10.01.15 Bologna - Contro Renzi e Dionigi impariamo a volare alto

10 / 1 / 2015

Niente da festeggiare: l'abbiamo ribadito questa mattina a gran voce nel partecipato corteo partito dal cuore della zona universitaria per dare il benvenuto a Matteo Renzi e al Re-ttore Dionigi, che invitandolo ha confermato il suo uso privatistico dell'università al servizio del sistema PD e delle sue ambizioni politiche personali.

Dopo aver attraversato le vie del centro cittadino, siamo arrivati in via Castiglione, in vicinanza del luogo di inaugurazione dell'anno accademico: ad attenderci, come sempre, un ingente schieramento di polizia e carabinieri in assetto anti-sommossa, per proteggere istituzioni - Unibo e governo - chiaramente prive di ogni legittimità. Quando le vie di terra sono bloccate, l'intelligenza collettiva impara a volare: dal corteo si é alzato un drone a volteggiare alto sui caschi di poliziotti e baroni.

Oggi l'anno accademico l'abbiamo inaugurato noi, stappando spumante e lanciando coriandoli e uova, mentre dentro Santa Lucia andava in scena un triste rituale di autorappresentazione del potere. Siamo quindi ripartiti in corteo verso il Comune, che abbiamo invaso per indicare in questa istituzione uno dei responsabili politici del sistema mafioso del PD e delle nostre condizioni di precarizzazione e impoverimento. Con gli interventi conclusivi in piazza abbiamo ribadito la determinazione a continuare il percorso di lotta in università e sul piano cittadino di ‪#‎iononlavorogratis‬, anche per preparare la mobilitazione contro l'Expo di Milano.

#iononlavorogratis

Leggi il comunicato di lancio dell'iniziativa:

Dionigi e Renzi state sereni: niente da festeggiare!

Sabato 10 gennaio il Re-ttore Ivano Dionigi e la sua corte vogliono inaugurare l'anno accademico. Per l'occasione sembrano intenzionati a invitare Matteo Renzi, per rendere ancora più esplicito il ruolo politico dell'attuale amministrazione dell'Unibo al servizio del Partito Democratico e del governo lacrime e sangue.

Nel contesto di una crisi che ogni giorno morde sempre più forte, di precarizzazione e impoverimento generalizzati, di disoccupazione giovanile al 43%, di dismissione di un'università ormai ridotta in macerie, è estremamente provocatorio inaugurare l'anno accademico con uno dei principali responsabili della sofferenza quotidiana, l'emissario italiano della Troika e dell'austerità, il protagonista del Jobs Act e dell'istituzionalizzazione del lavoro gratuito.

Il 10 gennaio vogliono banchettare sulle nostre teste, noi diciamo no! Dopo un'assemblea molto partecipata e una ricca discussione collettiva, convochiamo l'appuntamento per la mobilitazione sabato 10 gennaio alle ore 9.30 in Piazza Verdi.

https://www.facebook.com/events/413115808837545/

Bookmark and Share

10.01.15 Bologna - contro Renzi e Dionigi impariamo a volare alto