Treviso - 14N Corteo coordinamento sudentesco

Tribuna di Treviso 15.11.2012

Treviso - 14N Blitz del Coordinamento studentesco e ADL Cobas

Contro-corteo degli studenti del Coordinamento e incursione in piazzetta Moro I clienti in fuga dal retro.

15 / 11 / 2012

Uova marce contro Unicredit. Ingresso sigillato simbolicamente e cartelli contro il sistema bancario. E una tappa davanti alla sede dell’Inps per rivendicare il reddito di cittadinanza, ammortizzatori sociali generalizzati che garantiscano una vita degna a tutti: giovani, precari, anziani.

 È il contro-corteo nel giorno dello sciopero della Cgil contro l’austerità, organizzato dal Coordinamento studentesco e Adl Cobas. Una manifestazione nella manifestazione, spiega il Coordinamento, affinché la giornata di sciopero non si risolva in «una semplice commemorazione dei diritti perduti. Vogliamo trasformare questo appuntamento europeo in una giornata di rivendicazione».

Fin da subito, dalla stazione dei treni dove ieri mattina era iniziata la manifestazione, il gruppo aveva cercato di prendere la testa del corteo, ma gli era stato impedito da alcuni membri della Cgil. Giunti in piazza dei Signori, i manifestanti hanno deciso di disertare il comizio preferendo manifestare per le vie della città, andando a “colpire” la sede centrale dell’Unicredit in piazzetta Aldo Moro, lanciando uova marce sulla vetrata, sigillandone simbolicamente l’ingresso, attaccando cartelli con scritto “Save school not banks”. Stupore e qualche timore da parte di chi era all’interno dell’ufficio. La banca è stata costretta a chiudere la porta d’ingresso principale e far uscire ed entrare i clienti da un ingresso laterale per ripulire il disastro. «Unicredit e tutto il sistema bancario e finanziario sono i responsabili di questa crisi, hanno speculato e continuano a speculare sulla vita di milioni di persone e pretendono che siano i cittadini a risanare i loro bilanci pagando costi sempre più pesanti», ha spiegato il Coordinamento. Analoga azione è stata tentata a Montebelluna contro Veneto Banca, ma qui i carabinieri sono intervenuti prima del lancio. La contro-manifestazione ha poi proseguito con il corteo per le vie del centro, arrivando fino alla sede dell’Inps. La Digos indaga sull’accaduto.

Tribuna Treviso 15.11.2012

Bookmark and Share