#12D Vicenza- Corteo studentesco e precario

Centinaia di persone contro le politiche del governo Renzi, spese militari e grandi opere per il diritto alla casa, reddito, welfare e dignità nei luoghi di lavoro.

12 / 12 / 2014

Un corteo variegato per composizione e contenuti ha attraversato questa mattina la giornata dello sciopero generale. Studenti, precari, sfrattati, lavoratori della logistica, cittadini attivi contro le servitù militari e le grandi opere hanno scelto di non accodarsi alla manifestazione sindacale ma di costruire uno spezzone autonomo e indipendente.

Gli studenti che sono stati il cuore pulsante della mobilitazione hanno ribadito la loro contrarietà alla riforma della “buona scuola” di Renzi e Giannini. Aziende private negli istituti, presidi-manager, una valutazione superficiale delle scuole, riduzione del pensiero libero e critico sono solo alcuni aspetti che vengono respinti. Inoltre tantissime scuole ancora cadono a pezzi nonostante le promesse pre-estive del Presidente del Consiglio.

Ieri sera il Consiglio Comunale di Vicenza ha approvato la costruzione del Tav nel capoluogo berico. Un progetto mostruoso che prevede due nuove mega stazioni e altre colate di cemento che devasterebbero ulteriormente una città già martoriata dal punto di vista paesaggistico. Davanti al Comune è stato attaccato un cartello che diceva come con un chilometro del Tav si potrebbe finanziare un anno di università per 250 mila studenti.

Il corteo ha poi fatto tappa al tribunale dove oltre agli striscioni sono state esposte delle casette di cartone, simbolo di troppe case vuote di fronte a un'emergenza abitativa sempre più grave. In ultimo infine, davanti alla Prefettura è stato denunciato il fatto che qualche giorno fa il Parlamento ha approvato l'acquisto di nuove navi da guerra per 5,4 miliardi di euro. E' gravissimo che con la crisi, la mancanza di case, lavoro, welfare, investimento dell'istruzione vengano invece spesi così tanti soldi per le armi e la guerra.

E' stata una giornata importante che ha permesso di portare in piazza molti contenuti e molte proposte ma sopratutto per esprimere come in questo paese esiste chi non accetta il Job Act e le leggi del governo Renzi che precarizzano e sfruttano ulteriormente le nostre vite.

CS Bocciodromo

Csa Arcadia

Coordinamento Studentesco Vicenza

Vicenza libera dalle servitù militari

ADL-ASC Vicenza

Bookmark and Share

#12D - Vicenza 2

#12D Vicenza- sciopero generale