Approfondimenti » Marche

42 risultati Rss Feed
Yes we can

Yes we can

Impressioni dall'ultimo incontro pubblico di TerreInMoto.

15 / 3 / 2017
Riceviamo e pubblichiamo dal blog HoPassatoLaFrontieraSarebbe stato magnifico arrivarci che fosse ancora giorno in questa osteria sul lago, da cui si scorgono i Sibillini, anche se la fase di luna piena ci lascia intravedere le cime imbiancate delle creste che spezzano il buio. Ma tant’è, come da tradizione, certe riunioni si fanno di notte… Arrivano alla spicciolata, un ... »
#Terremoto, un viaggio che non promettiamo breve

#Terremoto, un viaggio che non promettiamo breve

Rapporto dalle Marche a cinque mesi dalla prima scossa

1 / 2 / 2017
«Se mettevi in guardia prima, eri parte della solita “Italia del no”.Se protestavi durante, quando i lavori causavano già problemi e danni, forse avevi ragione ma ormai non si potevano lasciare le cose a metà.Se denunciavi dopo, eri uno che non sapeva lasciarsi il passato alle spalle.»Wu Ming 1, Un viaggio che non promettiamo breveDove eravamo rimasti? Ah sì, ... »
Non c’è nessun post-terremoto. Rapporto dalle Marche che non fanno più notizia

Non c’è nessun post-terremoto. Rapporto dalle Marche che non fanno più notizia

di @inpuntadisella, tratto da Giap

7 / 12 / 2016
di @inpuntadisella(con fotografie di Michele Massetani)«Sotto a Vetore v’ha un piccol castello / Da zencari fonnato senza fallo, / Che de neve continua gli ha un mantello / E manco a Agosto ce se sente callo; / Da man destra e sinistra è un piano bello / Che quanto val nessun po’ mai stimallo; / Solo ci manca il diletto d’Apollo / Perché ce passa il sole a ... »
Le catastrofi non sono mai naturali

Le catastrofi non sono mai naturali

25 / 8 / 2016
«Restando al tema del disastro di Lisbona, converrete che, per esempio, la natura non aveva affatto riunito in quel luogo ventimila case di sei o sette piani, e che se gli abitanti di quella città fossero stati distribuiti più equamente sul territorio e alloggiati in edifici di minor imponenza, il disastro sarebbe stato meno violento o, forse, non ci sarebbe stato ... »
La fine della storia. Il conflitto sociale nella post-metalmezzadria

La fine della storia. Il conflitto sociale nella post-metalmezzadria

Dopo la morte di Vittorio Merloni, oltre la fine di un modello sociale e produttivo

30 / 6 / 2016
La recente scomparsa di Vittorio Merloni ha suscitato un cordoglio condiviso nella comunità fabrianese, stimolando un forte senso di nostalgia per uno degli imprenditori che maggiormente ha contribuito al benessere economico di questo territorio. Semplici cittadini, imprenditori, politici e (ex)dipendenti si sono stretti attorno alla vicenda, mostrando la gratitudine che per ... »
America India e Latina: trasformazioni politiche e nuove resistenze nel continente latinoamericano

America India e Latina: trasformazioni politiche e nuove resistenze nel continente latinoamericano

Un contributo dall'incontro del 16 giugno allo Spazio Comune Autogestito Tnt - Jesi

22 / 6 / 2016
Il testo che qui proponiamo è una sintesi del dibattito con Renato Di Nicola - dell'Associazione Kabawil - El otro soy yo e della campagna Stop devastazioni e saccheggio dei territori - sulle trasformazioni in atto in America latina, svoltosi lo scorso 16 Giugno allo Spazio Comune Autogestito TNT di Jesi. Il continente sud americano ha visto da sempre la stretta ... »
Rompere l’inganno – Riflessioni attorno al gioco d’azzardo.

Rompere l’inganno – Riflessioni attorno al gioco d’azzardo.

Un contributo dallo Spazio Autogestito Arvultura

13 / 11 / 2015
Il 5 marzo del 2015 nasce a Senigallia l’associazione Zeroslot, composta da un gruppo di ragazzi e ragazze che hanno deciso di approfondire e analizzare fino in fondo il fenomeno del gioco d’azzardo, che ora più che mai, sta assumendo totalmente la forma di una piaga sociale.L’associazione nasce purtroppo in seguito ad una tragedia. Si costituisce quindi, dietro ... »
Città duale: cos’è, come ci siamo arrivati e come uscirne

Città duale: cos’è, come ci siamo arrivati e come uscirne

Tratto da Le Nius.it

6 / 11 / 2014
Nel corso degli ultimi decenni ci siamo sempre più abituati a considerare la città come uno spazio ricco di differenziazione, nel quale le capacità dell’individuo possono trovare molteplici vie di espressione. Le città sono, infatti, luogo di massima esaltazione delle potenzialità individuali, in cui le interazioni sociali, le possibilità economiche e la fruizione ... »
La Corte di Strasburgo condanna l’Italia. Un ricorso costruito dal basso ferma i respingimenti dai porti dell’Adriatico

La Corte di Strasburgo condanna l’Italia. Un ricorso costruito dal basso ferma i respingimenti dai porti dell’Adriatico

22 / 10 / 2014
Caso Sharifi et al. v. Italia e Grecia. Fu un trattamento disumano e degradante, violato il divieto di espulsioni collettive ed il diritto ad un ricorso effettivoTutto comincia con la morte di Zaher Rezai, in Via Orlanda a Mestre, l’11 dicembre del 2008. Un ragazzino afghano che, dopo mesi di viaggio e 9000 chilometri percorsi da solo, si era imbarcato dal porto di ... »
Il viaggio costituente dal basso

Il viaggio costituente dal basso

Siamo partiti per costruire una nuova Europa e un Mediterraneo di pace, in cui non ci sia spazio per la militarizzazione, e in cui Lampedusa sia liberata dal ruolo che i governi italiani di qualsiasi colore politico, nonché l’Unione europea, le hanno imposto per troppo tempo: quello di confine e di frontiera.

4 / 2 / 2014
I lampedusani con cui abbiamo bevuto un caffè, un bicchiere di vino, nel cui ristorante siamo andati a cena, o che abbiamo incontrato lungo via Roma, ci hanno raccontato che a Lampedusa non si nasce e non si muore. Perché il piccolo poliambulatorio del paese non ha neanche un servizio ostetrico quindi c’è da sperare di aver bisogno di andar all’ospedale di Palermo in ... »
1 2 3 4 5   »     Pagina 1 / 5