Marco Sandi

29 risultati Rss Feed
In migliaia in piazza per il Kurdistan, per Afrin e per la resistenza dei popoli del Nord della Siria

In migliaia in piazza per il Kurdistan, per Afrin e per la resistenza dei popoli del Nord della Siria

Dal corteo di Roma una riflessione più ampia sull'urgenza della pratica antifascista oggi

17 / 2 / 2018
Essere in piazza oggi a Roma era un dovere. Essere al fianco del popolo curdo, soprattutto in un momento storico come questo, significa essere al fianco di chi è in prima linea contro il fascismo.Un tema molto caldo nell’ultimo periodo - in tutta Italia e sotto campagna elettorale - quello del fascismo; un tema molto attuale nelle sue diverse sfaccettature e nei diversi ... »
Ieri Kobânê, oggi Afrin

Ieri Kobânê, oggi Afrin

A tre anni dalla liberazione di Kobânê, la rivoluzione del Rojava è nuovamente sotto attacco nel cantone di Afrin. L’invasione turca si scontra con la forza delle idee e dell’auto-determinazione dei popoli del Kurdistan.

26 / 1 / 2018
Solo qualche mese dopo l’annuncio da parte delle Unità di Difesa Ypj della liberazione della capitale dello Stato Islamico Raqqa, dove migliaia di donne erano state tenute prigioniere come schiave sessuali, i fondamentalisti ultra-religiosi - sotto il comando del presidente turco Erdogan - cantano ora slogan da fanatisti accompagnati da bizzarre cerimonie e rituali ... »
Kurdistan - Un voto che non vuole nessuno

Kurdistan - Un voto che non vuole nessuno

Il referendum del 25 settembre sull’indipendenza del Kurdistan iracheno rischia di trascinare la regione in un nuovo conflitto armato; il ruolo di Iran e Stati Uniti; le responsabilità politiche di Massoud Barzani

21 / 9 / 2017
Sono ormai settimane che generali e diplomatici iraniani e americani scorrazzano su e giù per il Bashur (Kurdistan iracheno) con l’unico obiettivo di convincere i curdi, un importante alleato nella lotta all’Isis, a posticipare o addirittura cancellare il referendum sull’indipendenza indetto e previsto per il prossimo 25 settembre.Sia il Generale Qassem Soleimani, il ... »
Le mani sulla Turchia

Le mani sulla Turchia

Con il 51,8% vince il si, passano le riforme proposte da Erdogan

18 / 4 / 2017
La conferma definitiva sul voto di domenica in Turchia la si è avuta nella mattinata di oggi, quando Donald Trump ha telefonato ad Erdogan per complimentarsi del risultato. Prima del tycoon americano si erano congratulati solo i gruppi jihadisti ed islamisti combattenti di tutto il Medio Oriente, da Ahrar al-Sham fino Al-Fatah. Le cancellerie europee rimangono fredde e ... »
Un volto e un paese, la Turchia di Erdogan tra consenso e polemiche

Un volto e un paese, la Turchia di Erdogan tra consenso e polemiche

12 / 4 / 2017
Non è un segreto che la “Nuova Turchia” del Presidente Recep Tayyip Erdogan, che per cinque lunghi anni è stata salutata come il modello splendente di democrazia islamica, adesso appare molto tetra. Infatti, la Turchia entra nei notiziari oggigiorno non per le sue riforme oppure per l’uso del suo soft power nella regione, ma irrompe per parlare del suo regime ... »
La pace in Siria non passa per Astana

La pace in Siria non passa per Astana

25 / 1 / 2017
I “Syria Talks” tenutesi nella capitale kazaka, Astana, tra lunedì 23 e martedì 24 gennaio, organizzati e supervisionati da Russia, Iran e Turchia hanno fatto emergere una verità che ormai è davanti agli occhi di tutti: il Presidente siriano Bashar Al-Assad sta vincendo la guerra anche se la vittoria finale è ben lontana dall’essere dichiarata. Lo sforzo dei ... »
"American First", la nuova strategia Usa in Medio Oriente

"American First", la nuova strategia Usa in Medio Oriente

A qualche settimana dalle elezioni statunitensi, il rapporto tra il neo eletto Trump e Putin non è ancora del tutto chiaro, e intanto la Russia continua a raccogliere consenso

5 / 12 / 2016
“E ora cosa succede?” è la domanda genericamente più frequente quando un nuovo presidente viene eletto negli Stati Uniti, soprattutto perché le recenti decisioni degli ultimi presidenti americani hanno portato, in Medio Oriente, dolori e lutti rispetto ai benefici paventati. Da una prima analisi - dopo qualche settimana dal risultato elettorale americano - il Medio ... »
Time War, in Siria

Time War, in Siria

Continua il massacro dei civili mentre le milizie islamiche, Assad e le potenze mondiali giocano a risiko

4 / 10 / 2016
Ogni giorno, sempre di più, l’attenzione mondiale è catturata dai devastanti bombardamenti su Aleppo, a dirla tutta però è in corso un’altra offensiva, molto più nell’ombra, che potrebbe determinare ulteriori risvolti, e gravi conseguenze, nel conflitto siriano.Le Forze Armate turche (TSK) stanno spingendo i propri carri armati e le truppe di terra, mille delle ... »
Aleppo non verrà salvata

Aleppo non verrà salvata

Le mistificazioni dell'assedio di Aleppo, il ruolo dei media e la guerra dei numeri, morti buone e morti cattive

13 / 8 / 2016
Così come i gruppi ribelli armati - "terroristi" agli occhi del regime - stringono la morsa su ampi territori del paese, arrivando a controllarne circa il 60%, le truppe governative contrattaccano, sorvegliando così diverse vie di comunicazione e ponendo sotto assedio le città principali. Lo spietato dittatore del paese, supportato dalla Russia, accusa le potenze straniere ... »
Erdogan, potere assoluto

Erdogan, potere assoluto

Genesi di un fallito colpo di Stato

19 / 7 / 2016
Il Medio Oriente degli ultimi anni è stato un bel contenitore di sorprese. Molte volte ci siamo trovati di fronte a situazioni impensabili e del tutto imprevedibili con effetti a cascata, come reazione di un evento all’altro. Il 15 luglio, ne abbiamo avuto un’altra conferma.La notizia è rimbalzata dai social, con agenzie e testate giornalistiche internazionali che per ... »
1 2 3   »     Pagina 1 / 3