Sabato 9 febbraio: Ancona porto aperto

Appuntamento alle ore 11 al Porto di Ancona (Piazza della Repubblica)

30 / 1 / 2019

Nella settimana di mobilitazioni contro il decreto Salvini, che precede l’assemblea nazionale di #Indivisibili domenica 10 febbraio a Macerata, ad Ancona è prevista una manifestazione al porto sabato 9 febbraio alle 11. Di seguito il testo di lancio di Ancona porto aperto.

 Il 10 novembre 2018, 100 mila #indivisibili hanno attraversato le strade di Roma contro il decreto Salvini e contro le politiche razziste del governo Lega-5Stelle. Per la prima settimana di febbraio in tutta Italia si stanno indicendo iniziative all’insegna della disobbedienza civile e della solidarietà, che si concluderanno il 10 febbraio a Macerata con l'assemblea nazionale #indivisibili ad un anno di distanza dallo straordinario corteo che reagì all'attentato razzista e fascista contro i migranti e al tentativo di silenziamento da parte del vecchio ministro dell'Interno Minniti.

Il Movimento Antirazzista delle Marche chiama tutte e tutti alla mobilitazione per ribadire la contrarietà alla Legge Salvini, una norma che aumenta le diseguaglianze, produce esclusione sociale e marginalità, criminalizza il dissenso e la cooperazione, e che sta già rendendo più insicure le vite di tutti.

Abbiamo scelto di manifestare al porto di Ancona, simbolo della città e luogo dove si registrano i respingimenti dei rifugiati che cercano di entrare in Europa e dove tanti ragazzi senza nome, hanno perso la vita schiacciati dai tir dove erano nascosti.

Come realtà territoriali facciamo appello a tutte le persone, a tutte le realtà collettive a mobilitarci, insieme:

✦ Per fermare l'attacco ai rifugiati e alle Organizzazioni umanitarie, salvare le persone che attraversano il Mediterraneo, assicurare lo sbarco immediato di tutte le persone che vengono salvate e impedire che vengano riportate nei campi di concentramento in Libia;
✦ Per il ritiro della legge “immigrazione e sicurezza”e della Legge Bossi Fini;
✦ Per una nuova Legge sull’immigrazione che preveda l’ingresso regolare dei migranti;
✦ Per l 'accoglienza e regolarizzazione per tutte le persone migranti;
✦ Per la costruzione di reti di solidarietà attiva che si oppongano all'esclusione sociale;
✦ Per la difesa del sistema di accoglienza diffuso e contro l'apertura dei Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr);
✦ Contro ogni forma di razzismo, la minaccia fascista, la violenza sulle donne, l'omofobia e ogni tipo di discriminazione.

Bookmark and Share