Spending review – Continua la lotta dei lavoratori della Coopservice a Este e Monselice

12 / 9 / 2012

Lo Spending Review si sta abbattendo su enti e servizi pubblici causando disservizi e disagi che come sempre ricadranno sugli utenti e i lavoratori.

Non fa certo differenza la sanità dove anzi tra tagli agli ospedali e alle Ulss la situazione sia lavorativa di addetti  è di fatto destinata a un grave disagio e in generale a un deterioramento che stà portando al licenziamento di unità lavorative o alla rescissione dei contratti con cooperative esterne. 

Con la “Spending review”, attraverso cui lo stato intenderebbe colpire “gli eccessi di spesa”, nella realtà dei fatti la legge si traduce in semplici “tagli lineari” ossia l’eliminazione di una percentuale della voce di costo, senza preoccuparsi del modo in cui questo taglio inciderà sulla qualità del servizio.

Ed è esattamente ciò che l’Ulss 17 dispone, attraverso una lunga lista di aree su cui intervenire con le riduzioni, che corrisponde praticamente a tutto l’ospedale, compreso il sanitario (degenza, pronto soccorso, sale operatorie, rianimazione ecc.), stando a quanto  riferisce la Coopservice con la conseguente ricaduta sulla consistenza del personale addetto, quantificato in oltre 15 esuberi.
Questo il quadro prospettato ai rappresentanti sindacali dai responsabili della cooperativa, nell’incontro avvenuto mercoledì 22 agosto durante il quale veniva comunicata anche l’imminente attivazione di tali riduzioni. Sembra, intatti, che l’Ulss 17 l’abbia imposta già dal primo settembre 2012.

Si è svolta nella giornata di ieri, Martedì 12 Settembre, una nuova iniziativa che ha visto coinvolto il personale che svolge il servizio di pulizie nell’ Ulls 17. In contemporanea, davanti agli ospedali di Monselice ed Este, i lavoratori hanno fatto un volantinaggio per continuare ad informare la cittadinanza e sollecitare nua risoluzione positiva della vicenda, che vede un tentativo di tagli feroci e riduzione del servizio, mettendo così, anche a rischio igiene le strutture sanitarie.Una buona risposta da parte dei cittadini, come si era già verificato Lunedì durante il volantinaggio nel mercato settimanale.

Durante l’ iniziativa, i lavoratori supportati dall’ Adl Cobas, hanno svolto una conferenza stampa e attaccato degli striscioni sulle mura delle strutture.

Ma le iniziative continueranno nei prossimi giorni. E’ previsto infatti per domani un incontro con la Coopservice, la cooperativa che gestisce l’ appalto del servizio di pulizie e che sta mettendo in pratica i tagli promessi dalla revisione. L’ intento è sicuramente quello di tenere alta l’ attenzione sui tagli e fare in modo che questi non incidano minimamente sui servizi e i contratti dei lavoratori. E’ prevista per i prossimi giorni, anche una raccolta firme, che coinvolga più possibile la cittadinanza e le istituzioni dei due comuni.

Bookmark and Share