Senigallia - Raccolta fondi per gli agricoltori e i produttori bio colpiti dall'alluvione

6 / 6 / 2014

Mentre la Regione Marche e il Governo Renzi latitano, ancora una volta, dopo aver liberato le case da acqua e fango, è la cooperazione solidale tra le persone ad affrontare il problema di come raccogliere e redistribuire aiuti economici e beni materiali agli alluvionati. Tante, infatti, sono le iniziative che gruppi di cittadini stanno mettendo in campo per affrontare con efficacia questo “secondo tempo” del postalluvione.

A questi ci aggiungiamo anche noi. Lo facciamo però con una raccolta fondi autonoma e mirata ad un obiettivo specifico: il sostegno a tutti quei produttori e quegli agricoltori che in quest’anno hanno reso possibile il settimanale “MercatoBio Mezza Campagna”.


Biologico, per noi, non vuol dire assumere una posa radical-chic durante l’ora dell’aperitivo.
Biologico vuole dire avere un’idea di trasformazione della società, delle sue relazioni economiche e produttive. Ecosostenibilità, lotta alle multinazionali, qualità del cibo, rispetto della salute, tutela dei lavoratori, k m0, filiera corta, rapporto diretto tra produttore e consumatore, non sono solo parole, sono prospettive.
Il Biologico è anche risposta all’agricoltura chimica che non ha conservato i suoli rendendoli meno in grado di trattenere le piogge (-50% negli ultimi 50 anni) e quindi concausa degli eventi alluvionali.
Il biologico, per noi, è la traduzione pratica di una progettualità politica, come lo è la solidarietà.

La solidarietà deve essere espressione condivisa di un’idea di società, anzi, di un’idea di trasformazione della società, altrimenti se è neutrale o generica, può essere usata dalle istituzioni come foglia di fico per nascondere le proprie responsabilità e la propria inerzia.

L’alluvione ha devastato campi, raso al suolo interi raccolti, distrutto macchine e strutture agricole. Ci vorranno anni per ritornare al livello di maturità degli ecosistemi pre-alluvione.

Chi ha fatto e continua a fare la scelta di coltivare senza pesticidi e agenti chimici va sostenuto, anche perché non c’è modo migliore per prevenire i sempre più frequenti “disastri naturali” che stabilire un rapporto di cura e non di sfruttamento, tra uomo e ambiente.

Invitiamo tutte e tutti a sostenere i produttori e gli agricoltori a Km0 del “MercatoBio Mezza Campagna”.

Bonifico Bancario intestato a “Associazione Giuliano Rosa”, Via Abbagnano, Senigallia. Cod. fisc.:92028500426 c/o Banca Etica. IBAN: IT09 YO5O 1802 6000 0000 0175 136 Causale: danni per alluvione.


Spazio Comune Autogestito Arvultùra
(MezzaCanaja/CollettivoStudentescoSenigallia)

MercatoBio Mezza Campagna

Associazione Giuliano Rosa

Bookmark and Share

Conferenza stampa presentazione raccolta fondi