17.11.12 DIRETTA: Gaza sotto attacco

Tratto da nena News

18 / 11 / 2012

Gaza, 17 novembre 2012, Nena News - Nel quarto giorno dell'operazione militare israeliana contro la Striscia di Gaza, i rumors di tregua non si concretizzano. Pesanti bombardamenti contro la Striscia, due missili cadono su Tel Aviv.
La giornata di ieri. La giornata di giovedì.

ORE 23:13
Conferenza stampa delle Brigate Al Qassam. Parla il portavoce Abu Obeida

ORE 22.40
E' morto un palestinese a Dir Balah a seguito delle ferite riportate durante un bombardamento.

ORE 22.25
Scotland Yard ha riferito di aver arrestato un manifestante di fronte all'ambasciata israeliana a Londra, durante la protesta per l'operazione militare israeliana contro Gaza.

ORE 22.19
Il presidente egiziano Morsi ha chiesto alla presidente argentina Christina Kirchner di aiutarlo a assicurarsi il sostegno dei leader latinoamericani per porre fine alle violenze a Gaza.
La Kirchner ha espresso solidarieta' con tutte le vittime, aggiungendo che sosterra' la richiesta della Palestina alle Nazioni Unite, il prossimo 29 novembre.

Ore 22.02
Il presidente egiziano Morsi ha detto che ci sono possibilita' di una tregua a breve, ma nessuna garanzia certa.

ORE 22.00
Sei feriti (quattro bambini e due donne) a seguito di un bombardamento israeliano contro una casa a Rafah.

ORE 21.45
L'IDF twitta: "La maggior parte degli arsenali di armi a Gaza sono nascosti all'interno di abitazioni civili".

ORE 21.42
Fonti ufficiali israeliani negano la notizia resa nota pochi minuti fa da Ynet News: Israele non ha inviato delegati al Cairo per firmare il cessate il fuoco.

ORE 21.34
Il sito israeliano Ynet News riporta la notizia diffusa dalla tv Al-Mayadeen (affiliata ad Hezbollah): Israele mandera' un proprio funzionario al Cairo per firmare la tregua. Fonti palestinesi aggiungono che il cessate il fuoco comincera' a mezzanotte.La notizia non e' stata confermata da fonti ufficiali.

ORE 21:28
Centinaia di manifestanti aH abima Square a Tel Aviv contro l'attacco a Gaza

be25e6

ORE 21.18
L'IDF ha dato il via libera all'apertura nella giornata di domani del valico di Kerem Shalom per permettere l'ingresso di cibo e aiuti umanitari nella Striscia di Gaza.

ORE 21.15
Le Brigate Al Qassam, braccio armato di Hamas, hanno annunciato che terranno una conferenza stampa sulla situazione a Gaza. Secondo alcuni commentatori, potrebbe trattarsi dell'occasione per annunciare il risultato dei meeting tenutisi al Cairo, durante i quali si e' parlato di tregua con Israele.

ORE 21.06
Il bilancio dei morti palestinesi sale a 45: ucciso un giovane nel centro di Gaza, a Deir al-Balah.

ORE 20:55
Il quotidiano Haaretz riporta che, per motivi di sicurezza, la polizia israeliana starebbe organizzando per domani una retata per arrestare e deportare tutti i palestinasi residenti illegalmente in Israele

ORE 20:16
Dichiarazione shock del ministro degli interni israeliano Eli Yishai:"l'obiettivo dell'operazione militare è quello di riportare Gaza al Medio Evo. Solo allora Israele sarà sicuro per i prossimi 40 anni"

ORE 19:27
Altri 2 palestinesi sono stati uccisi da un bombardamento israeliano a sud di Khan Younis

ORE 19:18
Un palestinese è stato ucciso a seguito del lancio di un missile e tre persone sono rimaste ferite. Sale a 42 il bilancio dei morti palestinesi

ORE 19:16
Sei palestinesi, feriti durante gli attacchi israeliani, sono stati trasferiti per essere curati in Egitto

ORE 18.57
Il Qatar donera' 10 milioni di dollari al Cairo per il trattamento dei palestinesi feriti nell'operazione militare israeliana e trasferiti in Egitto.

ORE 18.50
Stanotte previsto meeting tra il premier israeliano Netanyahu, il ministro degli Esteri Lieberman e quello della Difesa Barak per valutare la situazione.

ORE 18.33
I 22 membri della Lega Araba hanno concluso il meeting al Cairo. Nabil el-Arabi, segretario generale della Lega, ha detto che non ci potra' essere stabilita' e pace nella regione fino a quando perdurera' l'occupazione israeliana della Palestina.
Domani al-Arabi (segretario generale Lega Araba), insieme al ministro degli Esteri dell'Autorita' Palestinese e ad altri quattro ministri arabi, fara' visita a Gaza. La visita deve ancora essere confermata da Hamas.

ORE 18.09
Il vice ministro degli Esteri israeliano, Danny Ayalon, ha detto alla BBC: "Non vogliamo entrare a Gaza, ma se nelle prossime 24-36 ore saranno lanciati razzi, questo sara' la causa che provochera' l'invasione".

ORE 17.53
Nella riunione di oggi al Cairo la delegazione di Hamas ha chiesto all'Egitto di aprire il valico di Rafah al passaggio di beni a Gaza. L'Egitto, secondo fonti palestinesi, avrebbe rifiutato.

ORE 17.50
Il ministro degli Esteri iraniano, Ali Akbar Salehi, si e' detto pronto a visitare la Striscia di Gaza per esprimere solidarieta' alla popolazione palestinese. La Mezza Luna Rossa iraniana ha annunciato ieri l'invio di medicinali e medici per aiutare gli ospedali di Gaza nell'affrontare l'emergenza umanitaria.

ORE 17.41
Le Brigate Al Qassam, braccio armato di Hamas, hanno dichiarato di essere pronte ad un'invasione di terra delle forze israeliane e di essere in grado di combattere contro l'esercito di Tel Aviv. Ad essere schierate sarebbero le unita' Al-Murabiteen, cinque brigate divise in sottodivisioni, responsabili di difendere i confini ed evitare la penetrazione israeliana.

ORE 17.37
I ministri degli Esteri degli Stati membri della Lega Araba discuteranno oggi al Cairo la bozza di una dichiarazione ufficiale nella quale si chiede alla Lega di inviare una delegazione a Gaza e di sostenere gli sforzi egiziani per giungere ad un cessate il fuoco.

ORE 17.20
Il leader di Hamas, Osama Qadi, e' stato il target di un'operazione congiunta di IDF e Shin Bet (i servizi segreti israeliani). Le sue condizioni non sono note.

ORE 17.15
Fiaccolata in corso a Betlemme di fronte alla Basilica della Nativita' per chiedere la fine dell'aggressione militare contro Gaza.

ORE 17.11
Due i missili lanciati da Gaza e arrivati a Tel Aviv: il sistema antimissilistico Iron Dome, secondo l'IDF, ha intercettato il primo. Il secondo e' caduto in un'area deserta, non provocando ne' feriti ne' danni alle infrastrutture.

ORE 16:16
Carri armati israeliani si iniziano a muovere verso i confini di Gaza. Sempre più probabile un'invassione via terra nelle prossime ore.

ORE 15:53
Mario Monti, durante una telefonata al primo ministro israeliano Netanyahu si è dichiarato estremamente preoccupato per la crescente violenze nella Striscia di Gaza e ha chiesto di arrivare ad una tregua il prima possibile.

ORE 15:46
Le Brigate Al-Qassam dichiarano che un missile Fajr 5 ha colpito la città di Tel Aviv. Notizia confermata da Routers che riferisce di un esplosione. La radio israeliana dichiara che il sistema anti-missilistico "Iron Dome" avrebbe intercettato il missile.

ORE 15:43
BREAKING NEWS: Sirene risuonano nella città di Tel Aviv

ORE 15:40
Dal nostro inviato a Gaza: Un bombardamento aereo ha distrutto un edificio di tre piani a Tel al Hawa (Gaza City)

ORE 15.26
Sale a 41 il bilancio dei morti (compreso il leader delle Brigate Al Qassam, Ahmed Jaabari): ucciso Osama al Qadi s seguito di un'esplosione ad Est di Rafah. Tre palestinesi sono stati feriti.

ORE 15:20
Il ministro degli Esteri tunisino, Rafik Abdessalem, in visita all'ufficio del leader del governo di Hamas, Ismail Haniyeh, distrutto oggi da un attacco aereo israeliano (foto Reuters) abdessalem.jpg

ORE 14.51
La Lega Araba chiede protezione internazionale per il popolo palestinese. Atteso meeting al Cairo nel pomeriggio dei ministri degli Esteri della Lega.

ORE 14.45
I prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane hanno annunciato che domani faranno uno sciopero della fame in solidarietà con il popolo di Gaza.

ORE 14.42
Centinaia di giovani sono ancora impegnati in violenti scontri davanti alla prigione di Ofer: i manifestanti lanciano pietre e bottiglie di vetro vuote. Stanno arrivando numerosi autobus provenienti dall'Università di Beir Zeit. view_1353156184.jpg

ORE 14.38
Cinquecento manifestanti palestinesi sono scesi in piazza a Nazareth per protestare contro l'operazione militare israeliana a Gaza.

ORE 14.22
Fonti palestinesi riportano il bombardamento da parte dell'IDF di un edificio della polizia navale palestinese ad Ovest di Gaza. Inoltre, l'esercito israeliano sta intensificando gli attacchi a Nord.

ORE 14.20
Il checkpoint di Huwwara, a Nablus, è stato chiuso a causa dei duri scontri in corso tra manifestanti palestinesi e esercito israeliano.

ORE 14.16
Il portavoce della Jihad Islamica, Dawood Shihab, invita i ministri degli Esteri arabi a prendere una posizione ben precisa a sostegno della popolazione palestinese e della sua lotta e di garantire una copertura politica e mediatica dei fatti. Shihab esorta a fare dichiarazione formali e di prendere posizioni a livello internazionale per fermare l'operazione militare su Gaza.

ORE 14.15
Il re giordano Abdullah ha ordinato l'invio di materiale umanitario verso Gaza.

ORE 14.05
E' stata gravemente ferita alla testa una ragazza della Mezza Luna Rossa dopo che l'ambulanza su cui si trovava è stata colpita da una serie di lacrimogeni lanciati dall'esercito israeliano durante gli scontri a Ofer nei pressi di Ramallah.

ORE 13.54
In corso la riunione al Cairo tra il premier turco Recep Erdogan, l'emiro del Qatar Hamad bin Khalifa Al Thani e il presidente egiziano Mohammed Morsi. Presenti anche il leader di Hamas, Khaled Meshaal, e quello della Jihad Islamica, Ramdan Shalah.

ORE 13.44
Secondo quanto riportato da Ma'an News, l'esercito israeliano ha aperto il fuoco contro i manifestanti palestinesi di fronte al carcere di Ofer, vicino Ramallah. Nel villaggio di Al Khader, vicino Betlemme, scontri accesi tra palestinesi e esercito israeliano.

ORE 13.26
Il ministro della Protezione Ambientale israeliano, Gilad Erdan, ha detto che se l'operazione militare contro Gaza dovesse continuare a lungo, le elezioni nazionali israeliane sarebbero posposte. Il ministro degli Esteri Lieberman ha detto che l'esercito è pronto all'intervento via terra.
ORE 13.15
Nel corso della mattinata di oggi fino a mezzogiorno, si sono contati: 17 missili, 29 Grad e 11 mortai lanciati verso Israele da Gaza; 46 bombardamenti israeliani sulla Striscia; otto morti palestinesi e almeno 29 feriti.
ORE 12.52
Sale a 39 il bilancio dei morti palestinesi a Gaza: nel quartiere Zeitoun di Gaza City è stato ucciso Muhammed Yassin.

ORE 12.50
Il Ministero dell'Agricoltura di Gaza ha emesso un rapporto sulle perdite nel settore agricolo dovute all'operazione israeliana: le perdite ammontano a 100 milioni di dollari. Gli obbiettivi dell'IDF sono spesso terreni agricoli ricchi di coltivazioni e frutteti. Il rapporto sottolinea che tali perdite avranno delle gravi conseguenze sulla sicurezza alimentare della popolazione della Striscia.
ORE 12.35
Le Brigate Al Qassam, ala militare di Hamas, inviano un sms a molti cittadini israeliani: "Trasformeremo Gaza in un cimitero per i vostri soldati". Ieri era stato l'esercito israeliano ad inviare 12mila sms alla popolazione di Gaza: "State lontano da Hamas, si apre la porta dell'inferno".

ORE 12.24
Il Ministero dell'Educazione di Gaza annuncia la sospensione delle lezioni scolastiche e universitarie a tempo indeterminato.

ORE 12.22
Sette palestinesi arrestati dalle forze israeliane durante una manifestazione al checkpoint di Huwwara nei pressi di Nablus.

ORE 12.18
Funzionari della diplomazia egiziana hanno detto al quotidiano Ha'aretz che l'Egitto sta mediando per ottenere un cessate il fuoco tra Hamas e Israele entro 24-28 ore.

ORE 12.11
I presidi previsti in Italia oggi in sostegno al popolo palestinese: da Roma a Bologna, da Torino a Genova fino a Catania e Brindisi. Vedi la lista completa.

ORE 11.57
Continuano le contestazioni in tutta la Cisgiordania. A Ramallah scontri di fronte al carcere israeliano di Ofer. A Jenin il corrispondente di al A Quds riporta che l'esercito israeliano sta lanciando numerosi lacrimogeni ai manifestanti palestinesi che si sono raggruppati di fronte al checkpoint di Al-Jamli. A Nablus contestazioni vicino al Hajez di Houwara: l'esercito israeliano ha risposto con proiettili di gomma e gas lacrimogeni, oltre 30 feriti.

ORE 11.49

Dopo un meeting al quartier generale dell'IDF, il capo dell'esercito israeliano, Benny Gantz, ha dato istruzioni per intensificare gli attacchi aerei su Gaza. ORE 11:31
Un attacco aereo su Rafah a Sud di Gaza ha ucciso quattro persone, alzando il numero di morti a 38. "Quattro persone sono state uccise in un terzo raid su Rafah, diretto ad un gruppo di cittadini nel quartiere di Zuhur", ha detto Adham Abu Selmiya (portavoce dei servizi di emergenza di Hamas). Le fonti di sicurezza palestinese hanno dichiarato che le quattro vittime erano militanti di Hamas, Ali Manamch, Hossam Abdel Jawad e Assaf Gharwish (del campo di Maghazi) e Mukhlis Adwan (morto a Rafah).

ORE 11.08
Mohammed Omer, giornalista palestinese e studente della Columbia School of Journalism, comunica ad Al Jazeera: "Si sentono movimenti inconsueti di bulldozer e di tank vicino al confine a Est del campo profughi di Rafah, a Est di Khan Younis ed a Est di Gaza City. Non si sa in quale proporzione queste forze invaderanno realmente Gaza via terra".

ORE 11.04
Il ministro degli Esteri tunisino ha parlato alla folla a Gaza City, nel corso della visita alla Striscia.

ORE 10.52

Le diverse fazioni armate palestinesi impegnate nella risposta armata sono le Brigate al-Qassam, le Brigate al-Quds appartenenti all'ala militare della Jihad Islamica, le Brigate al-Ansar, le Brigate di Resistenza Nazionale del Fronte Democratico per la Liberazione della Palestina e le Brigate an-Nasser Salah Addin parte dell'ala militare dei Comitati di Resistenza Popolare. ORE 10.15
Dall'inizio dell'operazione militare israeliana, dalla Striscia di Gaza sono partiti 650 missili verso Israele: 27 sono caduti in aree residenziali, 219 sono stati intercettati dal sistema Iron Dome. L'aviazione israeliana ha colpito oltre 800 target nella Striscia (fonti esercito israeliano).

ORE 10.13
Secondo Al-Quds News il capo dell'ufficio politico di Hamas, Khaled Mishal, è arrivato al Cairo con una delegazione di Hamas. Anche il primo ministro turco Erdogan ha raggiunto la capitale egiziana.

ORE 10.07
L'esercito israeliano rende noto il ferimento di tre soldati a Sud di Israele per il lancio di un missile da Gaza.

ORE 9.53
Secondo il sito israeliano Ynet News, una batteria Iron Dome - sistema antimissilistico israeliano - è stata posizionata nell'area di Tel Aviv un'ora fa.

ORE 9.49
Secondo Al Arabiya News, l'aviazione israeliana ha colpito la sede dell'Università Islamica di Khan Younis, a Nord della Striscia di Gaza.

ORE 9.38
Il ministro della Difesa israeliano Ehud Barak ha parlato al telefono questa mattina con il segretario della Difesa americano, Leon Panetta, per aggiornarlo sugli sviluppi dell'operazione militare. Barak ha detto a Panetta che Israele è determinato a raggiungere gli obiettivi prefissi con l'operazione Pillar of Clouds.

ORE 9.28
Sale ancora il bilancio dei morti palestinesi (37 dall'inizio dell'operazione militare): secondo fonti palestinesi, un bombardamento israeliano contro il quartiere di Al-Zahour, vicino Rafah, ha provocato la morte di tre persone. Un altro palestinese è rimasto ucciso a Khan Younis, a Nord. Resi noti i nomi dei tre militanti di Hamas uccisi questa mattina nel campo di Maghazi: Ali Manameh, Hossam Abdel Jawad e Assaf Gharwish.

ORE 9.22
Il ministro degli Esteri tunisino, Rafik Abdessalem, è arrivato a Gaza da Rafah per una visita di solidarietà con la popolazione palestinese: "La delegazione tunisina guidata dal ministro Abdessalem - riporta un portavoce del Ministero dell'Interno di Hamas - è arrivata a Gaza e si sta dirigendo al quartier generale del governo distrutto questa mattina dagli occupanti. Lì incontrerà funzionari governativi".

ORE 9.16
L'aviazione israeliana ha colpito la casa del ministro dell'Interno di Hamas, nel campo profughi di Jabaliya, Nord di Gaza. Fonti mediche parlano di almeno 35 feriti.

ORE 9.08
Sindacati dei lavoratori e fazioni politiche si ritroveranno a mezzogiorno in Piazza Yasser Arafat a Ramallah per una manifestazione di protesta contro l'operazione militare israeliana.

ORE 9.05
Una delegazione tunisina è in questo momento al valico di Rafah, pronta ad entrare nella Striscia.

ORE 8.55
Il bilancio dei morti palestinesi sale a 33: uccisi nella notte tre militanti del braccio armato di Hamas, le Brigate al Qassam, in un raid aereo contro il campo profughi di Maghazi.

ORE 8.00
Il quartier generale del governo di Hamas è stato colpito oggi con quattro raid consecutivi dall'aviazione israeliana. "Il quartier generale del governo è stato completamente distrutto e le case vicine danneggiate a causa del barbaro bombardamento di Israele", ha confermato un funzionario di Hamas. Non ci sarebbero vittime ma numerosi feriti.
ORE 7.00
Da ieri sera all'alba di oggi l'aviazione israeliana ha compiuto 186 attacchi contro Gaza, i morti nelle ultime ore sono stati almeno 6. Il totale dei raid aerei e' di 830 da mercoledì. Il presidente Usa Barack Obama e il premier israeliano Benjamin Netanyahu nella notte hanno "discusso" al telefono di come fermare l'escalation ma in realtà è già tutto deciso. Israele attaccherà anche via terra. La mobilitazione di 75mila riservisti, della Brigata Golani e le dozzine di mezzi corazzati fermi alle porte di Gaza non lasciano dubbi sui prossimi passi del premier israeliano.

Tratto da:

Bookmark and Share