Autoproduzioni

Frame_141210

Libro illustrato sul 14 dicembre a Roma - Produzione Tpo Bologna e Burp! in collaborazione con Global Project.

17 / 1 / 2011

Quello che avete in mano non è un libro ma una fotografia al contrario. Un'istantanea collettiva di una giornata particolare: il 14 dicembre 2010 a Roma. Nei giorni successivi una pioggia di racconti venivano postati su facebook e sulla community di Global Project, su blog e siti di informazione. Rispondevano all'urgenza di prendere parola, rivivere e fissare attraverso i propri occhi e le proprie mani quegli eventi. Siamo rimasti colpiti nel vedere quanti eravamo a disegnare e scarabocchiare appunti sulle agende e sui taccuini. Queste storie parlano di chi quella giornata l’ha vissuta. Raccontano i corpi di una generazione che sembrava senza futuro ma in questi giorni sta reclamando il proprio presente. Queste parole e questi disegni scritti sulla strada del ritorno hanno addosso l'odore di vestiti impregnati di lacrimogeni, riecheggiano di cori e degli slogan appena scanditi, hanno la pelle ancora calda per i chilometri corsi. Abbiamo pensato che fosse importante fissarli così. Immediatamente. Perché ogni singolo soggetto potesse uscire dalla pagine e prendere parola per raccontare la propria istantanea. Tanti fotogrammi di un presente che si sta facendo storia.

Dalla prefazione

“Istantanee in movimento, di movimento, per un comune politico in movimento. Questa è la cifra di questo progetto. Non possiamo – e non vogliamo – fare il punto, quanto piuttosto moltiplicare i punti di osservazione, tracciare le linee della prosecuzione collettiva, rimandare a data da destinarsi i bilanci ed i “alla fine com'è andata? Abbiamo vinto, pareggiato o perso?”. Come se il valore di una scommessa si potesse misurare solo dal suo esito. Quello che avete in mano è frutto della redazione editoriale collettiva dei post pubblicati sul Global Project in commento alla giornata di iniziativa indetta da Uniti contro la crisi il 14 Dicembre 2010 a Roma. Alcune avvertenze. Abbiamo privilegiato i testi brevi, scritti da una prospettiva personale, favorito ciò che può aiutare alla narrazione e che è stata pubblicata tanto negli scritti redazionali quanto nel libero arcipelago della Community. Ci sarebbero stati altri contributi che per limiti di spazio non abbiamo potuto accogliere, li trovate comunque sul sito. Alcuni pezzi hanno subito un editing per la riduzione delle battute, ce ne scusiamo con voi e con gli autori. Troverete anche delle illustrazioni perchè per noi sono un linguaggio cruciale e rappresentano una diversa grammatica del racconto, formidabile e diretta, molto diversa dalle fotografie che rischiano di imbrigliarci in quella che, tra di noi, chiamiamo “retorica dell'istante”. Laddove si celebra, non si narra. Dove si è dominati da un dispositivo di discorso fatto e compiuto, lì il divenire subisce uno scacco. Quando la memoria diventa prescrittiva e liturgica, là siamo un po' meno liberi. Si tratta, per noi, di fare tesoro collettivo ed accumulo soggettivo delle esperienze, senza astrarle a modello. Non perché ne temiamo la riproduzione, ma perché i movimenti sono tali proprio perché ogni volta sono liberi di inventare ciò che sono, quali dispositivi organizzativi adottare e quali strumenti di lotta utilizzare”

Con illustrazioni e tavole di: Toni Bruno, Zerocalcare, Gianluca Romano, Nicola Gobbi, Kira.0, Nicola Gobbi e Daria Gatti.

Testi raccolti da www.globalproject.info

Frame_141210 è una produzione cura di Tpo Bologna e Burp! che troverete in anteprima durante il Meeting di Uniticontrolacrisi a Marghera il 22 e il 23 Gennaio 2011- Info: tpo@mail.com

Bookmark and Share