Marco Sandi

36 risultati Rss Feed
La caduta di al-Baghdadi. L'ascesa, la rivelazione e la fine del leader dell'Isis

La caduta di al-Baghdadi. L'ascesa, la rivelazione e la fine del leader dell'Isis

29 / 10 / 2019
Dal momento in cui, nel luglio 2014, salì sul Minbar della Moschea al-Nuri di Mosul, vestito di nero, per autoproclamarsi califfo del mondo islamico, fino alla sua fine di domenica scorsa durante un raid delle forze speciali Usa, Ibrahim Al-Badri meglio conosciuto come Abu Bakr Al-Baghdadi, era probabilmente una delle persone più ricercate, e pericolose, al mondo.In molto ... »
Turchia e bande jihadiste prendono il controllo di Ras al-Ayn in Siria

Turchia e bande jihadiste prendono il controllo di Ras al-Ayn in Siria

L’assedio di Serekaniye (Ras al-Ayn in arabo) segnerebbe il primo grande progresso della Turchia nelle battaglie per cacciare i combattenti curdi siriani dal confine.

21 / 10 / 2019
Si chiama “Fonte di pace” ma non è che l’ennesima offensiva. Si chiama “Fonte di pace” e si traduce in pesanti attacchi e raid aerei sulla popolazione civile del Rojava. Non c’è spazio per la tregua e Erdogan va avanti per la sua strada: «Spaccherò le teste dei curdi», ha dichiarato.Proprio ieri, i comandi delle Forze Siriane Democratiche (SDF), tramite ... »
La strategia di Ankara, il ricatto di Erdogan, il ruolo di Trump e dell'Europa, un Paese in macerie e un sogno infranto: è la guerra (infinita) in Siria

La strategia di Ankara, il ricatto di Erdogan, il ruolo di Trump e dell'Europa, un Paese in macerie e un sogno infranto: è la guerra (infinita) in Siria

15 / 10 / 2019
«Se dobbiamo decidere tra il compromesso e il genocidio del nostro popolo, sicuramente sceglieremo la nostra gente», con queste toccanti parole domenica notte le SDF hanno annunciato, per bocca del comandante in capo Mazlum Kobani, di aver stipulato un accordo con il presidente siriano Assad (con la Russia come supervisore) che permette alla truppe siriane fedeli al ... »
Rojava - Pace di Primavera, Morte in Autunno.  Il dado è tratto

Rojava - Pace di Primavera, Morte in Autunno. Il dado è tratto

10 / 10 / 2019
La premessa all’odierna situazione è ben nota: la telefonata di domenica notte tra Trump ed Erdogan, con il primo che garantisce al secondo il semaforo verde per un’operazione militare nel Nord Siria, previo ritiro delle truppe americane presenti sul confine turco siriano, che da ormai un paio d’anni fungevano da forza di interposizione e da deterrente contro le ... »
Rojava ancora sotto attacco

Rojava ancora sotto attacco

Voltafaccia di Trump che da l’ok per l’invasione alla Turchia

7 / 10 / 2019
Era forse nell'aria da qualche giorno, ma ora è arrivata l'ufficialità: Donald Trump permetterà all'esercito turco di invadere il Nord Siria per creare una zona di sicurezza.Nella serata di ieri la Casa Bianca, attraverso una telefonata tra Trump e Erdogan, ha dato il via libera ad un’offensiva militare turca nella Siria del Nord, facendo ritirare le truppe americane ... »
Polveriera Kashmir

Polveriera Kashmir

Come le tensioni legate ad una scelta del governo di New Delhi sull’autonomia della regione contesa con il Pakistan possono far esplodere un nuovo conflitto tra le due potenze nucleari.

22 / 8 / 2019
La tensione tra India e Pakistan è nuovamente alle stelle in seguito dell’annuncio del governo di New Delhi di voler cambiare lo status amministrativo della contesa regione del Jammu e Kashmir, contesa da decenni dalle due potenze nucleari e al centro di numerosi conflitti fra le stesse.Lunedì scorso, il governo indiano ha annunciato la volontà di modificare la ... »
La partita di Hormuz

La partita di Hormuz

Sabotaggi, sequestri e paventata chiusura: lo Stretto di Hormuz come punto focale delle tensioni Usa-Iran

12 / 8 / 2019
Sono mesi caldi nel Golfo Persico: nei giorni scorsi alcune navi della Repubblica Islamica dell’Iran hanno sequestrato, nelle acque dello Stretto di Hormuz, la terza petroliera in meno di un mese. Come successo negli altri due casi, i media di Tehran accusano i vicini arabi di contrabbandare il petrolio greggio a discapito della produzione iraniana e per questo motivo sono ... »
La strada per la rovina. Fasti e nefasti del sultano Erdogan

La strada per la rovina. Fasti e nefasti del sultano Erdogan

23 / 7 / 2019
Per una persona che si auto-reputa “uomo forte”, Recep Tayyip Erdogan sembra insolitamente nervoso nelle sue apparizioni. Nel suo ultimo discorso, in occasione del terzo anniversario del fallito colpo di stato del 15 luglio, non ha fatto altro che additare ai soliti nemici interni ed esteri le colpe della crisi economica e politica che la Turchia sta attraversando negli ... »
Ieri Kobânê, oggi Afrin

Ieri Kobânê, oggi Afrin

A tre anni dalla liberazione di Kobânê, la rivoluzione del Rojava è nuovamente sotto attacco nel cantone di Afrin. L’invasione turca si scontra con la forza delle idee e dell’auto-determinazione dei popoli del Kurdistan.

26 / 1 / 2018
Solo qualche mese dopo l’annuncio da parte delle Unità di Difesa Ypj della liberazione della capitale dello Stato Islamico Raqqa, dove migliaia di donne erano state tenute prigioniere come schiave sessuali, i fondamentalisti ultra-religiosi - sotto il comando del presidente turco Erdogan - cantano ora slogan da fanatisti accompagnati da bizzarre cerimonie e rituali ... »
Kurdistan - Un voto che non vuole nessuno

Kurdistan - Un voto che non vuole nessuno

Il referendum del 25 settembre sull’indipendenza del Kurdistan iracheno rischia di trascinare la regione in un nuovo conflitto armato; il ruolo di Iran e Stati Uniti; le responsabilità politiche di Massoud Barzani

21 / 9 / 2017
Sono ormai settimane che generali e diplomatici iraniani e americani scorrazzano su e giù per il Bashur (Kurdistan iracheno) con l’unico obiettivo di convincere i curdi, un importante alleato nella lotta all’Isis, a posticipare o addirittura cancellare il referendum sull’indipendenza indetto e previsto per il prossimo 25 settembre.Sia il Generale Qassem Soleimani, il ... »
1 2 3 4   »     Pagina 1 / 4