Vicenza- Manifestazione con i rifugiati per un permesso di soggiorno

Un corteo partecipato attraversa il centro storico per chiedere il diritto all'accoglienza e il permesso di soggiorno per tutti

28 / 10 / 2012

E' stata una manifestazione partecipata(150 circa le persone presenti), rumorosa e sentita quella che ieri ha attraversato le strade del centro storico di Vicenza. Un corteo bagnato dalla pioggia per chiedere, al fianco dei fratelli migranti fuggiti dalla Libia in seguito alla repressione di Gheddafi e alla guerra nella quale pure l'Italia è stata partecipe, il rilascio immediato dei permessi di soggiorno umanitario e il riconoscimento dell'Asilo politico per tutti i rifugiati.

In una città come Vicenza, simbolo purtroppo di quella macchina di morte che semina miseria nei paesi del mediterraneo abbiamo sentito la necessità di scendere in piazza con l'assemblea dei richiedenti asilo per ribadire che devono essere garantiti i diritti fondamentali per coloro che si sentono cittadini del mondo, liberi di circolare in cerca di un futuro migliore.

Soprattutto in seguito allo sgombero da parte della polizia di 6 richiedenti asilo ospitati in una struttura di Recoaro e lasciati in balia di sè stessi in mezzo a una strada crediamo che sia giunto il momento per affrontare in modo determinato e risolutivo il problema.

Il governo Monti, contestato fortemente ieri mattina a Riva del Garda, tende sempre più ad accantonare il problema o a riempirsi la bocca di false promesse dimenticando che dal 1 gennaio 2012 questi ragazzi saranno in mezzo alla strada in condizione di clandestinità. Crediamo che il problema vada risolto nei tempi più brevi possibili stanziando dei fondi agli enti locali in modo che possano ospitare i migranti oltre il 31 dicembre.

Torneremo nelle piazze, nelle strade e non solo fino a quando il problema non sarà risolto.

SOLIDARIETA' CON I RIFUGIATI LIBICI, PERMESSI DI SOGGIORNO UMANITARIO PER TUTTI E SUBITO!!

Assemblea richiedenti asilo, Rete Welcome, ADLCobas, CS Bocciodromo

Bookmark and Share