Nato

10 risultati Rss Feed
L’Italia sempre più provincia marginale dell’Impero. E’ necessario e vitale opporsi alle guerre e difendere Pace e democrazia

L’Italia sempre più provincia marginale dell’Impero. E’ necessario e vitale opporsi alle guerre e difendere Pace e democrazia

La cronaca di queste ore mostra ancor di più quanto sia necessario e vitale uscire dall’Impero militarista e guerrafondaio, difendere la democrazia e la Pace. Il 12 marzo nuova grande mobilitazione in tutta Italia

Utente: Heval
5 / 3 / 2016
 Il quadro completo delle notizie sui quattro operai italiani che erano stati rapiti in Libia, due liberati e gli altri due uccisi, è ancora frammentario e nebuloso. Ma quel che sappiamo è sufficiente per pesanti riflessioni, essendoci già importanti punti fermi.C’è stato uno scontro a fuoco con i rapitori dei 4 connazionali senza che il Governo Italiano sapesse ... »
Campagna. Perchè dobbiamo uscire dalla Nato.

Campagna. Perchè dobbiamo uscire dalla Nato.

Utente: MarcoPalombo
9 / 12 / 2014
Perché dobbiamo uscire dalla NatoL’Italia, facendo parte della Nato, deve destinare alla spesa militare in media 52 milioni di euro al giorno secondo i dati ufficiali della stessa Nato, cifra in realtà superiore che il Sipri quantifica in 72 milioni di euro al giorno. Secondo gli impegni assunti dal governo nel quadro dell’Alleanza, la spesa militare italiana dovrà ... »
Kobanê è sola?

Kobanê è sola?

7 / 10 / 2014
Pubblichiamo questo contributo di Sandro Mezzadra apparso su Euronomade che, oltre a inquadrare con lucidità la genealogia della resistenza che si sta portando avanti a Kobanê, dà anche una prospettiva di mobilitazione europea. Un movimento contro la guerra può essere ricompositivo e trasversale a tutto il continente nel momento in cui si posiziona contro i motivi del ... »
L'orecchio di Dioniso

L'orecchio di Dioniso

La Sicilia e tutta l'Italia quale retroterra logistico per le guerre d'Africa

di Bz
17 / 1 / 2013
Leon Panetta, segretario della Difesa americana ed ex direttore della CIA, è stato, ieri, in visita in Italia, ha incontrato il ministro della Difesa generale Di Paola e quello degli Esteri Terzi. Come abbiamo già scritto la Francia, che è intervenuta da una settimana in Mali, lo ha fatto per sé, per garantirsi lo sfruttamento delle risorse minerarie, in particolare ... »
ULTIM'ORA: sequestrato dalla magistratura il MUOS di Niscemi

ULTIM'ORA: sequestrato dalla magistratura il MUOS di Niscemi

a poche ore dalla manifestazione nazionale

6 / 10 / 2012
Sequestrato il Muos di Niscemi, in provincia di Caltanissetta, il sistema di comunicazioni satellitari gestito dal Dipartimento di Difesa degli Stati Uniti. L’impianto di Contrada Ulmo è costruito all’interno della riserva naturale orientata “Sughereta di Niscemi”, area di inedificabilità assoluta e sito di interesse comunitario. Il provvedimento è stato emesso dal ... »
Afghanistan:10 anni di guerra e occupazione ... per il controllo della droga

Afghanistan:10 anni di guerra e occupazione ... per il controllo della droga

Utente: Salvo
8 / 10 / 2011
Di Salvatore SantoruCorreva l'anno 2001  in Afghanistan . Le forze armate inglesi e statunitensi iniziarono a bombardare il paese dietro il paravento della "lotta al terrorismo".Dieci anni sono passati e l'invasione(Usa/Uk e alleati)continua,civili continuano a morire sotto le bombe "umanitarie" della NATO,le nazioni imperialiste continuano ad incrementare le spese militari(a ... »
A Montecitorio per fermare i bombardamenti della Nato!

A Montecitorio per fermare i bombardamenti della Nato!

«La Nato è autorizzata dall’Onu a proteggere i civili libici in pericolo, quindi i suoi aerei dovrebbero semmai tenere lontano da Sirte, Sebha e Bani Walid le forze del CNT che le assediano e che potrebbero compiere una pulizia etnica delle tribù lealiste che vi risiedono».

Utente: Alternativa
7 / 9 / 2011
Alternativa giovedi 8 settembre sarà davanti Montecitorio, insieme ai gruppi pacifisti NoWar-Roma e U.S. Citizens for Peace & Justice – Roma, per chiedere alle istituzioni italiane il cessate il fuoco immediato in Libia, la fine dei bombardamenti e dell’assedio Nato alle città. Come infatti viene ricordato dai due ... »
Un riarmo da un miliardo di euro

Un riarmo da un miliardo di euro

Il governo Berlusconi ha i giorni contati, ma prima di lasciare il potere ha voluto fare un ultimo regalino a Finmeccanica. Con il silenzio-assenso delle opposizioni

11 / 11 / 2010
peace reporterNei giorni scorsi, nonostante le difficoltà finanziarie in cui versano le casse dello Stato, le commissioni Difesa di Camera e Senato hanno approvato in fretta e furia, e con il silenzio-assenso dell'opposizione Pd, un programma di riarmo del valore di quasi un miliardo di euro, buona parte dei quali finiranno alle aziende belliche del gruppo industriale ... »
Carabinieri's Social Terrorism Programs in Italy/ Programmi di Terrorismo Sociale delle Polizie Segrete CC in Italia

Carabinieri's Social Terrorism Programs in Italy/ Programmi di Terrorismo Sociale delle Polizie Segrete CC in Italia

NOTITIA CRIMINIS. G.Napolitano-S.Berlusconi-G.Letta promoters and organisers of State’s terrorism

Utente: rscaru
3 / 9 / 2010
http://forum.radicali.it/content/notitia-criminis-gnapolitano-sberlusconi-gletta-promoters-and-organisers-state%E2%80%99s-terrorismNOTITIA CRIMINIS. G.Napolitano-S.Berlusconi-G.Letta promoters and organisers of State’s terrorism...The State’s Police has certified to the Canadian Embassy in Rome that it reads what I write......However, evidently, since this is a very covert ... »
Ad un passo dall'apocalisse. Gravissimo incidente sul lavoro a Casalbordino (Chieti)

Ad un passo dall'apocalisse. Gravissimo incidente sul lavoro a Casalbordino (Chieti)

Secondo i soccoritori si è sfiorata una tragedia di dimensioni immense. Gravissimo uno dei due operai feriti.

13 / 10 / 2009
Alessio Di FlorioUn boato immenso e, immediatamente dopo, un'inquietante colonna di fumo nero che si alza minacciosa verso l'aria. Brividi di vero terrore hanno attraversato, intorno a mezzogiorno, ieri alcuni abitanti di Casalbordino. Lo raccontano alcuni cittadini che hanno sentito e visto quanto stava accadendo da abitazioni vicine e dalla strada. Le ore successive hanno ... »