Vicenza - Base Pluto: reti tagliate, fuochi d'artificio e spentolata

2 / 9 / 2012


E' durato circa un'ora il blitz degli attivisti NoDalMolin a Base Pluto, Longare (VI). Un centinaio di persone hanno presidiato l'ingresso, battendo pentole sul cancello metallico e scrivendo slogan sulle recinzioni, mentre decine di attivisti hanno raggiunto il perimetro attraverso i boschi dei colli berici, tagliando in più punti le recinzioni e lanciando fuochi d'artificio.

L’iniziativa rappresenta la prima risposta del movimento alla notizia della realizzazione di una nuova installazione militare statunitense a Longare. All’interno di Site Pluto, infatti, i militari a stelle e strisce vogliono realizzare un centro d’addestramento d’avanguardia, con un muro di protezione lungo 350 metri e alto sei, disboscando i colli e la costruzione di strutture per simulare la guerra: un campo di battaglia nel cuore dei colli berici.

I manifestanti, autoconvocati, si sono presentati verso le 13.00 di fronte ai cancelli, battendo le proprie pentole e rivendicando la sdemanializzazione immediata dell’area, come annunciato due anni fa dal governo italiano. " I vostri metodi impositivi - hanno gridato al megafono - calpestano democrazia e territorio. Vicenza non è una colonia Usa, andatevene". Contemporaneamente, diversi gruppi hanno raggiunto il perimetro attraverso i boschi e hanno tagliato le reti per dimostrare che quell’area non è inviolabile e rivendicare l’immediata apertura di quel territorio alla comunità locale.

La manifestazione scaturisce da un dibattito che vede tutta la comunità locale contraria alla nuova installazione militare.

www.nodalmolin.it

Bookmark and Share

Vicenza - Contestazione alla reti della Base Pluto

loading_player ...

Vicenza - Contestazione alla reti della Base Pluto

Vicenza- Base Pluto; taglio reti, fuochi e spentolata