La Cassazione fa cadere l'accusa di terrorismo per i 4 No Tav in carcere

16 / 5 / 2014

E' giunta da poco la notizia che la Corte di Cassazione ha annullato la sentenza del tribunale della libertà che aveva usato il reato di terrorismo per mantenere detenuti dal dicembre scorso Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò.

Di seguito l'articolo tratta dal sito www.notav.info, in cui si sottolinea come questo sia l'ennesima occasione in cui viene contraddetto l'operato della Procura di Torino, nota proprio per il suo accanimento contro la lotta No Tav.

La manifestazione del 10 maggio a Torino è stata una grande dimostrazione di quanto sia importante mobilitarsi contro chi vorrebbe usare ogni mezzo giuridico per tentare di reprimere e criminalizzare il movimento No Tav ed in generale le lotte sociali.

Oggi dopo il pronunciamento della Cassazione Chiara, Claudio,Mattia e Niccolò devono essere liberati subito.

Liberi tutt@, libertà di movimento!

Cassazione: cade l’accusa di terrorismo per i notav

E’ arrivata da pochi minuti la sentenza della Corte di Cassazione che annulla la sentenza del tribunale della libertà che ora dovrà riformulare il reato per i quattro in base alle indicazioni della Cassazione. Cade quindi il reato di terrorismo e il tentativo spregiudicato della procura di Torino che tiene in carcere dallo scorso dicembre Chiara, Claudio,Mattia e Niccolò.

L’estrema forzatura dei pm con l’elmetto che hanno basato tutta l’accusa sul reato del “270 sexies’(connesso al 280 ):, “attentato con finalità terroristiche, atto di terrorismo con ordigni micidiali ed esplosivi, oltre che detenzione di armi da guerra e danneggiamenti” va in pezzi se giudicata fuori dalle mura amiche della città di Torino.

Esiste un  ‘caso Torino’ perchè di fatto la Cassazione è da 13 anni annulla le fantasie della procura

  • 2001: la cassazione annulla le sentenze di Torino che condannavano Edo, Sole e Baleno per associazione sovversiva.
  • 2012: la cassazione annulla l’ordinanza del tribunale del riesame di Torino che ha tenuto in carcere per mesi due no tav accusati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale
  • 2014: la cassazione annulla l’ordinanza del tribunale del riesame di Torino che aveva confermato l’accusa di terrorismo contro 4 no tav, tenendoli in carcere per 6 mesi.

Tutte misure richieste dalla procura di Torino, oggi come 13 anni fa e tutte puntualmente smentite dalla cassazione di Roma.

Tutte richieste che sembravano e sembrano smisurate, sproporzionate, assurde, gonfiate, senza bisogno di essere giuristi.

Sarebbe ora di prendere atto dell’anomalia in corso nella procura torinese e nel pool di pm con l’emetto che oggi, dopo il dossier sulle strane amicizie del pm Rinaudo, la bufala dell’aggressione all’autista (montata poi da pm e media)e  la sentenza odierna, ha perso definitivamente credibilità.

Tratto da:

Bookmark and Share