Parte la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare Rifiuti Zero

Napoli - Commons per la legge di iniziativa popolare Rifiuti Zero

La Rete metropolitana partenopea aderisce alla campagna

5 / 3 / 2013

L'ultima tornata elettorale ha senza dubbio regalato un quadro assolutamente inedito del nostro parlamento. Non sappiamo al momento se le forze politiche riusciranno a istituire un governo oppure si ritornerà alle elezioni. Sappiamo però per certo che se cambiamento c'è stato in questo paese è anche grazie a quegli esempi di lotte territoriali e popolari che hanno costruito un nuovo protagonismo dei cittadini. Un protagonismo che non può esaurirsi nelle urne e che non può conoscere il principio della delega. Per questo pensiamo che in questa fase è opportuno approfittare della fase di rottura nel paese per porre anche in maniera più strutturata all'attenzione delle assemblee elettive il tema delle lotte sui rifiuti degli ultimi anni e le proposte di piano alternativo che dalle lotte si è costruito. Aderiamo con convinzione alla campagna per la legge di iniziativa popolare “Rifiuti Zero” proprio per questo motivo, coscienti che bisogna costruire un processo collettivo, di informazione e condivisione sulla proposta Rifiuti Zero, che parta dai territori e dai comitati che li abitano, per mettere alla prova anche chi, tra gli eletti in parlamento, parla di protagonismo dei cittadini e di scelte radicali sulle questioni ambientali e le vicende di Parma sono lì a ricordarcelo.
Siamo consapevoli del fatto che non è questo il tempo (e non lo sarà mai), di affidare in blocco il portato delle lotte ambientali a qualsiasi esperienza politico istituzionale, rinunciando in questo modo alle opzioni della partecipazione dal basso ed alla forza delle lotte sociali. Nel nostro territorio la questione del ciclo dei rifiuti ha vissuto di un protagonismo popolari con pochi esempi simili in Italia. Al tempo stesso gli ultimi anni c'hanno regalato un fiorire di esperienze territoriali contro discariche ed inceneritori. Si è messo in moto un processo di informazione e costruzione di alternativa che vede ora il coinvolgimento di tantissimi territori. Un fenomeno quindi che non è più perimetrabile alla sola Campania. Dal nord al sud i comitati che si ispirano a Rifiuti Zero crescono e si rafforzano.
Questa condizione, unita alla situazione politica del paese, può essere un terreno fertile per l'affermazione del piano alternativo di smaltimento dei rifiuti, senza discariche ed inceneritori, fondato sulla raccolta differenziata, il riuso, il riciclo, la riduzione a monte dei rifiuti e l'estrusione, mettendo al bando ogni tipo di combustione ed interramento per i rifiuti. Bisogna certamente essere consapevoli che la legge di iniziativa popolare è di per sé uno strumento parziale per affermare un modello alternativo. Sebbene la raccolta delle 50mila firme necessarie per portare in Parlamento il testo di legge “Rifiuti Zero” è un importante sfida da vincere, siamo consapevoli che solo attraverso una mobilitazione che parta dai territori riusciremmo a dare forza, vigore e solidità a questa battaglia. Solo generando processi collettivi di protagonismo, lotta, rivendicazione, possiamo pensare di vincere la battaglia contro inceneritoristi e potentati economici, non certo delegando. Parteciperemo dunque alla campagna per la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare partendo dai nostri territori, da Chiaiano, Scampia, zona collinare, Marano, Mugnano, Afragola, Casoria ecc. ecc. Accopagneremo i nostri gazebo con materiale informativo della campagna con il tentativo di sviluppare ovunque ce ne fosse la possibilità e le condizioni azioni creative e conflittuali di sostegno alla campagna.
Seguiremo il Coordinamento rifiuti ed energia nel coordinamento della raccolta firme per l'area metropolitana di Napoli e per la Campania provando a costruire le migliori sinergie possibili.

Apertura campagna raccolta firme della Rete Commons per legge d'iniziativa popolare “Rifiuti Zero”

Sabato 9 Marzo, ore 15:30

Workshop di formazione ed informazione

Sala municipale, Corso Chiaiano 50, Sede VIII Municipalità

Commons – rete dei comitati per i beni comuni di Napoli e provincia

Bookmark and Share

Testo legge di iniziativa popolare Rifiuti Zero