Francoforte - Blockupy #talk #dance #act festival

In programma a Francoforte dal 20 al 23 novembre 2014: uno spazio per l'organizzazione transnazionale contro l'austerità e il neoliberismo, tre giorni di dibattiti, concerti e azioni.

20 / 11 / 2014

Il motto è #talk #dance #act – Runter vom Balkon! e il programma prevede tutto quanto annunciato: seminari, assemblee, azioni e una festa finale.

Con questo appuntamento, organizzato dalla rete Blockupy, si apre uno spazio di confronto tra i vari compagni e amici delle diverse reti europee. Uno spazio che permette di intrecciare relazioni, percorsi comuni e mettere a confronto passi delle nostre proteste. Con questo appuntamento si riparte da dove ci si era lasciati quest'estate con l'ultimo appuntamento a Bruxelles. 

Il trasloco della BCE nel nuovo grattacielo è cominciato qualche settimana fa e sarà ultimato solo a gennaio. Tuttavia, senza aspettare, la Blockupy-Bündnis ha organizzato un “festival” di protesta proprio questa settimana. La ragione dell’anticipo dell’evento di Blockupy rispetto all’effettivo trasloco della Banca Europea è da ricercarsi nel fatto che, forse non inaspettatamente, i lavori della BCE sono in netto ritardo. In teoria il festival avrebbe dovuto verificarsi in contemporanea con l’ufficiale inaugurazione del grattacielo, ma quest’ultima è stata rimandata appena alcuni mesi fa.

#talk - C'è la necessità di parlare di quello che deve essere fatto. Ci saranno diversi gruppi di lavoro che discuteranno di varie questioni cruciali. Le assemblee generali serviranno come uno spazio centrale per i nostri scambi e reciproci intrecci. Si svolgeranno due grandi dibattiti pubblici inerenti alla situazione politica attuale e allo sviluppo della crisi. Inoltre sarà offerta una vasta gamma di workshop su diversi argomenti. 

#Dance - Blockupy vi invita a concerti e party.

#act - Superare i limiti: ci riprenderemo le strade: con slogann, in maniera fantasiosa e visibile. Ci sarà una visita al nuovo edificio della BCE.

Clicca qui per entrare nel sito di Blockupy

-------------------------------------------------------------

The Festival highlights Nov. 20th to Nov. 23rd 2014

 Thursday, Nov. 20th | 20:00 CET | Gewerkschaftshaus (trade union house, Wilhelm-Leuschner Str. 69-77, close to the central station in Frankfurt):

“Start Offs and Counter-Power” – Lecture by Costas Douzinas (Philosopher and Professor of Law at Birkbeck-University of London), followed by panel discussion

Friday, Nov. 21st | 20:00 CET | House of Youth (Deutschherrnufer 12, 60594 Frankfurt; http://www.jugendherberge-frankfurt.de/en/how-to-find-us/):

“Seven Years of Crisis in Europe” – Controversial Explanations and Perspectives with Ulrike Herrmann (Writer and Journalist of the taz) and Jannis Milios (MP for SYRIZA and Professor of Political Economy at the Technical University of Athens)

[before the panel discussion, at 17:00 CET, we will have at the same place an assembly for all of us]

Friday, Nov. 21st | 10:00 CET | to Sunday, Nov. 23rd (16:00 CET) – at House of Youth and University of Frankfurt, Campus Bockenheim:

Multi-session working groups, thematic and activist workshops, Asambleas and city tour; before and during the Festival at various places in the city: cultural events, exhibitions, readings, film screenings and more

Saturday, Nov. 22nd | 14:00 CET | at Paulsplatz, inner city of Frankfurt

Demo/Inspection/Walk: Moving to the new ECB – We will lend our hands!

 While our colleagues, friends and comrades in Southern Europe continue to rebel against the depletion and impoverishment policies of the Troika, the ECB moves into its new palace. Blockupy moves on to the road. We will make our own move to the new building and give back to the EBC the garbage – in and with many moving boxes – that should have been thrown into the dustbin of history: racist and sexist division, impoverishment, privatization of public funds and goods and wars to secure resources.

We will lend our hands and carry our criticism right in front of the door of the ECB, go to the entrance gates and the fence they are entrenching behind. We will be there, along with activists from organizations and networks from all over Europe. We are thinking and acting in creative forms of civil disobedience – across all those fences limiting us. No smooth move and no smooth crisis politics with us!

Bookmark and Share

Programma Completo