Sardegna - Gli operai Alcoa si scontrano con la polizia

Hanno sfondato le recinzioni del luogo dell'incontro con il Ministro Passera e Barca davanti alla miniera Serbariu

13 / 11 / 2012

Un gruppo di operai Alcoa ha sfondato le recinzioni, scontrandosi con la polizia, davanti all'ingresso della  Grande Miniera di Serbariu stavano arrivando il Ministro Passera e Barca.

RASSEGNA STAMPA

Da Lettera 43

Scontri tra operai dell'Alcoa e forze dell'ordine si sono verificati il 13 novembre a Carbonia (guarda il video).
Poco prima dell'arrivo dei ministri Corrado Passera e Fabrizio Barca, attesi per una serie di incontri istituzionali sulla vertenza Sulcis, un gruppo di lavoratori ha sfondato le recinzioni e si è scontrato con la polizia in tenuta antisommossa, che presidiava l'ingresso della Grande Miniera di Serbariu dove sono previsti gli incontri.
Sono stati scoppiati alcuni petardi e urlati slogan contro l'Alcoa, la multinazionale Usa che ha chiuso la fabbrica di Portovesme.
Alcuni poliziotti sono stati colpiti da palloncini colorati che hanno imbrattato di vernice rossa le loro tute e gli scudi.
RITARDO DI UN'ORA. L'arrivo dei rappresentanti del governo Monti è stato ritardato di un'ora per aspettare che si placasse la tensione.
Roberto Forresu, segretario provinciale della Fiom, ha detto: «Come sindacati stiamo lavorando per sedare gli animi, per garantire lo svolgimento dell'incontro, a noi interessa la firma sul protocollo».
TENTATA INVASIONE AL VERTICE. Successivamente, un gruppo di operai ha invaso il piazzale antistante la sala dove si stava svolgendo il vertice, tentando di sfondare la vetrata d'ingresso. Sono state anche fatte scoppiare alcune bombe-carta.

Martedì, 13 Novembre 2012

Da La Nuova Sardegna

CARBONIA. Scontri davanti alla miniera di Serbariu dove è previsto l’arrivo dei ministri Barca e Passera. Poco prima dell’arrivo dei ministri Passera e Barca e del sottosegretario De Vincenti, attesi a Carbonia per una serie di incontri istituzionali sulla vertenza Sulcis, un gruppo di operai dell’Alcoa ha sfondato le recinzioni e si è scontrato con le forze dell’ordine in tenuta antisommossa, che presidiavano l’ingresso della Grande Miniera di Serbariu dove si svolgeranno gli incontri.

Sono stati scoppiati alcuni petardi e urlati slogan contro l’Alcoa, la multinazionale Usa che ha chiuso la fabbrica di Portovesme. Dopo gli scontri tra un gruppo di operai dell’Alcoa e le forze dell’ordine in tenuta antisommossa, secondo quanto si è appreso, l’arrivo dei tre rappresentanti del governo Monti è stato differito (sono infatti già arrivati all’aeroporto di Cagliari Elmas) fino a quando la situazione non tornerà alla normalità.

Alcuni poliziotti sono stati colpiti da palloncini colorati che hanno imbrattato di vernice rossa le loro tute e gli scudi. Continuano ad esplodere petardi mentre la polizia ha disposto un ulteriore cordone di protezione con diversi cellulari blindati. I manifestanti più accesi sono giunti dalla vicina fabbrica di Portovesme, ma le vertenze industriali in atto riguardano tutto il Sulcis iglesiente ed è proprio per questo motivo che oggi sono attesi a Carbonia i due ministri ed il sottosegretario.

Bookmark and Share