Jesi (An) - Grande partecipazione alla presentazione di "Radio Senza Muri"

Il progetto di una radio comunitaria promosso da YaBasta! Marche

12 / 1 / 2012

Loscorso 28 dicembre al Palazzo die Convegni di Jesi (all'interno della Rasegna Malati di niente) si è tenuta la presentazione del progetto Radio Senza Muri. L'incontro ha visto una grande partecipazione, interesse e curiosità da parte della cittadinanza che ha seguito con estrema attenzione il film sui "Colifatos" di Buenos Aires.

LT 22 Radio la Colifata è il titolo del film documentario di Carlos Larrondo uscito nel 2008 con musiche di Manu Chao, film che narra l'esperienza dalla quale prende spunto il progetto radio jesino.

Nel luglio del 2011 l’ Associazione Ya Basta Marche ha partecipato al bando a scadenza unica del CSV (Centro Servizio per il Volontariato) delle Marche, presentando un progetto che aveva come obiettivo la creazione di una Radio Comunitaria nel territorio jesino.

Il progetto ha ottenuto il finanziamento richiesto ed ora Ya Basta! Marche insieme ad altre associazioni, enti locali e cooperative del territorio ma anche a livello nazionale è pronta per iniziare questa avventura.

Perchè fare una Radio Comunitaria? La Radio Comunitaria è intesa come luogo di incontro, di relazione nel territorio, dove, chi ne senta la necessità, può esprimere le proprie idee, i propri sentimenti e creare un vero confronto con la comunità. La Radio vuole avere una piena funzione sociale, farconoscere e stimolare la riflessione sui diversi temi che ci riguardano tutti e che ci fanno sentire appartenentialla stessa condizione umana. La Radio vuole essere un punto di incontro per persone che sono normalmente definite "aventi un disagio sociale" e persone che si usa definire "normali".

La radio ha dato così la possibilità di far sentire fuori dalle mura del nosocomio le difficoltà di tante persone che vi erano e vi sono tuttora ricoverate rompendo metaforicamente i muri creati dallo stigma sociale. I "normali", ovvero la comunità ha avuto modo così di conoscere e sperimentare la ricchezza dei contenuti e la profonda sensibilità di chi viene considerato "diverso", "matto", "difficile", e perciò emarginato, sviluppando così, attraverso un dialogo, un rapporto di conoscenza, fiducia e rispetto. La Radio assume quindi una valenza terapeutica sia per chi la fa sia per chi la ascolta. Il nome La Colifata deriva dalla parola “colifato”, che nel dialetto della capitale argentina significa matto, suonato.L’avventura nasce nel 1991 quando Alfredo Olivera, specializzando in psichiatria, decide di disinteressarsi dell’usuale terapia farmacologica per sperimentare una cura totalmente diversa, il coinvolgimento degli ospiti del manicomio nella gestione di una radio. Dal 1992 ogni sabato i “colifatos” si riuniscono nel colorato giardino dell’imponente manicomio e ciascuno di essi si esprime attraverso il proprio spazio radiofonico.

Mentre i farmaci relegavano i pazienti alla reclusione sociale ed affettiva, attraverso i programmi radiofonici gli irresistibili protagonisti riacquistano la libertà ed instaurano un legame diretto con i radioascoltatori, stabilendo un contatto con il mondo esterno dal quale erano esclusi. I numerosi interventi degli ascoltatori rappresentano il materiale riscontro di come l’energia dei “colifatos” abbia abbattuto i muri del manicomio, contagiando la città con la voglia di vivere e di essere felici dei personaggi.

Ya Basta! Marche ha avuto la possibilità di conoscere da vicino Radio la Colifata stringendo amicizia con Alfredo e gli altri colifatos. Sarà proprio Alfredo insieme ad altri componenti della Radio che verrà a marzo a Jesi a tenere un corso di formazione per far partire il progetto anche in questa regione.

Tanti partners provenienti da realtà diverse. Al progetto della Radio parteciperanno: Ambasciata dei diritti Marche, Falkatraz Onlus, Casa delle Culture Jesi, Coop. Soc. Cooss Marche, Associazione Polisposrtiva Asiamente, Libera Jesi, Comune di Jesi, Dipartimento di Salute Mentale di Jesi, C.S.O.A. TnT Jesi, Associazione Arci Comitato Jesi-Fabriano, Associazione Culturale Radio Incredibilie Grottammare, Associazione Antigone Marche, Radio Aut Marche.

Tra i partners fuori regione ci sono : Radio Fragola Trieste, Radio Sherwood  Padova, Radio Collega-menti   Pisa,  Radio Stella 180 L'Aquila, Radio Ondattiva  Bari , Psicoradio Bologna, Radio Aut  Fermo, Caffè Basaglia di Torino e la  Fondazione Franca e Franco Basaglia Venezia-Roma. 

 

Chi fosse interessato a sapere di più riguardo al progetto o a partecipare alla formazione con Alfredo Olivera che si terrà dal 17 al 25marzo 2012 all'Ostello villa Borgognoni può scrivere a radiocomunitariajesi@gmail.com o contattare Ya Basta! Marche tramite facebook (Ya Basta! Marche)

Bookmark and Share

Jesi - Presentazione Radio Senza Muri