NoName project - 900 fogli bianchi per i morti senza nome

Opera collettiva di artisti, studenti e attivisti per non dimenticare

20 / 5 / 2015

Ancona - Tante, troppe, continue sono state le morti dell’ultimo mese. E’ inaccettabile, doloroso e disumano morire così in mare perché la disperazione li porta ad attraversare il Mediterraneo e l’Adriatico. Spinti dalla paura, disperazione ma anche dal bisogno di trovare una nuova casa e costruire una nuova vita. Ecco la storia dei migranti scomparsi in mare.


willy2-7f794.jpg

Donne, bambini e uomini di cui non sappiamo nulla. Non conosciamo la loro storia, non conosciamo la loro età e nemmeno il loro nome. Sono scomparsi, invisibili da vivi ai nostri occhi e invisibili da morti senza un posto dove ricordarli e piangerli.
E’ dal dolore, dall’impotenza, e dal disgusto per l’inaccettabile situazione di chiusura delle frontiere esterne dell’Europa che nasce #NoName project: da artisti anconetani, singoli cittadini, studenti e dall’Ambasciata dei diritti.


willy3-49701.jpg
In pochi giorni un muro del porto di Ancona è stato ricoperto con 900 fogli bianchi per ricordare le tragedie delle persone morti sui barconi che cercano di raggiungere l’Italia. Di loro rimangono solo i numeri, ma nemmeno quelli sono sicuri.
Sono passati pochi giorni e i tantissimi migranti morti in mare sono giá stati dimenticati come dei fogli bianchi che spariscono, si sono staccati, portati via dal mare, dal vento e dal brutto tempo, senza lasciare traccia della loro vita.


willy4-fae04.jpg

Da Ancona inizia il #NoName project l’opera d’arte che denuncia dell’inadeguata politica italiana e europea sull’immigrazione.
Un nuovo linguaggio per chiedere l’apertura di un canale umanitario, del diritto d’asilo europeo e costruire un’accoglienza degna
Un’opera diffusa in continua ricostruzione che può e chiede di essere riprodotta in tutte le città di mare per rendere visibile la tragedia umana di questo secolo che accade ogni giorno sotto i nostri occhi.

yapwilli + Ambasciata dei Diritti

Bookmark and Share