L’impegno nel sociale del Cosenza calcio 1914 - Comunicato stampa della società

Cosenza - ...non sono le solite "partite del cuore"

Nei prossimi impegni sportivi della squadra ospitati giovani studenti cinesi, bambini Rom e la squadra dei migranti

Utente: forvit
7 / 3 / 2010

Si comunica che domenica 7 marzo, in occasione della partita di campionato contro il Potenza, questa società ospiterà 11 studenti di nazionalità cinese sugli spalti della tribuna “Rao”. L’iniziativa rientra nel progetto “Il milione che favorisce l’intercultura internazionale e l’integrazione tra popoli”, ovvero popoli lontani per tradizioni e per radici, ma vicinissimi in quanto a scambi socio-culturali se favoriti da idee come questa. Gli studenti rientrano nel gruppo dei 40 ragazzi provenienti dalla Cina che per un periodo triennale studieranno a Cosenza presso l’ITC “V. Cosentino” e l’Istituto tecnico “G.Tommasi”. Ad accompagnarli, domenica al San Vito, ci saranno l’educatore Vincenzo Filice e il sig. Nicola Vircillo, che si è fortemente prodigato affinché il progetto potesse trovare un punto d’incontro con lo sport e in particolar modo con il mondo dei lupi rossoblù.

Si anticipa fin d’ora che, sullo stesso filone, in occasione poi della partita Cosenza-Cavese in programma domenica 21 marzo, sempre allo stadio San Vito saranno ospitati 20 bambini di etnia Rom, come segno tangibile di solidarietà nei loro confronti e nei confronti delle loro famiglie per la nota vicenda che sta interessando il campo rom di Cosenza riguardo all’imminente sgombero.

Inoltre, ancora nell’ambito dell’impegno nel sociale di questa società, si comunica che martedì 9 marzo nella sala stampa “Antonino Catera”, in concomitanza con l’abituale conferenza d’inizio settimana di mister Toscano, alle ore 14,10 sarà presentata la partita Cosenza-Clandestino FC che si svolgerà mercoledì 10 marzo alle ore 16 allo stadio San Vito. L’appuntamento rientra nelle iniziative di “Fiera Inmensa”, tradizionale momento dell’anno attraverso cui centinaia di abitanti della città di Cosenza accolgono per 7 giorni i numerosi migranti che, per vendere le loro mercanzie durante l’annuale Fiera di San Giuseppe, arrivano da luoghi talmente remoti da non esser neppure conosciuti quando la Fiera fu fondata, oltre 700 anni fa. Nata dal comune sentire di giovani provenienti dall’associazionismo laico e cattolico, dalle comunità migranti, da parrocchie e centri sociali, Fiera Inmensa ha ormai da nove anni l’obiettivo di coinvolgere chiunque nelle sue attività, offrendo più tipi di servizi (mensa, pernottamento, assistenza sanitaria e legale, internet social point), promuovendo dibattiti, facilitando la relazione tra italiani e migranti in un clima di festa. Il prossimo mercoledì 10 marzo, dunque, alle ore 16 (apertura dei cancelli alle ore 15,30) sarà fischiato il calcio d’inizio della partita tra il Cosenza Calcio 1914 e la Clandestino FC, la neonata squadra dei migranti cosentini e di Fiera Inmensa.
Non una delle “solite” partite del cuore, ma un’occasione per rivolgere, in particolar modo ai giovani, un messaggio di antirazzismo ed accoglienza.

Bookmark and Share