocca lo sfratto di una famiglia

Sandrigo (VI)- ADL Cobas blocca lo sfratto di una famiglia con minorenni

Dopo aver ottenuto il rinvio dello sfratto al 22 Gennaio gli attivisti con la famiglia hanno incontrato l'Assessore ai Servizi Sociali.

20 / 11 / 2012

Questa mattina come ADL Cobas e CS Bocciodromo abbiamo bloccato uno sfratto per morosità di una famiglia albanese con due figli minorenni di uno e tre anni, residente a Sandrigo, in provincia di Vicenza. Il padre rimasto senza lavoro e data la situazione di crisi economica non riuscendo a trovarne un altro, non poteva più pagare l'affitto. Inoltre il suo ex datore di lavoro è  sparito e non gli ha pagato i mesi per i quali ha lavorato per lui. L'ufficiale giudiziario dietro la pressione degli attivisti dell'Adl Cobas, ha deciso di concedere un rinvio dello sgombero al 22 Gennaio 2013.

Dopo essere riusciti ad ottenere una proroga dello sfratto, siamo andati in Comune di Sandrigo, insieme Darvishi Mentor, il padre dei due figli piccoli, per avere un incontro con l'assessore ai servizi sociali. Abbiamo descritto la situazione in cui si trova questa famiglia e chiesto affinché venga trovata una soluzione prima della data del secondo accesso di Gennaio. Abbiamo anche fatto notare come la situazione di stallo da parte del Comune sta andando avanti da troppo tempo e che non possiamo accettare i continui rimpalli da un ufficio all'altro. L'assessore ha garantito che entro una settimana troverà, insieme al sindaco, una sistemazione per la famiglia di Mentor. Noi abbiamo ribadito più volte che se l'impegno non verrà rispettato torneremo di nuovo in Comune perché la situazione venga sbloccata.

Il caso di questa famiglia è solo uno dei tanti che esistono a Vicenza e in provincia riguardo alla questione abitativa. La crisi porta le aziende a chiudere o a licenziare i propri lavoratori che così si trovano a non avere più un reddito con cui poter vivere dignitosamente. Una volta perso il posto di lavoro il primo problema che si presenta è quello della casa. Non essendoci più entrate le famiglie non riescono a pagare l'affitto. I proprietari di casa chiedono lo sfratto e le persone molto spesso rischiano di trovarsi per strada. I comuni propongono come unica soluzione la separazione della famiglia collocando la madre e i figli in una struttura e il padre invece costretto ad arrangiarsi. Oppure vengono spesi migliaia di euro per alberghi e soluzioni tampone quando invece basterebbe assegnare loro le case comunali che spesso rimangono vuote.

I nostri sportelli ADL Cobas al Bocciodromo a Vicenza, all'Arcadia di Schio e a Montecchio Maggiore sono aperti a tutti quelli che hanno problemi abitativi e decisi a portare avanti le campagne di mobilitazione su l tema della casa e del reddito.

ADL Cobas Vicenza e provincia

CS Bocciodromo

Bookmark and Share