Reddito

15 risultati, sezione: Mondi (vedi tutti) Rss Feed
La spinta della coordinazione del lavoratori dietro le recenti concessioni di Wal-Mart

La spinta della coordinazione del lavoratori dietro le recenti concessioni di Wal-Mart

4 / 3 / 2015
La telefonata che mercoledì 26 febbraio Barack Obama ha avuto con l’amministratore delegato di Wal-Mart Doug McMillon evidenzia un periodo di mutazione nelle politiche salariali del colosso della distribuzione americano, famoso per i prezzi di vendita molto bassi, e famigerato per le paghe da fame riservate ai propri dipendenti, nonché per il ricorso al denaro pubblico per ... »
Francia - Perche le lotte continuano

Francia - Perche le lotte continuano

Dopo dieci anni si torna a parlare del contratto "intermittente" in un contesto trasformato dalle risposte devastatrici della governance europea alla crisi.

26 / 6 / 2014
Scioperi, spettacoli annullati, tutela del lavoro e ministeri in fibrillazione, mediatori dell'emergenza, azioni e reazioni si succedono senza soluzione di continuità da mesi, il movimento degli "Intermittents"  sta cambiando l'estate della cultura ma anche quella del governo. Dal 22 marzo non c'è tregua per i sindacati, per i padroni di Medef, e per il governo che dovrebbe ... »
Francia - Il lavoro e lo sciopero elettorale

Francia - Il lavoro e lo sciopero elettorale

Il governo reduce dalle elezioni amministrative si sta avviando verso un terzo turno elettorale, quello europeo, armato di divisioni politiche, senza proposte di cambiamento economico ed energetico e nessuna risposta ai problemi sociali.

26 / 4 / 2014
 La grande preoccupazione degli elettori francesi riguarda il lavoro e il reddito, subito dopo c'è l'abitazione: 1/4 dei lavoratori precari è senza domicilio secondo un'inchiesta dell'Insee, Istituto nazionale di statistica, pubblicata l'8 aprile. L'assenteismo al voto in molte banlieues  è andato oltre il 50% e chi ha votato a sinistra ha scelto gli ecologisti e la ... »
Francia - Se 507 ore vi sembrano poche...

Francia - Se 507 ore vi sembrano poche...

Gli intermittenti dello spettacolo continuano a mobilitarsi contro la soppressione del regime di indennità speciale richiesta dal sindacato degli imprenditori, il cui vertice sarà contestato da una mobilitazione nazionale il 20 marzo.

19 / 3 / 2014
L'appello nazionale dei sindacati, CGT, FO, FSU, Solidaires e dei collettivi degli intermittenti e precari ha mobilitato il 18 marzo decine di migliaia di  lavoratori in oltre 140 manifestazioni contro le politiche del lavoro del governo Hollande, cioé l'assegno in bianco di 30 miliardi di euro offerto alle imprese senza contropartita. Un ulteriore abbassamento del costo del ... »
Stati Uniti - Il giovedì dello sciopero dei Fast-Food

Stati Uniti - Il giovedì dello sciopero dei Fast-Food

Continuano gli scioperi negli Stati Uniti. Questa volta tocca a i lavoratori delle catene dei Fast-Food per aumenti salariali e il diritto ad organizzarsi.

5 / 12 / 2013
Giovedì i lavoratori delle catene dei fast-food saranno in picchetto davanti ai loro posti di lavoro in 200 luoghi, un anno dopo il loro primo sciopero. Gli organizzatori dicono che le azioni si svolgeranno in tutto il paese per sostenere la richiesta di portare a 15 dollari l'ora il salario minimo per i lavoratori e il diritto a formare un sindacato, senza il pericolo di ... »
Germania - Buon Natale, buon affare?

Germania - Buon Natale, buon affare?

Notizie sullo sciopero e i processi di organizzazione dentro Amazon in Germania

4 / 12 / 2013
Lunedì 25 di novembre 2013: poco dopo mezza notte, a Leipzig e Bad Hersfeld, circa 1000 lavoratori della Amazon entrano in sciopero organizzati da Ver.di, il sindacato tedesco dei servizi. È stato il primo sciopero della stagione natalizia, quando l'incremento del volume di affari di Amazon rende l'azienda più vulnerabile alle azioni di protesta. Questo gesto ha attirato ... »
Stati Uniti - Il successo dello sciopero alla Wal-Mart

Stati Uniti - Il successo dello sciopero alla Wal-Mart

Il Walmart's Black Friday Strikes è stato un successo mostrando nuove possibilità di organizzazione e azione anche per i lavoratori delle grandi catene di distribuzione e dei servizi di logistica negli Stati Uniti e non solo.

2 / 12 / 2013
Venerdì scorso negli Stati Uniti si è svolto il “Black Friday”', il giorno con gli sconti più bassi dell'anno, ma è stato anche un giorno buio per la Wal-Mart, il più grande datore di lavoro del paese. In migliaia hanno scioperato e si sono radunati fuori dai magazzini Wal-Mart in tutti gli Stati Uniti e in nove città 111 manifestanti sono stati arrestati per aver ... »
Stati Uniti - Lavoratori dei fastfood in sciopero per reddito e diritti, contro la povertà

Stati Uniti - Lavoratori dei fastfood in sciopero per reddito e diritti, contro la povertà

E’ cominciata lunedì in sette città del paese la più grande mobilitazione nella storia degli Stati Uniti dei lavoratori dei fastfood

30 / 7 / 2013
Il personale delle catene McDonald, Burger King, KFC e Wendy sarà in presidio davanti ai locali a New York, Chicago, Detroit, Milwaukee, St. Louis, Kansas City e Flint, Michigan. I lavoratori chiedono ai ristoranti fastfood di aumentare il salario minimo che attualmente è molto più basso a 15 dollari all'ora; la retribuzione media nell’area di New York è di 8,25 dollari ... »
Vestas, this is only the start, you will lose!

Vestas, this is only the start, you will lose!

Lasciata la fabbrica dopo l'ordine di sfratto da parte della corte, la lotta dei lavoratori della Vestas non si è certo conclusa.

13 / 8 / 2009
"Vestas, this is only the start, you will lose" ("Vestas, questo è solo l'inizio, voi perderete!") queste le parole degli occupanti che hanno dovuto lasciare la fabbrica lo scorso 7 agosto.Ieri, 12 agosto, nella giornata nazionale di azione in solidarietà con i lavoratori della Vestas, mobilitazioni si sono svolte in tutta la Gran Bretagna (foto e info sul blog) mentre è ... »
Save jobs at Vestas! Save the Planet!

Save jobs at Vestas! Save the Planet!

La battaglia degli operai della Vestas Blades. Cronache di resistenza dall'isola di Wight

4 / 8 / 2009
E' il 20 di luglio quando i lavoratori della Vestas Blades nell'Isola di Wight decidono di entrare in occupazione in seguito all'annuncio dell'imminente chiusura dello stabilimento e la conseguente perdita di 600 posti di lavoro. "Come lavoratori in una fabbrica di turbine eoliche confidavamo, vedendo la recessione crescere, che l'energia verde o rinnovabile sarebbe stata ... »
1 2   »     Pagina 1 / 2