#OccupyRimini: Comune vs Conservatorismo

Sabato 7 gennaio ore 17 Assemblea pubblica @Vecchia Pescheria

4 / 1 / 2012

"Hey teacher leave us kids alone"

Si incontrano tanti professori nella vita ad ognuno il suo ruolo, ma sempre un ruolo che non coincide mai - come dimostrano le azioni del Governo - con le necessità che pulsano nel cuore di chi vuole cambiare questo sistema, passo per passo, fatica per fatica, ma con grande determinazione e coraggio.

Abbiamo scelto di non dare gioia a chi era pronto a costruire con mano violenta una limitazione ad un progetto progetto sociale, politico e culturale nel quale crediamo con forza e che serve alla città di Rimini.

Una risposta repressiva - schedatura di tutte le persone presenti con videocamere e documenti alla mano - che non ha lasciato margini a nessuno spazio vero di confronto che non fosse la minaccia violenta e la prevaricazione. A questi dispositivi ci siamo sottratti perchè già dai prossimi giorni continueremo a tenere viva la necessità di sottrarre gli spazi non solo dall'abbandono ma anche alla speculazione ed alla rendita parassitaria, sia che si tratti di grosse ditte edili o di società partecipate pubbliche - come AMIR SPA - società partecipate che gestiscono le proprietà comuni, cioè di tutti e tutte, come beni privati a loro esclusivo utilizzo e degrado.

L'amministrazione che dice di essersi rinnovata rispetto alle giunte passate continua invece a muoversi nel solco di un centro sinistra che dietro la bandiera di una legalità formale - che non coincide mai con la giustizia sociale - è cieca alle nuove istanze di partecipazione che aprono nuovi orizzonti e relazioni. Attendiamo, comunque, la convocazione del tavolo di trattativa la prossima settimana.

Sabato 7 gennio alle ore 17 sotto la Vecchia Pescheria ci sarà il primo appuntamento pubblico con un'assemblea partecipata di presentazione del progetto alla città. Ripartiamo con la serenità e la gioia di aver compiuto un passo importante per le tante persone che si sono aggregate in questi mesi e che nonostante fossero alle prime esperienze hanno vissuto con determinazione questa importante giornata. Una giornata che ha riaperto il tema degli spazi sociali e autogestiti in città come veri e propri avamposti di welfare dal basso contro la crisi.

"Sgomberatevi il cervello, siamo la comunità, toglietevi il cappello."

Abbiamo bisogno di tutto il vostro supporto! Diffondete il preludio al progetto, mettete mi piace sulla pagina #OccupyRimini

4 gennaio 2012_gli e le abitanti di #OccupyRimini

Bookmark and Share