Verona. L'aria è un bene comune: sabato 9 ottobre manifestazione contro l'inceneritore di Ca' del Bue

Il comunicato dei Comitati e le Associazioni contro l'inceneritore di Ca' del Bue

7 / 10 / 2010

Sabato 9 ottobre è stata indetta una manifestazione organizzata da tutti i comitati e associazioni che si stanno opponendo al progetto dell’inceneritore di Verona.
Nella volontà degli organizzatori vuole essere una manifestazione all’insegna dei suoni e dei colori della proposta più che dei mugugni della protesta.

La nostra Amministrazione vorrebbe "legare" per 25 anni la nostra città a un progetto che sa tanto di passato e del tutto improponibile alla collettività.
Bruciare preziose materie prime contenute nei rifiuti che potrebbero essere riutilizzate e rivendute rappresentando in tal modo una importante risorsa economica, è una vera e propria idiozia.
Che senso ha educare i cittadini a una raccolta differenziata spinta e poi prevedere di importare rifiuti da altre province per soddisfare la insaziabile voracità dell’inceneritore?
Perché il bando di AGSM prevedeva inizialmente di bruciare circa 600 tonnellate di rifiuti al giorno e in corso d'opera la quantità di rifiuti da smaltire è arrivata a oltre 1000 tonnellate con la riattivazione dei vecchi forni a letto fluido?
Chi vuole guadagnarci da questo affare a scapito della salute dei cittadini, presenti e futuri?

Innumerevoli studi scientifici hanno dimostrato la pericolosità delle sostanze emesse dagli inceneritori, che contaminano, anche a grandi distanze, la popolazione e tutto l'ambiente.
La nostra città, già sanzionata dalla Comunità europea per la pessima qualità dell'aria, riceverà un colpo mortale, qualora malauguratamente l'inceneritore dovesse ripartire.
Gli amministratori politici della città hanno inspiegabilmente deciso di non confrontarsi per studiare e trovare alternative alla combustione dei rifiuti decisamente più sostenibili. Nessun organo istituzionale vuole assumersi in modo esplicito alcuna responsabilità per un progetto tanto insensato!

Per questo si è deciso di scendere sabato 9 ottobre in piazza per far valere le ragioni di chi vuole investire in una migliore vivibilità del nostro territorio.
Hanno aderito alla manifestazione anche le amministrazioni comunali di San Giovanni Lupatoto e di San Martino Buon Albergo.

L'appuntamento per tutti è alle 14,30 nel piazzale della stazione F.S. di Porta Nuova con passeggiata in corteo fino a piazza Bra sulla scalinata di palazzo Barbieri per gli interventi conclusivi.

Per i “Comitati e le Associazioni contro l’inceneritore di Verona (Ca’ del Bue)” Daniele Nottegar, Mirko Simonaio, Rosanna Pressi, Silvano Massaro

Bookmark and Share

Gallery

Eventi

9/10/2010 14:30 > 9/10/2010 17:30