A Vicenza, la piccola agricoltura contadina parla di un'alternativa all'Expo milanese

L’incontro nazionale di Genuino Clandestino al Cs Bocciodromo da venerdì 17 a domenica 19 aprile

16 / 4 / 2015

Si aprono venerdì 17 aprile al Cs Bocciodromo di Vicenza, tre giornate di respiro nazionale sui temi della terra e dell'agricoltura contadina e biodiversa. Vicenza si prepara infatti a ospitare, da venerdì 17 a domenica 19 aprile, l'incontro nazionale delle reti di Genuino Clandestino, un movimento che dal 2010 mette in rete piccoli agricoltori che praticano un'agricoltura naturale e consumatori critici, per rivendicare uno spazio di sovranità alimentare al di fuori delle logiche della grande distribuzione e produzione capitalista.

Sono attesi partecipanti da tutta Italia, dalla Calabria al Trentino, che arriveranno da venerdì 17 aprile al Bocciodromo di via Rossi 198, nel quartiere dei Ferrovieri, per l'apertura dei lavori, che sarà alle 18.30.  

“A meno di un mese dall'inizio di Expo a Milano, portiamo a Vicenza una voce critica e consapevole che ci offre uno sguardo diverso sul mondo contadino. Queste voci, chiedono di poter avere accesso alla terra per lavorarla in modo naturale e di instaurare una relazione diretta con i consumatori, perché diventino consapevoli di cosa portano sui loro piatti giorno dopo giorno. Prima dell'apertura della kermesse milanese, vogliamo riportare l'attenzione sull'agricoltura di piccola scala che preserva la biodiversità, l'unica capace di nutrire il pianeta e dare energie al nostro futuro”, spiegano gli organizzatori.

Le giornate di venerdì e sabato - dedicate ad approfondimenti e laboratori di autoproduzione - saranno ospitate al Bocciodromo, mentre domenica i produttori di Genuino Clandestino daranno vita a un grande mercato in via Baracca (ang. via D'Acquisto), sempre nel quartiere dei Ferrovieri, dalle ore 10.00 per tutta la giornata.
La scelta del quartiere dei Ferrovieri per ospitare l’incontro nazionale, non è casuale: si tratta, infatti, di uno dei quartieri più colpiti dal progetto Tav/Tac che dovrebbe attraversare Vicenza ed è anche il quartiere dove, su questo tema, è nato il Comitato popolare dei Ferrovieri, che sta portando avanti un’azione di informazione e coinvolgimento della città. 

Durante il fine settimana, non mancheranno momenti di cultura e convivialità: venerdì 17 aprile, alle ore 21.00, l'attrice e giardiniera Lorenza Zambon presenterà il suo spettacolo teatrale “Semi di futuro” e la sera di sabato 18 aprile con gli autori si presenteranno due libri appena usciti per Terra Nuova e Alegre, “Genuino Clandestino” e “La danza delle mozzarelle” e saranno poi proiettati dei documentari a tema.

Venerdì e sabato al Bocciodromo sarà attiva la biosteria, che proporrà un menù primaverile con i prodotti del territorio; una libreria a tema sarà allestita per l'occasione; ArciRagazzi terrà sabato pomeriggio un laboratorio creativo per bambini, mentre sarà acceso il nuovo forno a legna del Bocciodromo per un laboratorio di panificazione con pasta madre, e la serigrafia Elemento di Disturbo stamperà in diretta materiali genuini e clandestini.

Approfondimenti: il programma completo dell'evento; aggiornamenti; l'ospitalità; tutte le informazioni sul mercato di domenica 19.

Altre informazioni: mail gas@nodalmolin.it / tel. 347.9087538.

Bookmark and Share

Gallery