Sherwood Festival 2014 - L'eccezione e la regola. Polizie, crimini e impunità

Giovedì 3 luglio alle ore 21.00 una nuova produzione Sherwood

1 / 7 / 2014

Dopo BrasilS, la finale e il Frutto proibito continuano le produzioni Sherwood con un nuovo appuntamento, giovedì 3 luglio con la trasmissione in diretta dal centro del festival e in streaming video su www.sherwood.it

Contro uno Stato che tortura e uccide

Le giornate del G8 Genova 2001 costituiscono un punto di svolta rispetto a un salvacondotto giudiziario non scritto, ma garantito alle nostre polizie - che agiscano in funzione di ordine pubblico o meno - laddove si verifichino abusi in ordine all’uso della forza. Dal massacro della scuola Diaz alle camere di tortura della caserma di Bolzaneto, dagli omicidi Cucchi, Aldrovandi, Uva e molti altri fino alle violenze feroci e ingiustificate durante le manifestazioni di piazza: una nuova produzione analizza questo quadro attraverso le testimonianze di familiari delle vittime, avvocati, giuristi, giornalisti, operatori del diritto.

Sottolineando l’inerzia bipartisan del mondo delle istituzioni davanti a un fenomeno che mette in evidenza una sorta di identità separata - sempre più svincolata e autonoma dal potere politico - in cui le nostre polizie sembrano voler operare, la serata del 3 luglio si inscrive nella campagna che i movimenti da anni conducono su questi temi.

Per l’identificabilità degli agenti attraverso sigle alfanumeriche sui caschi e sulle divise, come avviene nella maggioranza dei paesi “civili” e come prescrive una direttiva europea. Per ottenere norme certe sulle regole di ingaggio, sull’uso delle armi e della forza che hanno generato un numero intollerabile di morti. Per la rimozione dal servizio di chi è stato oggetto di condanna penale, quando viceversa viene abitualmente promosso a più alti incarichi o applaudito in pubblico. Per l’introduzione del reato di tortura nel nostro ordinamento penale, così come prescrive la convenzione Onu approvata nel lontano 1984.

Sempre e comunque contro uno Stato che uccide e tortura.

Abusi_polizia_-_Logo_Articolo.jpg

Ne parleremo con: Avv. Fabio Anselmo - Legale di alcune delle famiglie delle vittime, Avv. Aurora D'Agostino, Avv. Giuseppe Romano, Checchino Antonini - ACAD (Ass. Contro gli Abusi in Divisa)

Video Interventi: Sen. Luigi Manconi (Presidente Commissione Parlamentare Diritti Umani), Ilaria Cucchi (Sorella di Stefano Cucchi), Patrizia Moretti (Madre di Federico Aldrovandi), Avv. Paolo Cognini.

Conducono: Marco Rigamo (Globalproject.info) e Carlo Vitelloni (Sherwood.it)

Live painting: David Michel Fayek


David_-_Live_painting_-_Low.jpg

David Michel Fayek è nato a Milano nel 1986, vive e lavora a Venezia.
Partendo dalla mondo dei graffiti sviluppa in gioventù una passione per l'illustrazione e le installazioni prevalentemente di carattere socio politico.
Si laurea in pittura e arti visive nel 2011 alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, e nel 2013 consegue il master in Arti Visive e Studi Curatoriali presso la stessa accademia.
Nel 2012 prende parte al collettivo Fight Specific Isola, che si batte contro la gentrificazione del quartiere isola di Milano con la quale porta avanti una collaborazione.
Ha partecipato a mostre collettive in diverse città d'Italia tra cui Milano,Bergamo, Bologna, Firenze, Cremona
Attualmente collabora a progetti d'illustrazione con gruppi musicali impegnati politicamente e all'interno di eventi di varia natura.

Tratto da:
 
 

Sherwood Social:
www.facebook.com/festival.sherwood
www.facebook.com/sherwood.it

Twitter: @SherwoodPadovaInstagram: SherwoodPadova
Google +

Bookmark and Share