Genova - Il Buridda ritrova casa

15 / 6 / 2014

L'hanno detto e l'hanno fatto: alla conclusione della Street Parade il Buridda, sgomberato dopo 11 anni di occupazione, ha trovato un'altra casa.
Si tratta dell'ex-Magistero di Corso Montegrappa, vuota da anni, liberato dopo che la Street Parade che ha attraversato il centro città.
Non è servita la pioggia battente a fermare la partecipazione all'animato corteo che convocato ancor prima dello sgombero, si è trasformata in un'iniziativa che ha portato in piazza la "Genova di sotto".
Dopo lo sgombero c'era stata una prima risposta con l'occupazione dell'ex scuola Garaventa e molte iniziative di strada.
Difendere il valore dell'autogestione, degli spazi sociali autorganizzati questo il tema al centro del corteo.
Da ieri le molte attività che caratterizzavano il Laboratorio Buridda possono riprendere e allargarsi.


Street Parade della città di sotto
Siamo la Città di Sotto, la città degli sfruttati, degli invisibili; non andiamo in una direzione unica, e non vogliamo esser confinati nelle chiare e rassicuranti mappe della politica istituzionale.

Siamo umanità che viola le norme del controllo e combatte la crisi praticando cooperazione sociale, ribellandosi collettivamente ed individualmente alla città di sopra.

Il 14 giugno tutti insieme attraverseremo la città con una street parade delle lotte sociali riprendendoci le strade perchè mentre la città di sopra ce lo negherebbe noi ci sentiamo liberi di farlo, mentre la città di sopra ci sottrae tempo noi ce lo riprendiamo.

TENETEVI LIBERI,
LA BURIDDA NON SI SGOMBERA,
ED INVADERA' LA CITTA'!




 

Bookmark and Share