La Comunità San Benedetto al Porto e GlobalProject invitano a diffondere questo appello a cantanti, artisti e musicisti per sostenere Simone. Per una battaglia di democrazia e libertà di espressione.

"Io canto con Simone Cristicchi". L'appello di don Gallo

Utente: milena
28 / 5 / 2010

Dopo lo spettacolare concerto del 1 maggio a Roma, dove Simone Cristicchi ha cantato “Genova Brucia”, mi è giunto un comunicato del COISP (coordinamento per l'indipendenza sindacale delle forze di polizia) in data 4 Maggio 2010. Il segretario generale del COISP, Franco Maccari, attacca e definisce Cristicchi cantore dell'infamia e lo considera “questo vile personaggio”, annunciando orgogliosamente minacce e promesse di “affettuosi” attestati all'email ufficiale del cantante.

La canzone “Genova Brucia” è attuale e bruciante. Vuol svegliare le coscienze addormentate. Il testo attinge dagli stessi Atti giudiziari e chiede di accertare la verità, senza voler creare meccanismi di criminalizzazione indiscriminata nei confronti di tutti i poliziotti.

La verità fa male? Tutti dobbiamo interrogarci a partire dal parlamento.

Nel Luglio 2001, abbiamo trascorso a Genova giornate e nottate “allucinanti”, dal principio alla fine, dalla militarizzazione alla umiliazione della nostra città. Porto chiuso, aereoporto presidiato, stazioni ferroviarie e uscite autostradali bloccate. Negozi barricati. E' soprattutto saltata la legalità. Con numerosi e inaspettati episodi di “squadrismo di stato” culminati, passando da via Tolemaide a Piazza Alimonda, da Corso Italia alla Pascoli, al blitz alla scuola Diaz, nella tortura della caserma di Bolzaneto.

Carlo è Morto.
Tra le responsabilità singole più o meno gravi o devianze di gruppi rimane il vuoto totale nel delineare quale è stata la “linea” e la catena di comando. L'arma dei carabinieri? Il capo della polizia? Il ministro degli interni?

La canzone di Simone ci stimola a preparare per il prossimo anno, il decennale del G8 del 2001. Una Nazione che cancela la memoria è senza futuro.

Un vecchio prete genovese lancia un appello a tutti e soprattutto ai cantanti e musicisti della libertà e dell'amore, per esprimere solidarietà alla parte democratica delle forze dell'ordine , alla Famiglia Giuliani, a Simone Cristicchi minacciato e alle centinaia di migliaia di protagonisti pacifici di quelle indimenticabili giornate.

In attesa di far emergere le responsabilità politiche l'onestà è la miglior politica.

Io Canto Genova Brucia e voi?

 Don Andrea Gallo, Fondatore Comunità San Benedetto al Porto

  • per aderire scrivi a: genovabrucia(at)sanbenedetto.org

ADERISCONO AL GENOVA BRUCIA FAN CLUB:

AFRICA UNITE

ASSALTI FRONTALI

BANDABARDO'
BANDA OSIRIS
CAPAREZZA

CAPONE&BungtBangt
CISCO

DIVA SCARLET

NICOLO' FABI

FUNK OFF
PIERO PELU'(Litfiba)
ROBERTO ANGELINI
ROY PACI e ARETUSKA
SUBSONICA
NERI MARCORE'
ALESSANDRO MANNARINO
MODENA CITY RAMBLERS

PINO MARINO

99 POSSE
NABIL(Radiodervish)
PACIFICO
ROCCO PAPALEO
PIERO RICCA
SERGIO STAINO

AMBROGIO SPARAGNA

STATUTO

SKIANTOS
TETE DE BOIS
FEDERICO ZAMPAGLIONE (Tiromancino)

YO YO MUNDI

La Linea di Greta - Roma
Raimondo Taibi - Agrigetno/London
Collettivo Angelo Mai - orchestra mobile di canzoni e musicisti
Andrea Pesce
Peppe Cirino/Sana Rivoluzione
Marco Arturi - Fiom Cgil Torino
Nini Giacomelli, direttore Festival Canzone Umoristica d'Autore, con tutto lo staff
Miria Gambardella, Svizzera
Andrea Botti
Enrico de Angelis, Verona

MinghyPosse
Annachiara Casimo
Loredana  Schiraldi
The Vad Vuc

Maurizio Somma
Manuel Garibaldi
Luigi Mariano, cantautore

Bookmark and Share