Comunicato stampa

LA RETE ANTIFASCISTA TERNANA CONTESTA IL RADUNO NEOFASCISTA ALL'AVIOSUPERFICIE DI TERNI ED ORGANIZZA UN PRESIDIO DEMOCRATICO DOMENICA 28 FEBBRAIO ALLE ORE 11.00

24 / 2 / 2010

A seguito delle notizie uscite su internet ed in particolare sul sito nazionale della formazione neofascista Casapound, abbiamo appreso di una grave inizitiva politica, spacciata per evento sportivo, che si dovrebbe tenere Domenica 28 febbraio presso l'aviosuperficie del Comune di Terni: la formazione neofascista "casapound" ha organizzato un corso di paracadutismo tramite il gruppo sportivo "istinto rapace", sua diretta emanazione.
Tutto questo di fatto con il silenzio complice dell'A.T.C. che gestisce la struttura.

Nonostante l'opposizione subito attivatasi in una città come Terni, che ha una profonda e radicata tradizione antifascista e un'interrogazione al Consiglio Comunale, consideriamo le risposte dell'assessore allo sport Bartolini assolutamente insoddisfacenti e tese a negare l'evidenza dei fatti, cioè il carattere politico dell'iniziativa all’aviosuperfice.

Noi rispondiamo politicamente ad un'inizitiva di chiara connotazione fascista che si configura come un maldestro tentativo, sottovalutato dall'amministrazione comunale e di fatto appoggiato dall'ATC, di entrare nel territorio ternano da parte di gruppi che rivendicano "il patrimonio ideale e umano che il fascismo italiano ha costruito con immenso sacrificio".

Annunciamo la costituzione della Rete Antifascista Ternana, cui aderiscono associazioni, centri sociali, sindacati, partiti e decine di cittadini. Invitiamo tutti ad aderire.
La rete è stata promossa da:
Arci Terni, Arciragazzi "gli anni in tasca", Associazione "Buaba", Associazione "Demetra", Associazione "InterniStranieri", associazione "il Pettirosso", associazione "Plaza de Mayo", Associazione "primidellastrada", Blob Lgc.-Laboratorio comunicazione, comitato antifascista cittadino di Orvieto, Centro sociale "Germinal Cimarelli", circolo anarchico "Carlotta Orientale", Confederazione Cobas, Curva Est Ternana, Alerta Network, Rivista "Micropolis", USPK, Giovani Comunisti, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito della Rifondazione Comunista, Partito dei comunisti Italiani, Sinistra ecologia e libertà.

Data la gravità e pericolosità politica dell’iniziativa e il moltiplicarsi, su internet, di appelli e appuntamenti da parte di gruppi fascisti per partecipare all’iniziativa a Terni, la Rete Antifascista Ternana chiede all’amministrazione comunale di impedire l'iniziativa parafascista di domenica 28 febbraio, per chiudere con chiarezza e definitivamente le disponibilità della comunità cittadina a qualsiasi gruppo e ad ogni iniziativa che si rifaccia al fascismo.
Si chiede un incontro con il sindaco per sapere qual è la posizione ufficiale dell'amministrazione comunale.
Indiciamo per sabato 27 alle ore 11 presso la siviera, in via Carrara 2 a Terni una conferenza stampa cui invitiamo gli organi di informazione ed i cittadini.
Organizziamo per domenica 28 febbraio dalle ore 11, all'entrata dell'aviosuperficie, un presidio democratico, per ribadire il carattere antifascista della nostra città, della Costituzione e la critica ferma di ogni forma di revisionismo storico e l'assoluta distanza e denuncia di coloro che pensano di aprire spazi politici ai neofascisti.
Invitiamo alla più estesa partecipazione cittadina.

Terni 24 febbraio 2010
Rete antifascista ternana

Bookmark and Share