un DVD di Margine Operativo

Acqua Bene Comune - Il video completo con immagini e commenti sulla mobilitazione in Italia

in distribuzione dal 12 maggio 2011

27 / 4 / 2011


prodotto da
Global Project - Associazione Ya Basta - Margine Operativo

in collaborazione con Carta

con il sostegno della Provincia di Roma


Il video ACQUA bene comune realizzato da Margine Operativo racconta la storia e le ragioni della battaglia per l’ acqua pubblica attraverso un montaggio che alterna e intreccia le grandi mobilitazioni nazionali - fino al 26 marzo 2011 - con le iniziative territoriali, le voci e gli interventi degli attivisti dei movimenti per l’ acqua con i dati che fotografano la situazione italiana e mondiale sul fronte delle risorse idriche.

Il documentario narra come in Italia l’importanza della questione acqua ha raggiunto nel tempo una forte consapevolezza sociale e una capillare diffusione territoriale, tanto da poter giocare la scommessa del referendum, aggregando culture ed esperienze differenti e facendo divenire la battaglia per l’acqua il paradigma di un altro modello di società.

Tra gli intervistati:
Rosario Lembo, Paolo Carsetti, Valter Bonan, Enza Amici, Margherita Ciervo, Stefano Rodotà, Alex Zanotelli, Erri De Luca, Paolo Rossi, Marco Bersani,Vilma Mazza, Gianni Rinaldini, Rosario Trefiletti

Crediti:
un video di Margine Operativo
ideazione Pako Graziani – Alessandra Ferraro
regia - riprese – montaggio
Pako Graziani – Alessandra Ferraro – Diego Zerbini
grafica Lorenzo Sansonetti / Carta
videografica, authoring Federico Carra / Kiwido
galleria fotografica Simona Granati
produzione
Margine Operativo – Global Project – Associazione Ya Basta
in collaborazione con Carta
realizzato con il sotegno della Provincia di Roma

grazie:
al Forum Italiano dei Movimenti per l’ Acqua
a tutti/e gli/le attivisti/e per l’ Acqua Pubblica
ai contributi video di attivisti e videomaker che circolano liberamente in rete


Il dvd ACQUA BENE COMUNE sostiene il Progetto Agua para todos - Per l'accesso all’ acqua potabile nella zona Selva - Giunta del Buongoverno La Realidad - Chiapas - Messico

Il dvd è in distribuzione dal 12 maggio 2011

costo:  10 Euro + spedizione

per presentazioni e prenotazioni: margineoperativo@gmail.com

Disponibile anche nelle sedi dell'Associazione Ya Basta.

CALENDARIO PRESENTAZIONI su www.margineoperativo.net

* RECENSIONE *

ACQUA BENE COMUNE

Le radici e le ragioni del movimento per l'acqua bene comune in Italia.

A partire dalla centralità a livello planetario dell'”oro blu” del nuovo millennio, il lavoro di Margine Operativo si incentra fin da subito sull'approvazione in Italia del decreto Ronchi e l'imposizione della presenza dei privati nella gestione dell'acqua.

Le riflessioni degli attivisti dei movimenti per l'acqua in una multiforme voce corale collettiva raccontano le molte ragioni che sottendono alla battaglia per la difesa dell'acqua come diritto universale e bene comune.

Alle voci si aggiungono in un ritmo incalzante le immagini delle manifestazioni di questi anni sia a livello territoriale che gli appuntamenti comuni, come la manifestazione del 20 marzo dello scorso anno, la consegna delle firme il 19 luglio 2010 e la grande manifestazione del 26 marzo di quest'anno per l'apertura della campagna referendaria.

Rosario Lembo spiega i danni della trasformazione dell'acqua in merce e le mistificazioni della privatizzazione attraverso il ruolo delle grandi corporation.

Paolo Carsetti racconta la storia del Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua a partire dal 2006 ripercorrendo le tappe per fermare la privatizzazione fino ad arrivare ala raccolta del 1.400.000 firme per i referendum e al tentativo in atto di scippare la democrazia.

Valter Bonan riflette sulla centralità del percorso territoriale che, a partire dalla difesa dell'intero ciclo idrico, affronta la sfida della costruzione di un futuro di protagonismo nella costruzione dell'alternativa.

Enza Amici dall'esperienza marchigiana porta il contributo di come la lotta per l'acqua sia paradigmatica della difesa dall'espropriazione della vita e come nel movimento si intrecciano persone diverse per appartenenza e generazione.

Margherita Ciervo inquadra lucidamente cosa significa aprire ai privati.

Stefano Rodotà inserisce la difesa dell'acqua nel generale fallimento delle privatizzazioni e si sofferma a sottolineare la necessità di una gestione pubblica diversa dall'attuale.

Alex Zanotelli parla della legge Ronchi come una bestemmia che privatizza l'acqua, origine della vita, insistendo su come l'inaccettabile privatizzazione di un diritto universale crea categorie di esclusi a livello globale.

Erri de Luca afferma che chi vuole privatizzare l'acqua dovrebbe dimostrare d'essere il padrone delle nuvole, dell'arcobaleno, della natura e conclude che non si può accettare la logica di chi si sta spartendo un bottino che non è suo.

Paolo Rossi, con il suo stile ironico, accomuna la privatizzazione acqua alla privatizzazione della cultura e ci invita a dire basta.

Valerio Mastrandrea testimonia l'impegno insieme a molti nel mondo dela cultura e dello spettacolo a costruire la più ampia consapevolezza collettiva per non farsi rubare l'acqua.

Marco Bersani definisce la battaglia per la ripublicizzazione come la costruzione di una nuova idea di democrazia.

Rosario Trefiletti della Federconsumatori definisce il lavoro in difesa dell'acqua come la strada per costruire democrazia, fratellanza e molto di più.

Nella parte finale con altre interviste e contributi, tra cui Vilma Mazza e Gianni Rinaldini, si affronta il legame della lotta per l'acqua bene comune con la mobilitazione per fermare il ritorno del nucleare in Italia e per la pace.

Sono 42 minuti intensi, accompagnati dalle musiche degli artisti che hanno scelto di suonare per e nel popolo dell'acqua.

Un video che racconta di noi, dei tant@ che animano una strada che come l'acqua è limpida, in movimento vitale.

Bookmark and Share

Acqua bene comune - trailer