Ancora un teorema contro le lotte sociali

26/5/2011

L'ufficio del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Padova ha reso esecutive pesantissime misure restrittive della libertà personale nei confronti di sei attivisti del movimento padovano. Si tratta dell'obbligo di firma quotidiana e dell'obbligo di tornare a risiedere nelle proprie città di origine con contestuale divieto notturno e obbligo di firma per cinque studenti fuori sede iscritti all'Università di Padova.

I fatti che vengono contestati sono pubbliche manifestazioni di dissenso come le mobilitazioni contro la riforma imposta dal Ministro Gelmini, le contestazioni in occasione della presenza in città del Presidente del Consiglio Berlusconi, le proteste contro la militarizzazione del Bo, a cui hanno partecipato, in forma conflittuale, centinaia o migliaia di persone, oltre alla reazione nei confronti della provocazione attuata dalla Lega Nord che, da un banchetto posizionato a ridosso di una manifestazione autorizzata, invocava l'annegamento in mare dei profughi provenienti dalla Libia.

Anticipando ogni decisione giudiziaria sono state imposte misure che colpiscono studenti fuori sede costringendoli ad allontanarsi dalla propria Università. Un vero e proprio confino. L'espulsione di un gruppo di studenti dalla città in cui vivono, studiano ed in cui stanno cercando di costruire per loro e per altri un futuro migliore.

A loro viene contestata la sistematica presenza in occasioni in cui pubblicamente e da migliaia di persone è stato manifestato il dissenso.

Ancora una volta il clima politico di Padova viene avvelenato dal linguaggio dell'emergenza, dalla riproposizione della logica del “teorema”, secondo cui ogni accadimento conflittuale non può che essere eterodiretto, governato da pochi e dall'alto.

Incapaci di guardare ciò che avviene in questo paese, sembra che alcuni non conoscano altro modo per spiegare ciò che accade in questa città. Non solo a Padova ma ovunque ci sono manifestazioni di conflitto e dissenso, dalla lotte (bandiere alla mano) degli operai della Fincantieri contro la perdita del posto di lavoro, a quelle degli abitanti della Val di Susa contro la ripresa dei lavori della Tav, dai conflitti dei precari a quelli per l'accoglienza e la libertà dei migranti.

L'ultimo a riesumare vecchie ed obsolete teorie è l'On. Naccarato che in più occasioni ha riproposto il suo teorema, cercando di disegnare una realtà che nulla ha a che vedere con il mondo che ci circonda in cui il conflitto, l'espressione del dissenso, sono l'ordine del giorno di intere generazioni e comunità in rivolta.

Facciamo appello a tutti coloro che ancora ritengono che il dissenso sia il sale della democrazia perché prendano posizione e chiedano che queste misure preventive lesive della libertà personale degli studenti siano immediatamente ritirate, nel rispetto delle libertà democratiche e del diritto allo studio. Perché il diritto al conflitto ed al dissenso, anche il più radicale, sia restituito alla frequentazione di chiunque dia un senso alla propria vita attraverso l'attivismo politico.

Contro il confino, contro il sequestro degli attivisti, contro la criminalizzazione del conflitto sociale.

Perché Padova torni a essere una città degna.

Primi firmatari dell'appello:

Guido Viale - Paolo Benvegnù, segretario provinciale Rif. Com. - Gianni Belloni, Carta –  Marco Maggiori, Sindacato degli Studenti - Alisa Del Re, Docente Unipd – Sandro Chignola, Docente Unipd - Devi Sacchetto, Ricercatore Università di Padova – Silvio Lanaro, Docente Unipd - Luca Basso, ricercatore Unipd – Luca Casarini, Global Project - Luca Csasarini, Global Project - Marco Bersani, Attac Italia, Forum Movimenti per Acqua -  Alvise Sbraccia, Università di Bologna - Francesca Alice Vianello, Ricercatrice precaria Unipd -    Massimiliano Trentin, Università di Padova - Mario Varricchio, docente a contratto di Lingua Inglese, Università di Padova – Luca Bertolino, Razzismo Stop – Danilo Del Bello, SEL Padova - Roberto Verdi, Insegnante – Antonino Morvillo, Docente - Loop Rivista - Francesco Miazzi Consigliere Comunale di Monselice - Lorenza Favaro, RSU Poste – Alessandro Punzo, Circolo il Manifesto – Giuliana Beltrame, Circolo il Manifesto – Gianni Boetto Usb/adl - Rosa Maria Puca, Insegnante – Sadi Marhaba, Docente Unipd – Francesco Spagna, Docente Unipd – Leroen Vaes, Ricercatore Unipd – Patrizio Tressoldi, Docente Unipd - Gabriele Pillon, Circolo il Manifesto - - Giuseppe Zambon, Cobas scuola – Peggion Maurizio, Cobas Scuola – Vilma Mazza, YaBasta - Roberto Marinello, Medico - Alessandro Chieregato, CGIL Padova – Awad Bassima, Comunità Palestinese – Alberto Zancaglia, Biologo – Marco Scarcelli, Dottorando in Scienze Sociali Unipd – Francesco Lubian, Dottorando UniMc UniWien – Eugenio Pappalardo, Dottorando Unipd – Caterina Peroni Dottoranda Unipd - Luciano Ummarino Direttore editoriale di Loop (rivista)  - Tiziana Terranova, Università di Napoli - Claudio Cavallari, dottorando in filosofia, Università di Padova - Filippo Del Lucchese, Brunel University London - Alice Mattoni, Ricercatrice Precaria - Riccardo Laterza, Unione degli Studenti Trieste - Stefano Visentin Università di Urbino - - Giovanna Cavatorta, dottoranda in scienze sociali, Claudia Mantovan, ricercatrice Unipd - Vanessa Azzeruoli, dottoranda in scienze sociali Unipd - Ass. Altragricoltura Nord Est - Sportello Sociale Contro la Crisi di Este

Le firme raccolte, che verranno presentate nella giornata di mercoledì 1° giugno, hanno superato le 1200.

Per aderire all'appello

- puoi firmarlo in forma cartacea nei luoghi di aggregazione 

- puoi mandare una mail a info@realityshock.it oppure info@csopedro.it

FIRMARE L'APPELLO DIRETTAMENTE ON LINE

N.b.:- Per votare inserisci i dati nei campi contrassegnati e conferma il voto andando sulla tua mail aprendo il link inviatoti.

 

Totale firme: 1166

 

Firma la petizione

ATTENZIONE: Controlla bene l'indirizzo di posta che ci stai comunicando! Dopo aver compilato e inviato i tuoi dati, riceverai un'email con un link al nostro sito. Per confermare la tua sottoscrizione dovrai cliccare sul link, altrimenti il tuo nominativo non sarà conteggiato.

ATTENZIONE: I campi contrassegnati con un doppio asterisco sono obbligatori.

**

**

**

 

 

 

Ultime sottoscrizioni

21/6/2011 10:24 - Federica Tonellotto

17/6/2011 20:51 - Giulia Pittalis

17/6/2011 10:56 - Luciano Perbellini

16/6/2011 17:12 - Carmen Armaroli

12/6/2011 21:04 - Radi Pagani