Conflitti

83 risultati Rss Feed
Il conflitto in Tigray e il rischio di una guerra etiope

Il conflitto in Tigray e il rischio di una guerra etiope

Da dieci giorni l’esercito di Addis Abeba è impegnato contro il Tplf nella regione settentrionale del Paese. Si teme un allargamento dello scontro, mentre sono già 11mila gli sfollati in Sudan.

18 / 11 / 2020
Il governo federale dell’Etiopia è nel pieno di un pericoloso conflitto contro lo Stato settentrionale del Tigray, governato indipendentemente dall’opposizione, minacciando la stabilità di una delle regioni più strategiche del mondo, il Corno d’Africa.Il primo ministro etiope Abiy Ahmed ha affermato che le operazioni militari federali nel nord, iniziate la scorsa ... »
Si riapre la guerra Azerbaijan ed Armenia: il ruolo della Turchia

Si riapre la guerra Azerbaijan ed Armenia: il ruolo della Turchia

Intervista di Mattia Gallo al giurista di origini armene Hovhannes Gevorkian

1 / 10 / 2020
Tra Azerbaijan ed Armenia è riemerso uno scontro militare accesosi nel 1988 e acutizzatosi con la caduta del muro di Berlino e la fine dell’Unione Sovietica. Il conflitto ha visto contendersi una regione di poche migliaia di chilometri, quella del Nagorno-Karabakh, a partire dalla dichiarazione d’indipendenza dei cittadini di questo territorio nel 1988; gli armeni ... »
Mali tra lotta per il controllo del territorio, attori internazionali e repressione della società civile

Mali tra lotta per il controllo del territorio, attori internazionali e repressione della società civile

Intervista a Luca Raineri (ricercatore in Relazioni Internazionali e Security Studies alla Scuola Superiore Sant'Anna di Studi Avanzati di Pisa) di Francesco Cargnelutti

30 / 6 / 2020
Cogliendo l’occasione delle recenti proteste popolari che a Bamako mettono in discussione i risultati delle elezioni parlamentari, si è cercato di fare il punto su alcune delle dinamiche politiche che interessano il Mali. Lo si è fatto con un’intervista a Luca Raineri, ricercatore in Relazioni Internazionali e Security Studies alla Scuola Superiore Sant'Anna di ... »
A cinque anni dalla liberazione, cosa ci insegna ancora Kobane

A cinque anni dalla liberazione, cosa ci insegna ancora Kobane

27 / 1 / 2020
Una donna alata, simbolo di libertà, illumina le porte di Kobane, cuore del Rojava, regione curda del Nord-Est siriano. C’è una piazza dedicata ai martiri, i caduti della furente battaglia che nel luglio del 2015 portò alla liberazione della città occupata dai miliziani dello Stato islamico.Sono trascorsi cinque anni dalla liberazione di Kobanê. L'eredità di quella ... »
La miccia di Trump nella polveriera mediorientale

La miccia di Trump nella polveriera mediorientale

Intervista a Paola Rivetti

8 / 1 / 2020
Abbiamo intervistato Paola Rivetti, ricercatrice alla Dublin City University rispetto agli ultimi eventi che potrebbero sconvolgere l’assetto geopolitico del Medio Oriente e del mondo intero. Non solo l’uccisione di Soleimani ma anche il fermento che negli ultimi mesi stiamo osservando in diversi Paesi dell’area. L'intervista è stata fatta prima dell'attacco avvenuto ... »
Cosa fare in caso di attacco all’Iran?

Cosa fare in caso di attacco all’Iran?

5 / 1 / 2020
Anche se c'è da sperare che non sia necessario, dobbiamo prepararci alla possibilità una guerra tra Usa e Iran, perché in caso di escalation, il nostro ruolo dovrà essere quello di opporci con i mezzi necessari, anche contro il posizionamento internazionale del nostro Stato. La decisione di Trump di uccidere i capi iraniano e iracheno delle milizie sciite fondamentaliste ... »
La "diplomazia" del drone

La "diplomazia" del drone

Il bombardamento americano di questa notte rischia di gettare il Medio Oriente in un nuovo conflitto regionale perché l’uccisione di Suleimani e al-Muhandis a Baghdad questa notte lascerà conseguenze ben peggiori dei benefici.

3 / 1 / 2020
Il copione è più o meno lo stesso da circa quindici anni: una capitale del Medio Oriente scossa da proteste e violenza, leader politici che faticano ad arginare le folle, leader religiosi che aizzano le folle contro il nemico di sempre; e infine l’ambasciata Usa che viene assaltata da una folla inferocita.Potrebbe sembrare il racconto dell’assalto da parte degli studenti ... »
Israele non può nascondere l'occupazione mettendo a tacere (o uccidendo) i giornalisti palestinesi

Israele non può nascondere l'occupazione mettendo a tacere (o uccidendo) i giornalisti palestinesi

22 / 11 / 2019
La campagna di solidarietà globale a seguito dell'accecamento di un fotografo palestinese da parte delle forze di sicurezza israeliane è un promemoria che Israele non sarà in grado di impedire ai giornalisti palestinesi di raccontare la storia dell'occupazione.Di Omri Najad (link all’articolo originale: https://bit.ly/2CXCopG)Traduzione di Dario FicheraVenerdì scorso, ... »
Gaza - La strage di Deir al-Balah e la fragile tregua violata

Gaza - La strage di Deir al-Balah e la fragile tregua violata

Giorni drammatici sulla Striscia.

16 / 11 / 2019
Nell’intervista a Michele Giorgio del 12 Novembre scorso avevo raccontato di una imminente operazione militare massiva nella Striscia di Gaza a seguito dell’esecuzione extragiudiziale del leader della Jihad Islamica Bahaa Abu al-At insieme alla moglie e la conseguente risposta dei jihadisti con un fitto lancio di centinaia di razzi verso Israele, di cui circa il 90% ... »
Gaza Strip - La vita all’inferno

Gaza Strip - La vita all’inferno

I soldi di Doha, la Jihad che torna ad organizzarsi e le vittime civili dopo un raid aereo notturno.

3 / 11 / 2019
Per uno strano scherzo beffardo del destino, l’oggetto della mailing list odierna di un quotidiano mediorientale nella mia casella di posta è:  “Venere è l’inferno. Ma la vita lì potrebbe esistere.”  Aprendo il messaggio di posta elettronica, apprendo che la notte precedente sono avvenuti dei bombardamenti dell’IOF sulla la Striscia di Gaza, che hanno provocato ... »
1 2 3 4 5 6   »     Pagina 1 / 9