Siria - Almeno 30 morti in raid aereo su Azaz

Un Mig ha colpito la citta' vicino al confine turco, da dove partono i rifornimenti per i ribelli ad Aleppo. Un rapporto Onu condanna crimini del regime ma anche degli insorti

15 / 8 / 2012

Roma, 15 agosto 2012, Nena News - Sarebbero 30, secondo altre fonti 80, i siriani morti oggi in un bombardamento aereo avvenuto sulla cittadina di Azaz, nei pressi del confine con la Turchia.

Azaz, controllata dai ribelli, è una delle maggior fonti di rifornimento per l'Esercito libero siriano (Els), la milizia ribelle finanziata e aiutata da Turchia, Qatar, Arabia saudita e, pare, anche da paesi occidentali, che combatte contro l'Esercito regolare siriano.

È di cinque feriti invece il bilancio dell'attentato oggi in un parcheggio dello Stato maggiore dell'esercito siriano a Damasco, rivendicato dall'Esl, di fronte all'Hotel Dama Rose che ospita gli osservatori Onu, rimasti illesi. La bomba era stata piazzata dietro un camion cisterna.

Intanto il rapporto finale diffuso oggi dalla Commissione d'inchiesta dell'Onu sulla Siria, denuncia crimini di guerra e contro l'umanità commessi dal regime del presidente Bashar Assad ma anche dai ribelli. Nena News

Bookmark and Share