Nota della redazione di GlobalProject

23 / 9 / 2012

Nei giorni scorsi abbiano pubbicato un intervista a Pio d'Emilia giornalista,corrispondente e blogger del Manifesto dal Giappone.

Ci è stato segnalato, da più parti che un suo intervento era in programma alla Festa di Casa Pound a Roma.

Interpellato sulla questione Pio d'Emila ci ha risposto che la notizia era veritiera ma che una volta giunto all'incontro e resosi conto della situazione non è intervenuto al dibattito.

Approfittiamo di questo episodio per ricordare a Pio e a tutti che Casa Pound è solita mostrarsi con una facciata presentabile proponendo temi ed argomenti di attualità e di interesse sociale ma che questo non può far mai dimenticare l'essenza di questa organizzazione politica razzista e xenofoba che si è resa protagonista di numerosi episodi di aggressioni e violenze a immigrati e militanti politici di sinistra.

Per questo è importante non prestarci a questi giochetti di facciata.

Bookmark and Share