Ende Gelände 2018. Uscire dal carbone, 'Hambi' rimane!

«A ottobre torniamo nella foresta di Hambach, il luogo della resistenza contro la distruzione delle foreste per salvare il clima!»

27 / 7 / 2018

Dopo l’enorme successo delle iniziative dello scorso novembre contro la miniera di Hambach, in Renania, Ende Gelände pubblica una call for action per la fine di ottobre. Lo scopo, ancora una volta, è bloccare i lavori della miniera più grande d’Europa e impedire l’annuale attività di disboscamento della foresta di Hambach. Per altre informazioni consulta il sito di Ende GeländeQui tutti gli articoli su Ende Gelände.

Il carbone deve rimanere nella terra per evitare una catastrofe climatica. Tutti lo sanno, ma non succede nulla. Il governo federale della Germania continua a sostenere le industrie che distruggono il clima. Ancora peggio, il governo ignora i propri obiettivi climatici (che in ogni caso sono inadeguati). Invece di chiudere le centrali a carbone immediatamente si perde tempo prezioso con l’installazione di una commissione che è piena di gente che non vuole abbandonare l’energia del carbone. Ma non c’è più tempo da perdere: tante persone soffrono già ora di siccità, perdono le loro case a causa del tempo estremo e muoiono di fame e per infezioni legate al clima. Per questo a nostra missione è fermare la distruzione del clima nel luogo in cui viene prodotto.

'Ende Gelände' vi invita alla foresta di Hambach nell’ottobre 2018 per opporci all’estrazione del carbone e all'assurdo bisogno di crescita dell’industria del carbone. La miniera di lignite, che è vicina alla foresta, ogni giorno mangia una gran quantità di paesaggio. Solo una piccola parte della foresta, all’epoca una foresta enorme, è rimata intatta. Contemporaneamente, dopo il blocco della deforestazione avvenuto nel 2017, l'Hambi sta diventando un simbolo vivido della resistenza contro l'industria dell'energia fossile, con sempre più persone. Insieme a migliaia di persone sosterremo questa lotta per la giustizia climatica, con una grande azione di disobbedienza civile che avverrà in ottobre.

'Hambi' rimane là!

Per decenni la RWE (la maggiore compagnia elettrica tedesca) ha disboscato la foresta di Hambach, una delle foreste miste più antiche d'Europa, per estrarre la lignite. Numerose attiviste e attivisti difendono quello che rimane della foresta in loco, e si adoperano per il blocco immediato dell’estrazione del carbone. Con successo! Nell'autunno 2017, il nostro movimento per la giustizia climatica è riuscito a evitare lo sradicamento della foresta di Hambach per una stagione - a mezzo di procedimenti legali, dimostrazioni, occupazioni, case sugli alberi e blocchi. E lo faremo di nuovo!

La prossima stagione di disboscamento inizia in ottobre, e la RWE intende distruggere il bosco rimanente per estrarre ancora più lignite. Si tratta della parte centrale della foresta, che contiene quasi la totalità della biodiversità della foresta originaria. Ogni albero conta! A questo punto si delinea (nettamente) come l’economia orientata al profitto distrugge le basi vitali – nel Hambacher Forst ed in tutto il mondo.

Infatti, prima che il gruppo industriale di carbone iniziasse con l’estrazione della lignite, la foresta veniva usata dalla popolazione locale come patrimonio comune in modo ecosostenibile. Perciò la nostra resistenza è anche una protesta contro l’ingiustizia globale che viene prodotta dal capitalismo. Mentre i killer climatici continuano ad arricchirsi è la gente del sud del mondo, colpita da emarginazione e repressione, che sta soffrendo maggiormente le conseguenze della distruzione del clima. Anche in Germania c’è gente che sta affrontando problemi di ricollocazione e di espropriazione e che sta accusando danni alla salute. Non lo sopportiamo più!

La manutenzione del Hambacher Forst è la nostra misura urgente per (garantire) la giustizia del clima. Dal 25 al 29 ottobre ci mettiamo davanti al gigantesco macchinario di carbone che sta minacciando l’Hambi. E non basta: Veniamo per rimanere!

Insieme alla gente nella foresta e nei villaggi fermeremo la fonte d’anidride carbonica più grande d’Europa. Per una vita migliore per tutti, il carbone deve diventare storia!

La nostra modalità d’azione è un blocco di massa annunciato apertamente con vari modi di partecipazione. Agiremo in modo calmo e tranquillo, da parte nostra non partirà nessun’escalation, non mettiamo in pericolo la gente. Vogliamo creare una situazione trasparente per tutti i partecipanti, in modo pacifico e sostenibile.

A fine ottobre diremo: «Ende Gelände – Hambi rimane!». Il nostro obiettivo è la fine del carbone! Partecipate e bloccate con noi l’infrastruttura del carbone, per l’uscita immediata dal carbone, per la manutenzione della foresta, per la giustizia climatica!

Bookmark and Share