per lo sciopero generale, per il reddito, per l'estensione dei diritti

Padova - Assemblea territoriale in difesa dell'art 18 e contro la precarietà

Martedì 15 maggio 2012, ore 18, Sala Polivalente, via Diego Valeri

9 / 5 / 2012

Il governo Monti sta procedendo allo smantellamento dei diritti e delle garanzie di noi tutti. La riforma delle pensioni, le manovre finanziarie, i tagli al welfare, le privatizzazioni ed i rincari, sono una realtà che colpisce già milioni di persone.

L’ottusa applicazione dei dettami della BCE e il dogma del pareggio di bilancio stanno scaricando il prezzo della crisi tutto sui giovani,donne e lavoratori dipendenti.

Ma c'è una nuova sfida lanciata dall'esecutivo alla società intera. E' quella della controriforma del lavoro.

In una fase in cui tutti gli sforzi dovrebbero essere tesi a creare buona occupazione e lavoro, questo governo fa esattamente il contrario.

Smantella le tutele dell'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori.

È questa una questione che riguarda noi tutti: chi dell'articolo 18 può beneficiare e chi non lo ha mai potuto far valere, i lavoratori del privato come quelli del pubblico impiego, gli studenti e gli insegnanti, i precari tutti.

Perché cancellare l'articolo 18 significa togliere dignità al lavoro, scaricare su tutti noi la crisi.

L'articolo 18 non si tocca. Cancellarlo, destrutturarlo, significherebbe consegnare milioni di lavoratori al permanente ricatto del licenziamento facile.

L'articolo 18 va protetto perché difenderlo è una battaglia di dignità e di giustizia per tutta la società.

L'articolo 18 va esteso perché milioni di persone vivono già oggi il ricatto del licenziamento.

Insieme all'articolo 18 abbiamo bisogno di nuovi diritti, di nuovi ammortizzatori sociali, di reddito e welfare perché la precarietà è ormai una condizione comune a noi tutti.

Costruiamo insieme uno sciopero generale per la difesa dell'articolo 18 contro la precarietà e per l'estensione dei diritti.

Una giornata costruita dal basso, insieme.

Una giornata di sciopero vero che a partire dai territori blocchi il paese.

Una giornata di lotta perché il prezzo di questa crisi non può essere scaricato su tutti noi.

PADOVA – 15 MAGGIO 2012, ORE 18

SALA POLIVALENTEVIA DIEGO VALERI

ASSEMBELA PER LO SCIOPERO GENERALE

PER LA DIFESA DELL’ART. 18 E PER L’ALLARGAMENTO DEI DIRITTI

Un percorso aperto e inclusivo per la promozione dello sciopero generale e per giungere all’evento nazionale del prossimo 20 maggio a Firenze.

Il 20 maggio 1970, dopo lotte e scioperi durissimi, nacque lo Statuto delle Lavoratrici e dei Lavoratori. Ora più che mai diventa necessario l’ impegno di tutte e tutti non solo di difenderlo ma di estenderne i diritti a chi non li ha, perché nessuno possa sentirsi solo.

Promuovono:

Marco Distefano (delegato Fiom), Maso Ivan (delegato Fiom), Pizzato Marco (delegato Fiom), Jean Luc Maron (delegato Fiom), Badoer Gianluca (delegato Fiom), Ernesto Vecchiato (delegato Fiom), Alessandra Reali (delegato Fiom), Omar Aretino (delegato Fiom), Antonio Pacagnella (delegato Fiom), Cristina Carraro (delegato Fiom), Marco Giofriddo (delegato Fiom), Antonio Silvestri (Segretario Provinciale Fiom) Giuseppe Taibi (Rsu Ag.entrate PD), Gianni Boetto (coord. ADL Cobas), Stefano Pieretti (Rsu Comune di PD), Celestino Giacon (Rsu Ag.entrate PD), Massimo Maffezzoni (Rsu Coopservice), Lorenza Favaro (Rsu Poste Pd), El Asri Mbarek (Rsu Coop. della gioventù-CEVA), MariaAntonietta Ponchia (Rsu ULSS 16), Giuditta Brattini (Rsu Provincia di PD), Maurizio Galato (Rsu comune di PD), Borrelli Annamaria (Rsu Ag.Entrate di PD), Mario Pagano le Rose (Rsu Ag.Dogane PD), Giuseppino Berengan (Rsu Tribunale di Padova), Silvio Nalon (Rsu comune di PD), Gino Buson (Rsu Ag.Entrate Pd), Maurizio Magrin (Rsu APS PD), Fabio Bigon (Rsu APS PD), Alberto Borgato (Rsu APS PD), Giuseppe Cutrì (Rsu IT Marconi PD), Carlo Salmaso (IT Severi PD), Simonetta Ginocchietti (LA Modigliani PD), Rossella Codenotti (ISA
Selvatico PD), Carmine Alba (IIS Ruzza PD), Nicola Adesso (IIS Da Vinci PD), Germana Marchetti (IC Lozzo PD).

Bookmark and Share