Aaron Swartz fino a pochi giorni fa era un giovane informatico americano, 26 anni, che ha contribuito e ha realizzato alcuni progetti importanti. Le Creative Commons per esempio, o anche lo sviluppo di Reddit, RSS...

Aaron Swartz suicidato dal copyright

Era un programmatore fuori dagli schemi, vicino al mondo di Anonimous

16 / 1 / 2013

Non è il nome più comune, ma Aaron Swartz fino a pochi giorni fa era un giovane informatico americano, 26 anni, che ha contribuito e ha realizzato alcuni progetti importanti. 

Le Creative Commons per esempio, o anche lo sviluppo di Reddit. I suoi progetti da programmatore però non erano tutto. Aaron si è battuto contro il SOPA e il PIPA negli Stati Uniti. L'ha fatto attraverso il suo progetto Demand Progress. 

Due anni fa Aaron Swartz viene accusato di aver scaricato illegalmente oltre 4 milioni di documenti dalla biblioteca online del MIT, JSTOR. Documenti scientifici e storici. Al MIT la prendono male e lo denunciano per un reato informatico che in America può portare a 35 anni di carcere senza contare le multe e le spese che avrebbero superato il milione di dollari.

Aaron non sopporta questa accusa e cade in una brutta depressione. Il Dipartimento di Giustizia voleva dargli una "pena esemplare", così da scoraggiare nuovi gesti simili. Passano i giorni, i mesi e Aaron diventa sempre più fragile, fino a quando l'11 Gennaio 2013 decide di suicidarsi in una casa di New York. Ci sono vite che rendono il mondo un posto migliore, e morti che lo condannano, almeno per un po', a fare i conti con i propri limiti. 

È il caso di Aaron Swartz, suicidatosi a soli 26 anni, nella sua casa di Brooklyn a New York. A portare il paladino della libertà di informazione, o meglio del libero accesso alle informazioni, è stata una terribile combinazione di bullismo governativo e depressione.

Quando aveva solo 14 anni Swartz, ricorda Wired.com, co-sviluppò il Real Simple Syndacation (Rss) standard rivoluzionando la distribuzione dei contenuti Web. Poi lavorò insieme a Lawrence Lessing per fondare Creative Commons: ancora una rivoluzione, questa volta nel mondo delle licenze e del copyright. 

Dopo aver trascorso circa un anno a Stanford, abbandonò gli studi per fondare l'azienda di software Infogami, quella che una volta confluita in Reddit avrebbe trasformato il sito nel portale di social news che oggi è: tanto straordinario da essere stato scelto da Barack Obama durante le scorse elezioni presidenziali per un tête a tête con i suoi elettori. Non è solo questo tuttavia il contributo di Swartz a una Internet più libera dove lo scambio di informazioni e notizie avviene in maniera più semplice, democratica e giusta. Dopo l'acquisizione di Reddit da parte di Condé Nast alla fine del 2006, il giovane programmatore/hacker/attivista ha finalmente avuto i mezzi economici necessari per dedicarsi alle sue battaglie più importanti: dalla riforma del copyright alla libertà dell'informazione.

Nel 2007 ha lavorato insieme a Internet Archive per la realizzazione di una biblioteca online aperta, contenente il maggior numero di libri disponibili gratuitamente. Il risultato è OpenLibrary.org. 

Nel 2010, invece, ha fondato Demand Progress, il gruppo no-profit che portò al successo la rivolta contro le proposte di legge Sopa/Pipa lo scorso anno. Tra il 2010 e il 2011 ha collaborato con l' Edmond J. Safra Ethics Center presso la Harvard University. A rendere straordinario il suo lavoro, oltre al talento e ai risultati che era in grado di ottenere erano soprattutto, secondo quelli che hanno condiviso parte del suo percorso, la passione lo spirito con cui lo compiva: completamente dimentico di sé e lontano dal cercare un tornaconto personale, come spiegano perfettamente le parole della sua famiglia e dei suoi amici.

"L'impegno di Aaron verso una giustizia sociale era profondo e ha sempre caratterizzato la sua vita”, scrivono su Remember Aaron Swartz, il sito creato in sua memoria. “Ha combattuto per creare, costruire e mantenere un vertiginoso range di progetti accademici che allargavano l'estensione e l'accessibilità della conoscenza umana. Ha usato le sue capacità prodigiose come programmatore e uomo di tecnologia non per arricchire se stesso ma per rendere Internet e il mondo un posto migliore, più giusto”.

Proprio la sua dedizione alla battaglia per una Internet più libera e per il pubblico accesso all'informazione ne hanno fatto, sottolinea Mashable, un bersaglio ideale per la polizia anti-hacker.  Dopo esserselo fatto scappare nel 2007, quando scaricò e pubblicò una buona parte dei documenti contenuti del database Pacer della corte federale degli Stati Uniti, la polizia ha approfittato di una sua azione simile per creare un caso esemplare di lotta alla “pirateria informatica”, agendo, secondo la famiglia e gli amici di Aaron, in maniera tale da portare il giovane all'esasperazione.

Ecco cosa è successo. Nell'autunno del 2010 Aaron usò un programma da lui scritto per scaricare, attraverso il network wireless del Massachusetts Institute of Technology,  quasi cinque milioni di articoli accademici conservati sulla biblioteca digitale JSTOR. 

Fu scoperto dal Mit e arrestato dal procuratore del Massachusetts per frode informatica. Venne liberato solo dietro pagamento di una cauzione pari a 100mila di dollari.

Parzialmente tratto da

Tratto da:

Bookmark and Share