Marco Sandi

48 risultati Rss Feed
Rojava: il coraggio di una rivoluzione

Rojava: il coraggio di una rivoluzione

19 Luglio 2012 - 19 Luglio 2020. Otto anni di Rivoluzione del Rojava.

22 / 7 / 2020
È il 2012, è la notte tra 18 e il 19 Luglio 2012. Domenica scorsa ne è stato l'ottavo anniversario. Siamo nel nord della Siria e con l'occupazione degli edifici delle istituzioni pubbliche e militari della città di Kobane, ha inizio la Rivoluzione del Rojava.Nel contesto post-sollevazioni popolari del marzo 2011, il nord-est della Siria si trova in una situazione ... »
La parabola di Aya Sophia

La parabola di Aya Sophia

Da simbolo della cristianità ad impersonificazione dell’autocrazia di Erdogan: la parabola di uno dei simboli della “città su due continenti”.

14 / 7 / 2020
Con i suoi quattro minareti, accompagnata dalla sagoma della sua inconfondibile cupola, la forma di Aya Sophia è uno di quei paesaggi che definire da cartolina risulta inadeguato e svilente. La magia del camminare tra le strade del quartiere di Sultanahmet, quasi a picco sul Corno d’Oro e sul Palazzo Topkapi, dimora di sultani e principesse, non ha prezzo e regala a ... »
A sette anni dalle rivolte di Gezi Park

A sette anni dalle rivolte di Gezi Park

La manifestazione di protesta per salvare il polmone verde di Istanbul attorno a piazza Taksim si trasformò in una protesta antigovernativa che durò mesi e vide scendere in piazza milioni di persone.

29 / 5 / 2020
Ci sono luoghi che nella storia dei movimenti rimangono leggendari, solo pronunciando il loro nome si può annusare un’aria di cambiamento, a volte rivoluzione, che pochi altri luoghi fisici nel mondo posseggono. Piazza Taksim, con Gezi Park accanto, è uno di quelli.Per i movimenti di sinistra turchi, per i sindacati ma soprattutto per gli studenti quella centinaia di metri ... »
Interessi turchi e debolezza italiana: dietro lo show fatto sulla pelle di Silvia. Intervista ad Alberto Negri

Interessi turchi e debolezza italiana: dietro lo show fatto sulla pelle di Silvia. Intervista ad Alberto Negri

18 / 5 / 2020
Il “caso” di Silvia Romano ha messo in luce tutte le debolezze dell’Italia nel gestire vicende delicate. Debolezze amplificate dal “reality show” messo in piedi a Fiumicino, durante l’atterraggio di Silvia, che di fatto ha esposto la ragazza alla pubblica gogna, senza alcun filtro e protezione. La vicenda svela anche il ruolo determinante della Turchia, che sta ... »
L'Italia odia le donne

L'Italia odia le donne

Un coro di reazioni misogine e reazionarie "accoglie" in Italia Silvia Romano dopo un anno e mezzo di prigionia.

12 / 5 / 2020
Il mondo che Silvia Romano conosceva quando è stata rapita, il 20 novembre 2018, non esiste più. Guerre, elezioni e pandemie ne hanno rimodellato i confini e hanno aperto la via ad un nuovo corso storico. È il corso dell’insicurezza, del distanziamento sociale e delle relazioni telematiche. C’è sempre stata una componente della società che non ha mai sopportato la ... »
Hasta que la dignidad se haga costumbre

Hasta que la dignidad se haga costumbre

Il Cile despedido tra reazione e cambiamento verso il referendum del 26 aprile.

16 / 3 / 2020
El Rincon de los Canallas è una delle locande più emblematiche di Santiago. Un luogo che si rifiuta di cedere alla gentrificazione del centro della città, nonostante la fortissima pressione del settore immobiliare per acquistare l’immobile e trasformarlo nell’ennesimo palazzo. È un luogo leggendario, un rifugio dove in sottofondo suona "canalla llama canalla", parola ... »
Quanti volti ha l'Argentina?

Quanti volti ha l'Argentina?

La "Carovana dei Popoli contro il terricidio" fa tappa a Buenos Aires: intervista a Federico Larsen

30 / 1 / 2020
«Adesso l’America è, per il mondo, nient’altro che gli Stati Uniti: noi abitiamo in una sub-America, un’America di seconda classe, difficile da identificare. È l’America Latina, la regione delle vene aperte». (Eduardo Galeano, Le vene aperte dell’America Latina)Così scriveva Eduardo Galeano in uno dei sui scritti che lo ha reso celebre, un saggio che non può ... »
Vakhtang Enukidze: ennesima "morte di Stato"

Vakhtang Enukidze: ennesima "morte di Stato"

23 / 1 / 2020
L’ennesima “morte di Stato”, un nuovo “caso Cucchi”. La morte di Vakhtang Enukidze, avvenuta nel CPR di Gradisca d’Isonzo venerdì 18 gennaio, sta assumendo contorni sempre più chiari e inquietanti. Allo stesso tempo, emerge quel grado di violenza sistemica all’interno di queste strutture che le tante organizzazioni che operano sul versante del rispetto dei ... »
La miccia di Trump nella polveriera mediorientale

La miccia di Trump nella polveriera mediorientale

Intervista a Paola Rivetti

8 / 1 / 2020
Abbiamo intervistato Paola Rivetti, ricercatrice alla Dublin City University rispetto agli ultimi eventi che potrebbero sconvolgere l’assetto geopolitico del Medio Oriente e del mondo intero. Non solo l’uccisione di Soleimani ma anche il fermento che negli ultimi mesi stiamo osservando in diversi Paesi dell’area. L'intervista è stata fatta prima dell'attacco avvenuto ... »
La "diplomazia" del drone

La "diplomazia" del drone

Il bombardamento americano di questa notte rischia di gettare il Medio Oriente in un nuovo conflitto regionale perché l’uccisione di Suleimani e al-Muhandis a Baghdad questa notte lascerà conseguenze ben peggiori dei benefici.

3 / 1 / 2020
Il copione è più o meno lo stesso da circa quindici anni: una capitale del Medio Oriente scossa da proteste e violenza, leader politici che faticano ad arginare le folle, leader religiosi che aizzano le folle contro il nemico di sempre; e infine l’ambasciata Usa che viene assaltata da una folla inferocita.Potrebbe sembrare il racconto dell’assalto da parte degli studenti ... »
1 2 3 4 5   »     Pagina 1 / 5