Venezia - C'è del marcio a Ca' Foscari

Gli studenti del collettivo Li.s.c. hanno portato i rifiuti rinvenuti all'interno dello spazio occupato il primo maggio in sede centrale dell'Ateneo

6 / 5 / 2014

 Il collettivo Li.s.c. Venezia porta a segno un'altra mossa determinante del percorso #invendibili. Dopo i lavori di messa in sicurezza, restauro e pulizia della casa del guardiano di Ca' Bembo, l'assemblea degli studenti ha deciso di mettere l'amministrazione di Ca' Foscari di fronte alla realtà dell'abbandono e del degrado della sede a causa del disinteresse di chi tira le fila di questa permuta/vendita.

Gli oltre 140 metri quadri dei locali liberati del collettivo celavano infatti un preoccupante degrado giacente nella struttura da una decina di anni: scatoloni intaccati dall'umidità e dalla muffa con materiale espositivo dell'Ateneo, calcinacci, mattoni, rifiuti prodotti da lavori precedenti interrotti in corso d'opera.

L'assemblea ha riconosciuto che l'onere di smaltire questi detriti non è degli studenti che liberano lo spazio, ma di chi il degrado l'ha creato e l'ha messo sotto il tappeto sperando che nessuno se ne accorgesse.

Gli studenti #invendibili hanno dunque restituito al mittente la spazzatura depositandola nel cortile della sede centrale Ca' Foscari, mettendo in piazza le vergogne e la malamministrazione dell'Ateneo in maniera incelabile ed inequivocabile.

Inoltre, sempre nella giornata di oggi, gli studenti e le mamme della scuola elementare Renier Michiel, hanno organizzato una merenda all'aperto e giochi nel giardino liberato di Ca' Bembo. Anche in questa occasione vogliamo ribadire la volontà di riaprirlo attraverso una convenzione che anche l'amministrazione comunale si è resa disposta a firmare.

Giovedì si terrà invece un reading dell'opera di Oscar Wilde "Il Gigante Egoista" in diverse lingue.

Tutti i giorni aula studio con wi-fi e giardino liberato.

Passate a trovarci!

Bookmark and Share

Venezia - C'è del marcio a Ca'Foscari

Venezia - il giardino liberato