Da Ancona al fianco di Làbas - Una risata vi seppellirà

14 / 2 / 2013

L'attacco premeditato a tutti gli spazi sociali che producono conflitto nelle città è iniziato già da qualche mese. In questo ultimo periodo moltissimi sono stati gli spazi sotto attacco.

In una fase nella quale le difficoltà materiali di moltissime persone si aggravano quotidianamente l'unica risposta che il potere sa dare, per evitare che le contraddizioni intrinseche del modello neo-liberista escano allo scoperto e siano la miccia della dinamite del conflitto sociale, è quella, appunto, della limitazione degli spazi di agibilità politica dei soggetti che questo conflitto cercano di farlo emergere per liberare le persone dal modello oppressivo che ci attanaglia.

Siamo convint* che di fronte a tale attacco la nostra risposta debba essere ancora più audace. La migliore difesa è l'attacco. Non solo riprendersi gli spazi, ma iniziare ad auto-organizzarci per riprenderci la nostra materialità e con essa le nostre vite.

Ecco perché abbiamo sorriso quando abbiamo saputo che Làbas ha rioccupato e quando hanno rioccupato tutte le altre realtà esposte all’arroganza di chi si erige difensore del bene pubblico. Abbiamo sorriso perché è giunto il momento di non cedere alla prepotenza di chi vorrebbe soffocata ogni nostra speranza di liberazione.

Abbiamo sorriso perché la liberazione parte da noi stess* e parte dalla nostra voglia di condividere, con chi vive le nostre stesse condizioni di disagio, spazi conflittuali e spazi comuni che necessariamente si intrecciano e producono un esplosivo che nessun artificiere sarebbe in grado di disinnescare. E' la determinazione dei movimenti che può conquistare un nuovo futuro per milioni di persone ribaltando i rapporti di forza che, oggi, vorrebbero negarlo.

È in nome di questa forza esplosiva che siamo orgoglios* di essere quell* che tentano di riaccendere la miccia, perché il combustibile già è stato inserito e, prima o poi, arriverà anche un po' di ossigeno.

Collettivo Studentesco Cluade Gueux Ancona

Bookmark and Share