#10o - Napoli - K.A.O.S. colorato contro stage e apprendistato

10 / 10 / 2014

Un corteo con numeri straordinari ha invaso oggi le strade di Napoli.
20.000 tra studenti, precari della scuola e sindacati di base sono scesi in piazza per ribadire il proprio rifiuto all’idea di “Buona scuola” che ha il Governo Renzi e alla sua proposta di riforma.

Il corteo si è compattato a Piazza del Gesù Nuovo per spostarsi verso piazza Carità e la questura di Napoli,dove con un’azione dimostrativa con striscioni e fumogeni,le studentesse e gli studenti hanno ricordato Davide Bifolco,vittima dello Stato, ed espresso solidarietà e complicità con i tre studenti colpiti dall’assurda denuncia per associazione sovversiva dello Stato Democratico durante un blitz delle forze dell’ordine il giorno prima della manifestazione #BlockBCE del 2 Ottobre. A piazza Borsa il corteo si è unito all’altro spezzone partito da piazza Garibaldi. Dopo aver svoltato per piazza Municipio, il corteo, diventato ancora più partecipato e chiassoso, ha percorso tutta la centralissima via Marina bloccando il traffico cittadino. Arrivati alla sede distaccata del Ministero del Lavoro e delle Politiche giovanili, studentesse e studenti hanno sanzionato il palazzo con vernice colorata e petardi, esponendo uno striscione che recitava “K.A.O.S. colorato contro stage e apprendistato”.

Il corteo ha proseguito sino alla sede dell’ufficio scolastico regionale, dove si è sciolto con un’assemblea pubblica sul tema della formazione.
L’autunno caldo degli studenti è incominciato nel migliore dei modi: numeri importanti, partecipazione e tanta voglia di urlare il proprio dissenso per quella che è forse la peggior riforma scolastica che la nostra generazione si trova ad affrontare.

Pensiamo che il Piano scuola di Renzi sia il capitolo definitivo di una trasformazione della scuola pubblica in fucina di precarietà e campo fertile per un’intromissione sempre più pervasiva dei capitali privati. Pertanto quella di oggi è stata solo la prima di una lunga serie di future mobilitazioni che vedranno protagonisti gli studenti, perché questo ennesimo attacco all’istruzione pubblica sia bloccato sul nascere, e perché si faccia largo la nostra idea di Buona scuola: libera, gratuita, equa ed accessibile a tutte e tutti.

#BlockBuonaScuola


Bookmark and Share

Napoli - considerazioni sul #10O