Vicenza- Tav e industriali si mangiano la nostra terra con i soldi pubblici

Una performance di carnevale davanti al convegno di Confindustria sul'Alta Velocità in città.

19 / 2 / 2016

Oggi la Confindustria di Vicenza ha tenuto un incontro dal titolo “I binari del futuro, tra Alta Velocità e web” . Il luogo scelto è l'Officina Grandi Riparazione dei Frecciarossa, nel quartiere dei Ferrovieri. L'argomento della discussione è stato il progetto del Tav previsto per Vicenza e per tutta la tratta da Verona a Padova. E' noto che gli industriali vicentini sono i primi sostenitori dell'opera e della mega-stazione in zona Fiera.

Abbiamo pensato di non poterli lasciare discutere in pace delle loro idee di futuro condite da grandi interessi economici. Siamo arrivati con un grande carro da carnevale e con un treno a forma di squalo che si divora le case e la terra con la sua bocca affamata di profitto. Vestiti in giacca e cravatta e con banconote di grossa taglia, provenienti dalle nostre tasche abbiamo portato un po' di colore e allegria in una giornata altrimenti triste e grigia. Non sono banconote qualsiasi però ma raffiguranti le facce di Zonin, Zigliotto e Maltauro. Insieme a tanti altri rappresentano i poteri forti del vicentino.

Zonin è ormai noto in tutta Italia per aver fatto perdere migliaia di euro agli azionisti della Banca Popolare di Vicenza. Zigliotto è il presidente di Confindustria Vicenza e Maltauro è il grande costruttore vicentino, invischiato in note vicende giudiziarie italiane per affari illeciti nelle grandi opere. Una di queste è stato l'Expo ma la sua azienda è presente anche nel consorzio Cepav 2, incaricato della costruzione della linea Tav Brescia-Verona.

E' stata una simpatica presa in giro delle lobby che governano la città. Le nostre iniziative non finiranno qui, ci vediamo alla prossima puntata.

Comitato Popolare dei Ferrovieri

Bookmark and Share