Battaglia navale nella direct action contro le grandi navi

Dal Venice Climate Camp parte una delegazione internazionale contro una grande nave da crociera. Partenza ritardata di oltre due ore e battaglia navale al suo passaggio.

6 / 9 / 2019

Seconda direct action al Venice Climate Camp. Questo pomeriggio una ventina di barche, con a bordo una delegazione internazionale, si è mossa dal Lido di Venezia verso il Canale della Giudecca allo scopo di compiere un'azione di disturbo nei confronti della Msc Lirica, unica nave da crociera presente oggi in Laguna. Contemporaneamente circa 400 persone si sono mosse dal campeggio verso il molo di Santa Maria Elisabetta per manifestare solidarietà a chi stava facendo l'azione con le barche. Questi hanno inscenato un die in per chiedere giustizia climatica e sociale ora; usando una grande nave di cartone per ribadire che questi "mostri" devono rimanere fuori dalla laguna. 

L'impatto delle grandi navi nell'ecosistema lagunare è uno dei grandi paradigmi che, tanto a livello locale quanto a livello globale, mostrano chiaramente il nesso tra l'attuale modello di sviluppo e sfruttamento dei territori e la crisi climatica. Devastazione ambientale, turistificazione e saccheggio delle risorse di un territorio, a Venezia come altrove, agiscono profondamente sul clima. 

L'azione di disturbo è proseguita per tutto il pomeriggio, ritardando di oltre due ore la partenza della grande nave. La delegazione internazionale si è diretta con le barche fino quasi al porto, braccata dalle motovedette della polizia.

La Msc Lirica è partita scortata da 15 imbarcazioni della polizia. Appena è stata incrociata dalle barche degli attivisti e delle attiviste si è scatenata una battaglia navale che è durata diversi minuti. Come al solito, la polizia ha messo seriamente in pericolo le persone presenti sulle altre imbarcazioni, con vari speronamenti.

Mentre si stava svolgendo l'azione, dal molo di Santa Elisabetta proseguiva incessante il coro «Fuori le navi dalla Laguna», che oggi più che mai era intonato con inflessioni di ogni parte d'Europa.

Bookmark and Share